La Pallacanestro Don Bosco Livorno esordisce alla grande in amichevole contro San Miniato

Sono bastati pochi minuti dopo la palla a due per far saltare i tanti spettatori del PalaMacchia sui loro seggiolini: Jacopo Lucarelli riceve palla in angolo, il difensore lo marca stretto, Jacopo finta a destra con la palla e con il corpo, sposta l’equilibrio del difensore quel tanto che basta per prendere spazio sulla linea di fondo, bruciarlo con il primo passo e in un’ esplosione atletica, inchiodare una schiacciata pazzesca. Il talento del giovane livornese, se il buongiorno si vede dal mattino, farà divertire non poco i tifosi della Pallacanestro Don Bosco Livorno in questa stagione 2015-2016, oramai alla porte. Oggi la squadra di coach Quilici affrontava il primo impegno, non ufficiale, dell’anno contro la neo promossa San Miniato, una formazione che i labronici si troveranno di fronte anche in campionato. E i padroni di casa si sono aggiudicati il match, nonostante le assenze precauzionali di Ravazzani, Artioli e Creati, per 62 a 57. Una gara, come ovvio che fosse, del tutto sperimentale per entrambe le compagini, ma che ha mostrato qualcosa del prossimo futuro; in particolare Marco Perin, già ampiamente a suo agio come leader perimetrale della squadra, bravo sia in fase di regia che di finalizzazione. E poi i “soliti” giovani d’oro della scuola Don Bosco che continuano a migliorare giorno dopo giorno. Certo c’è ancora molto da lavorare, ma quello intravisto oggi al PalaMacchia da circa un centinaio di tifosi (presenti nonostante il caldo) è sicuramente un bel potenziale. E se il buon giorno si vede dal mattino…

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author