La Novipiù Casale ha perso la continuità

Fin dalle prime battute la partita è sui binari di Trapani, nonostante la Novipiù cerchi di rimanere aggrappata alla partita il più possibile. Ma Mays e Renzi non perdonano e la partita finisce 83-67 in favore dei padroni di casa.

Il primo canestro è la tripla di Mays, ma è pronta la risposta di Bray. Trapani cerca di aumentare il ritmo della partita e dopo 3’ il punteggio è 10-4. La Novipiù ha difficoltà nell’essere precisa a canestro, ma mantiene alta la difesa e il canestro di Martinoni prima e di Tomassini dopo segnano il 15-8 a 3’ dal termine. Ancora Martinoni cerca di trascinare i suoi e la tripla di Tomassini segna il -4 (17-13) ospite. Trapani va a segno con Renzi, Casale risponde ancora con un ispirato Tomassini e il quarto finisce 21-15.

Secondo quarto che inizia con il canestro di Renzi e con Trapani in piena carica agonistica, 28-17 dopo 2’. La Novipiù non riesce a trovare la reazione giusta e i padroni di casa ne approfittano per allungare nuovamente il vantaggio.  È Tomassini a sbloccare la situazione rossoblu segnando dalla media distanza, ma Ganeto segna entrambi i liberi e a metà quarto il punteggio è 35-21. Casale ci prova ancora con Tomassini dalla lunetta, ma Trapani continua a condurre il gioco andando a segno con Okoye e con Mays. La Novipiù le prova tutte per restare in partita, con le triple prima di Bray e poi di Johnson, ma Mays è inarrestabile e si va all’intervallo lungo sul 46-31.

Alla ripresa, Okoye sbaglia entrambi i liberi ma la Novipiù non riesce a trovare precisione al tiro e i primi punti del quarto sono ad opera di Trapani. Bray segna invece il primo canestro rossoblu, portando il punteggio sul 49-35 dopo 3’. Trapani non demorde e va asegno con Renzi, ma la Novipiù ci crede e lo dimostrano il canestro di Fall e la tripla di Natali: 53-42 a 4’ dal termine. Il ferro nega la tripla a Bray, ma Martinoni è cinico dalla lunetta e cerca di dare la carica ai suoi e Tomassini risponde subito presente e chiude il quarto sul 60-47.

Ultimo quarto che inizia con il canestro di Bray e con Trapani che continua a mantenere però un solido vantaggio: 64-49 dopo 3’. Renzi realizza entrambi i liberi e Chessa va a segno dalla lunga distanza, sotto gli occhi di una Novipiù che non riesce a trovare la forza di reagire. Johnson prova a dare una scossa, ma Trapani continua a essere più precisa al tiro: 72-51 a metà quarto. Ancora Johnson dalla lunga distanza, imitato da Bray riducono il gap, ma ci pensano ancora una volta Renzi e Chessa a segnare per i granata. Casale, nonostante Mays, non vuole mollare e va a segno ancora una volta con Bray e Martinoni, ma è troppo tardi. Finisce 83-67.

  

LIGHTHOUSE CONAD TRAPANI – NOVIPIU’ CASALE: 83 – 67  (21-15, 46-31, 60-47)

LIGHTHOUSE CONAD TRAPANI: Mays 20, Renzi 22, Gloria 4, Okoye 7, Chessa 13, Molteni, Ganeto 8, Costadura, Viglianisi 4, Filloy 5. All. Ugo Ducarello

NOVIPIU’ CASALE: De Nicolao ne, Bray 19, Tomassini 18, Natali 6, Johnson 8, Martinoni 12, Vangelov, Ruiu, Fall 4, Valentini. All. Ramondino

 

 

LE DICHIARAZIONI

 

Coach Ramondino – Trapani ha vinto con merito, ha giocato con grande aggressività e determinazione entrando subito in partita e sono stati bravi a fare canestri anche allo scadere dei 24’’. Serviva da parte nostra altrettanta cattiveria e aggressività, soprattutto quando ogni partita può essere decisiva per allontanarsi dalle zone calde. Oggi era un occasione per mettere un mattoncino in più nonostante fosse una partita difficile. Questi alti e bassi tra una partita e l’altra e all’interno della stessa partita, penso siano un virus a questo punto che comunque cercheremo di combattere fino al termine della stagione. Non abbiamo riproposto la stessa determinazione avuta contro Latina e ci siamo un po’ spenti quando Trapani ci ha portato a strategie che non usiamo, come Renzi lontano da Fall e Martinoni o Okoye e Filloy staccati da Natali e Ruiu, costringendoci a finire l’azione di giocatori che non sono i nostri terminali officiali. La difesa non troppo aggressiva è l’indicatore tecnico dell’approccio precedente: Mays all’inizio ha fatto due canestri difficili ed erano situazioni in cui si poteva evitare che lui ricevesse la palla. Questo è uno sport di squadra, se cerchiamo i limiti nel singolo non va bene, se la squadra è tale deve sopperire ai limiti del singolo giocatore. Se un giocatore ha un calo, lo si può imitare o cercare di dare ancora di più, a noi manca questo: dare una scossa nel momento di difficoltà”.

Coach Ducarello –Ringrazio tutta la squadra per lo sforzo fatto. Questi sono ragazzi fantastici che danno l’anima con tutte le difficoltà che ci sono e con squadre che possono essere più forti. L’obiettivo era dare un approccio importante alla partita e recuperare qualcosa che avevamo smarrito. È contato il cuore di tutti: ciascuno ha lavorato con intensità su ogni possesso, limitando l’attacco di Casale. Abbiamo creato molto dal punto di vista offensivo, creando ben 15 assist. Ci siamo passati la palla muovendo molto la difesa ospite e troviamo sempre un buon tiro anche dal perimetro. Il punteggio non è mai stato in discussione per l’ottimo impatto in difesa e perché abbiamo avuto la possibilità di avere tiri aperti realizzandoli e molti contropiedi. Faccio i complimenti a Casale perché so cosa significa avere continui infortuni e trovarsi in quella posizione in classifica che, come noi, non si meritano”.

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author