La Mens Sana Mesagne alza bandiera bianca contro Corato

MENS SANA CIAURRI MESAGNE – BASKET CORATO = 58 – 81
MENS SANA MESAGNE: Dipietrangelo 6, Calia 10, Masi 20, Gualano, Rosato, Passante 7, Giorgio 5, Giardino n.e, Murra 6, Falcone 4. Allenatore: Mauro Potenza.
BASKET CORATO: Mascoli 10, Castoro 17, Grimaldi 22, Leoncavallo 14, Armenise 5, Riitano, Marcone, Amendolagine 3, Gatta 2, Zecca 8. Allenatore; M. Verile.
Parziali: 21-25 20-19 9-20 8-17
Arbitri: Gaballo e D’Errico di Taranto.
Dura oltre due quarti la resistenza della Mens Sana Mesagne, prima di alzare bandiera bianca al cospetto del Basket Corato, regina incontrastata del campionato. I mensanini si presentano anche per questa gara con i soliti problemi che hanno condizionato tutto il girone di andata, fuori ancora Spagnolo per squalifica e indisponibili Cavallo e Caroli, mentre Dipietrangelo è in campo anche se febbricitante. Nel Corato esordio di Zecca, ex Assi Brindisi, che sostituisce Di Salvia infortunato. Coach Capodieci schiera Calia, Masi, Gualano, Passante e Dipietrangelo, mentre coach Verile risponde con Castoro, Grimaldi, Leoncavallo, Armenise e Gatta. Proprio Gatta apre le marcature per gli ospiti, ma Dipietrangelo e Calia portano in vantaggio i padroni di casa. La Mens Sana difende forte sulle bocche di fuoco coratine e in attacco trova buone soluzioni coinvolgendo tutti i presenti in campo. Nel Corato Grimaldi e Leoncavallo rispondono ai locali, Falcone sostituisce Gualano e Murra entra al posto di Calia. Castoro e Armenise provocano il primo vantaggio ospite e la tripla di Giorgio chiude il primo quarto con il Corato in vantaggio 21-25. Nel secondo quarto permane l’equilibrio tra le due formazioni. Murra e Masi battono la difesa ospite, mentre Giorgio abbandona definitivamente il campo per infortunio. La capolista conduce con uno scarto minimo grazie alle buone iniziative di Leoncavallo che sfrutta kilogrammi e centimetri sotto canestro. La tripla di Zecca porta i compagni al massimo vantaggio (38-44), ma il canestro da tre punti di Calia chiude il parziale sul 41-44. Al rientro in campo, dopo il riposo lungo, la capolista continua a mantenere un leggero vantaggio, al solito Grimaldi si  aggiunge la buona prova di Mascoli. La Mens Sana si disunisce e concede facili conclusioni agli avversari, un parziale di 2-12 innesca l’allungo del Corato, il Mesagne prova a rientrare, ma le energie spese e le ridotte rotazioni non producono gli effetti sperati. Masi continua a lottare, ma per i padroni di casa il canestro diventa piccolissimo ed il terzo quarto si chiude con i baresi in vantaggio 50-64. Nell’ultimo quarto il Corato controlla facilmente l’incontro, il Mesagne perde lo smalto dei primi due quarti mettendo a referto  solo otto punti nel parziale. Vince meritatamente il Basket Corato che mantiene l’imbattibilità e la testa della classifica. La Mens Sana Mesagne, almeno per i primi due quarti, ha dimostrato i progressi evidenziati nella vittoriosa trasferta di Monopoli. Il rientro di Spagnolo e Cavallo aiuteranno i mensanini per raggiungere una salvezza senza grossi affanni. Il prossimo turno vedrà Masi e compagni impegnati a Brindisi, sabato Palazumbo ore 18:00, contro l’Aurora.
Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author