La Novipiù strappa la vittoria a Casalpusterlengo

La partita sembra non essere favorevole alla Novipiù che chiude i primi due quarti in svantaggio, ma al rientro dall’intervallo i ragazzi di coach Ramondino mettono in campo la giusta carica e infiammano letteralmente il PalaFerraris che gli regala una standing ovation a partita conclusa.
Match che si sblocca dopo più di 2’ con una tripla di Bray, a cui risponde Poletti da sotto canestro. Anche Natali mette la firma dalla lunga distanza e a metà primo quarto il punteggio è 10-5. Poletti segna solo uno dei 2 liberi a sua disposizione e Tomassini aumenta il gap di vantaggio, 13-6 quando mancano dopo 6′. Sandri e Poletti riportano l’Assigeco a -1 (14-13), a 2’ dal termine. La tripla realizzata da Jackson fa concludere il quarto sul 16-20.
Secondo quarto che riprende con il canestro di Bray e l’imminente risposta di Austin. Natali va ancora a segno e dopo 2’ il punteggio è 20-23. Il canestro di Vencato obbliga coach Ramondino a chiamare il primo time out della partita. La Novipiù non riesce più a trovare la via del canestro, a metà quarto l’Assigeco conduce 20-29. Bray da sotto canestro cerca di ridare la giusta carica ai suoi, ma Sandri è fulmineo dalla lunga distanza, regalando il massimo vantaggio agli ospiti: 22-32 a 2’ minuti all’intervallo lungo. Bray prima e Tomassini dopo ricuciono parzialmente lo svantaggio, Fultz però non ci sta e si va all’intervallo lungo sul punteggio di 29-39.
Al rientro, primo canestro ancora una volta rossoblu con Fall, a cui rispondono Fultz e Jackson. Blizzard realizza dall’arco e la Novipiù si stringe in difesa: 39-46 dopo 3’. Entrambe le squadre hanno difficoltà nell’andare a canestro; ma Bray dalla lunetta realizza entrambi i liberi, e dopo 6’ il punteggio è 41-49. Tomassini prima e Saunders poi ridanno fiato a Casale, portandola sul -5 (46-51). Casale ha ingranato la marcia con Bray, Saunders e Blizzard che con 3 triple consecutive, fanno chiudere il quarto sul 57-51 in un PalaFerraris incandescente.
Ultimo quarto che inizia con un solo tiro libero realizzato da Jackson, a cui risponde Saunders. La Novipiù stringe al massimo le maglie della propria difesa e il canestro di Tomassini sancisce il primo massimo vantaggio casalese sul 61-52 dopo 3’. Jackson dall’arco prova a riportare l’Assigeco in scia, ma Saunders risponde ancora una volta da 3, a 4’ dal termine, però gli ospiti si riportano sul -2 (64-62). Casale vuole portarsi a casa questa vittoria e la schiacciata di Fall e il canestro con fallo di Bray ne sono la dimostrazione: finisce 74-66.

NOVIPIU’ CASALE – ASSIGECO CASALPUSTERLENGO74 – 66  (16-20, 29-39, 57-51)

NOVIPIU’ CASALE: Saunders 11, De Nicolao, Bray 20, Tomassini 8, Natali 13, Blizzard 9, Denegri ne, Vangelov 4, De Ros ne, Ruiu ne, Fall 9, Valentini ne. All. Ramondino

ASSIGECO CASALPUSTERLENGO: Chiumenti 6, Poletti 16, Fultz 5, Vencato 5, Sandri 15, Bordato ne, Donzelli ne, Rossato, Austin 6, Jackson 13. All. Finelli

Le dichiarazioni dopo la vittoria contro Casalp.

Ecco le parole di coach Ramondino dopo la vittoria contro Casalpusterlengo: «Faccio una premessa. Dall’inizio della stagione ho provato a lanciare il messaggio di non trovare mai alcun tipo di alibi. Ma certe volte non viene riconosciuto ai nostri giocatori quello che stanno facendo. E 9 vittorie nel girone di andata sono a parer mio straordinarie. Noi non siamo certamente supereroi, ma la partita di oggi è stata eroica. Anche perché stiamo passando un momento non facile, l’ultima tegola l’assenza di Martinoni. A parte questo, la partita dioggi era molto complicata per l’ottima organizzazione di gioco di Casalpusterlengo. Loro sono stati bravi a trovare canestri anche difficili e secondo me i canestri da 3 da parte nostra nel secondo tempo, in particolare quelli di Saunders, sono stati la svolta della partita. Grande impatto emotivo poi per il passaggio a zona – e per questo suggerimento ringrazio molto Andrea Valentini. Mi complimento quindi ancora una volta con i miei giocatori per la loro capacità di limitare i danni e di non sgretolare il gruppo nel momento più difficile della gara. Situazione Martinoni: domani farà degli accertamenti e la speranza è il suo problema sia meno grave del previsto perché è un elemento fondamentale per noi. Ora dobbiamo andare a Roma e dimostrare grande energia e carattere».

Ora le impressioni post gara dell’inglese Will Saunders: “Siamo partiti un po’ più lenti ma il coach ha dato fiducia a tutti soprattutto a me e Blizzard e ci ha detto di seguire gli schemi dell’allenamento. Questo ci ha dato fiducia e ci siamo liberati mentalmente, riuscendo a sbloccarci. Il coach mi è stato molto d’aiuto, perché ha continuato a dirmi di essere positivo anche quando la palla non entrava e di continuare a provare e, alla fine, i risultati sono arrivati”.

E infine, quelle del coach lombardo Finelli: «A Casale mancava Martinoni e mentalmente è stato per noi un vantaggio. Prima parte di gara approcciata correttamente da parte nostra, ma abbiamo mancato di lucidità verso la fine del terzo quarto, quando si è accesso Blizzard. Li abbiamo perso il feeling con la partita, poi abbiamo comunque avuto la capacità di riagguantare il pari, ma Casale ha chiuso molto bene l’area e noi abbiamo anche avuto percentuali basse dai tiri liberi rispetto ai nostri standard. Detto questo, faccio i complimenti a Casale e a coach Ramondino. Noi usciamo con la consapevolezza che, con una partita di maggior spessore, saremmo potuti uscire dal PalaFerraris con i 2 punti».

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author