La Mens Sana Ciaurri Mesagne batte Brindisi e si allontana dalla zona calda

MENS SANA CIAURRI MESAGNE – ASSI BRINDISI 0 80 – 64
MENS SANA CIAURRI MESAGNE: Dipietrangelo 8, Calia 5, Masi 16, Spagnolo 23, Rosato 9, Passante 11, Giorgio, Cavallo 6, Murra 2, Falcone. Allenatore: Angelo Capodieci.
ASSI BRINDISI: Dell’Anno 2, Avallone 13, Gervasi 2, Roma 4, Risolo 8, Profico 6, Piliego A., Piliego C. 16, Zarcone 13, Agresta. Allenatore: P. Sarli.
Parziali: 14-11 22-18 2-28 23-7
Arbitri: Pellegrini e Acella.
La Mens Sana Ciaurri Mesagne batte l’Assi Brindisi, nel  secondo derby in soli otto giorni, e si allontana dalla zona calda della classifica. Non è stato facile per i ragazzi allenati da Angelo Capodieci avere la meglio sulla formazione brindisina, vittoria conquistata solo nell’ultima parte dell’incontro. Infermeria sempre piena, quella mensanina, con Masi, Rosato, Falcone e Gualano alle prese con infortuni. Per l’incontro con l’Assi stringono i denti tutti gli infortunati, tranne Gualano ancora influenzato. Passante si presenta in campo con una vistosa fasciatura sulla testa che protegge la ferita lacero contusa rimediata nel derby della scorsa settimana. Coach Capodieci utilizza i disponibili tramite il bollettino medico e manda in campo Spagnolo, Dipietrangelo, Murra, Calia e Passante, mentre coach Sarli schiera Avallone, l’ex di turno Risolo, Profico, Piliego e Zarcone. Parte forte l’Assi ed è subito 0-5 con Zarcone e Risolo, Cavallo rileva Calia con problemi ad una lente, Masi, nonostante la limitazione dovuta all’infortunio, viene mandato in campo, mentre Spagnolo accorcia le distanze. Si realizza con il contagocce e il primo quarto si chiude con i padroni di casa in vantaggio 14-11. Nel secondo periodo continua l’equilibrio tra le due formazioni, il giovane Rosato cerca di scuotere dal torpore i compagni piazzando tre triple in meno di otto minuti e portando il vantaggio sul 30-21. Il Brindisi non molla, Zarcone e Roma provano a rientrare, ma il secondo quarto si chiude con i mensanini in vantaggio 36-29. Durante l’intervallo la società della Mens Sana Mesagne rivolge un saluto ad Alessandro Risolo, protagonista dell’ultimo incontro della sua carriera in quel palazzetto che lo ha visto muovere i primi passi e poi interprete di tantissime battaglie. Al rientro in campo i padroni di casa continuano a commettere tanti errori e l’incontro non decolla. Il pareggio sul 42-42 mette paura al Mesagne facendogli rivivere i fantasmi delle recenti sconfitte. Masi viene fuori autorevolmente con sette punti consecutivi, ma Avallone batte agevolmente la lenta difesa locale. I tiri liberi  di Risolo chiudono il terzo quarto sul 57-57. Nell’ultimo periodo la Mens Sana imprime una forte accelerazione alla quale il Brindisi non risponde. Dipietrangelo e Masi riportano in vantaggio i locali, solo Avallone e Risolo provano a resistere, ma la tripla di Passante e i tiri liberi di Spagnolo mettono in cassaforte il risultato, ribaltando anche la differenza canestri. Un passo indietro per i ragazzi di coach Capodieci rispetto alle ultime giornate, giustificato dalla sequenza di infortuni che non permettono allenamenti a ranghi completi. Con questa vittoria la Ciaurri Mesagne scala la classifica verso una posizione tranquilla. Il prossimo turno vedrà i mensanini impegnati con la Virtus Taranto, sabato alle ore 18:00 presso il palazzetto dello sport di san Giorgio Jonico.
Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author