Amendolia Milazzo - Nova Virtus Ragusa, pregara

Milazzo: contro la Nova Virtus Ragusa vietato sbagliare

Settimana di duro lavoro per i ragazzi di coach Fiasconaro che, dopo il derby perso contro Patti, troveranno come avversaria la Nova Virtus Ragusa. Entrambe le squadre hanno raccolto solo 2 punti durante questa prima fase di campionato e sicuramente daranno vita ad una bella gara per portare a casa la vittoria. La Nova Virtus Ragusa affronterà questa partita con entusiasmo, dopo la prima vittoria stagionale di domenica scorsa contro la New Team Crotone 2000, ma dall’altra parte ci sarà un Milazzo che, dopo un ciclo negativo di sconfitte, sarà voglioso di rivalsa. Abbiamo analizzato il momento della squadra con coach Fiasconaro che ha tracciato la sua analisi in vista di questo importante match.

Come sta la squadra in vista della gara di domenica?

Siamo sempre alle prese con problemi di vario tipo a cui dobbiamo far fronte, Hamidu Rahman soffre un fastidio ad entrambe le ginocchia, Agostino Li Vecchi ha avuto qualche problema familiare mentre Scilipoti ha dovuto saltare qualche allenamento per via del lavoro. Facciamo, come sempre, di necessità virtù, ci siamo allenati bene sfruttando anche le amichevoli della settimana contro la Torrenovese e la Nuova Agatirno martedì e contro la Peppino Cocuzza giovedì. Ci siamo preparati bene alla partita anche se non abbiamo avuto modo di curare benissimo, o meglio non come fatto nelle precedenti occasioni, l’organizzazione tattica. 

Dopo un avvio di stagione difficile, dove abbiamo incontrato quasi tutte le squadre migliori del girone, affronteremo in casa un avversario più abbordabile sulla carta. Cosa ne pensa della Nova Virtus Ragusa?

È una squadra ben organizzata e ben allenata, ha molti talenti nel roster anche se è una formazione molto giovane. È una partita che non possiamo permetterci di perdere e i ragazzi lo sanno e si stanno dedicando con molto impegno in allenamento, vedremo di fare il meglio possibile. 

La città progressivamente sta iniziando ad appassionarsi a questo sport e a questa squadra in particolare. Che clima si aspetta domenica? 

Mi aspetto il solito bel clima come contro la Costa D’Orlando e contro Cefalù caldo e vicino alla squadra. Adesso incontriamo squadre sulla carta più abbordabili dopo un inizio che ci ha riservato, oltre a quattro trasferte e solo due gare casalinghe, le squadre più forti del girone quindi dovremmo fare del nostro meglio per  poter non solo giocare bene ma anche mettere punti che è la cosa più importante. 

Giovanni Costa

Ufficio Stampa

Amendolia Assicurazioni

Basket Milazzo


 

Tonificata dalla prima vittoria stagionale, conseguita nell’anticipo di una settimana fa al PalaPadua contro Crotone, la Nova Virtus affronta con rinnovato entusiasmo la trasferta di domenica prossima a San Filippo del Mela, la cittadina tirrenica che ospita le gara interne del Minibasket Milazzo (oltre che della locale formazione del Cocuzza).

Un campo, quello “Filippese”, che nella passata stagione portò molto bene alla Nova Virtus che vinse tanto contro il Milazzo, quanto contro il Cocuzza. Domenica prossima (ore 18.30, arbitri Rosa Anna Nocera di Catanzaro e Roberto Viglianisi di Villa San Giovanni) la Nova Virtus tenterà di nuovo l’impresa, anche perché quella del Minibasket Milazzo è squadra abbastanza abbordabile, benché forte di un grande ex, come Agostino Li Vecchi, svezzatosi 25 anni fa proprio a Ragusa. Ma coach Massimiliano Fiasconaro può contare anche su due play tanto giovani quanto talentuosi, quali Simone Sofia e John Rath, oltre che sul lungo “scuola Viola Reggio Calabria”, Dario Scozzaro, mai esploso, ma sempre molto pericoloso. Senza contare la giovanissima torre rappresentata dai 212 centimetri di Hamidu Rahman. Poi i temibili giocatori locali, in particolare il battagliero Christian Italiano e l’esperto Alessio Cassisi.

La Nova Virtus, invece, dovrà fare certamente a meno di Andrea Sorrentino, ma soprattutto con le condizioni assai precarie del giovane pivot Peppe Cascone e dello stesso Davide Boiardi che ha saltato tutta la settimana di allenamenti per un problema fisico. Idem per capitan Alessandro Sorrentino, in verità, fuori sede per impegni professionali, rientrato solo oggi e, comunque, a corto di allenamento.

Insomma, la Nova Virtus non sarà al top della forma e della condizione, ma certamente non vorrà lasciarsi sfuggire l’occasione per tentare di fare il bis. La grande intensità difensiva e la reattività dimostrate contro Crotone da tutta la compagine, la voglia di rivalsa dei vari Licitra, Iabichella, Girgenti  e Canzonieri (eccellenti contro i calabri) lasciano ben sperare in tal senso: il comando d’obbligo, quindi, è quello di risalire pian piano la china.

Ufficio stampa Nova Virtus

Giorgio  Antonelli 

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author