La Malloni passa nel finale a Matera per 86-88

La Malloni sbanca il PalaSassi di Matera e conquista un successo insperato alla vigilia alla luce anche degli infortuni di Torresi e Cacace. In terra lucana è stata vera battaglia con le due formazioni sempre a braccetto per tutti i 40 minuti, nel finale concitato a dare la vittoria ai biancoazzurri è stato un canestro di Romani dopo l’ennesimo assist di uno straripante Lovatti.
Attacchi più in palla delle difese ed il primo quarto è uno spettacolo per gli esteti del basket con canestri a ripetizione da ambo le parti. Matera trascinata da un Lestini immarcabile non riesce a scrollarsi di dosso una Malloni che in attacco è brava a trovare con lucidità il canestro. L’asse Lovatti-Romani funziona a meraviglia e alla prima sirena regna l’equilibrio (28-27). Coach Domizioli di alternative non ne ha molte, in panchina con i due classe 98 Lodico e Balilli e con un Trovato a mezzo servizio, il coach elpidiense trova energia e ritmo da Brighi che chiuderà con un prezioso 3/4 dall’arco. All’intervallo Matera conduce 50-47 ma la Malloni è pienamente in partita.
L’equilibrio non muta anche dopo la pausa lunga. La Malloni apre il parziale con un break di 8-0 firmato Lovatti-Cernivani, in un amen però Matera piazza un controbreak di 6-0 con due canestri impossibili del solito Lestini. I padroni di casa approfittano di uno dei pochissimi passaggi a vuoto dei biancoazzurri e a metà della terza frazione tentano la fuga (66-58 a 4’30”) con l’ennesimo siluro di Lestini. PSE mostra maturità e non si scompone, Brighi e quattro punti consecutivi di Catakovic riportano pienamente in partita P.S.Elpidio. Alla penultima sirena Matera conduce 69-68.
Gli ultimi dieci minuti ricalcano in pieno i precedenti trenta, Lestini dà ai suoi il +4 (79-75) a meno di sei giri di lancette dal termine, Cernivani risponde prontamente ed è ancora Lovatti con una tripla a siglare la parità (81-81 a 3’20”). Sembra fatta per la Malloni quando ancora Lovatti insacca la bomba del +4 (82-86 a 1’48” dal termine) ma così non è perché Matera con Zampolli prima e con Grande poi ristabiliscono l’equilibrio (86-86 a 57” dalla fine). Da infarto gli ultimissimi istanti, prima è Matera ad avere il match point sprecato da Grande, è invece Romani a trovare i due punti decisivi imbeccato dall’ennesimo assist di un Lovatti sempre più trascinatore.
Finisce 86-88 con i biancoazzurri che possono festeggiare un successo clamoroso che dà serenità e consapevolezza nei propri mezzi in vista della seconda trasferta consecutiva domenica a Monteroni di Lecce.

 

 

Parziali: 28-27, 50-47, 69-68, 86-88
Arbitri: Roca e Rodia di Avellino
Spettatori: 500

Matera: Ba 3, Grande 11, Laudoni 14, Lestini 36, Cantagalli 6, Crotta 2, Zampolli 14, Ravazzani, Loperfido. All.re Miriello

Malloni PSE: Piccone 2, Catakovic 12, Cernivani 15, Balilli, Lodico, Fiorito 9, Trovato, Lovatti 20, Romani 19, Brighi 11. All.re Domizioli

 

Commenta
(Visited 47 times, 1 visits today)

About The Author