La Pallacanestro Trinità ritrova la rotta, sconfitto il Basket Team Stabia

Una partita sulle montagne russe. La Pallacanestro Trinità scappa via fin dall’incipit della sfida contro il Basket Team Stabia, subisce la rabbiosa reazione del quintetto allenato da Ciro Gusmano per poi riprendere definitivamente in mano la partita negli ultimi 5′. L’inizio del quintetto allenato da Gennaro Durante è sontuoso: i fratelli Sandro e Gianluca De Vita (54 punti in due) operano il primo strappo, consegnando alla Pallacanestro Trinità la doppia cifra di vantaggio al primo intervallo (21-6). Gli stabiesi faticano oltremodo sia in difesa – i bianco-azzurri prevalgono sistematicamente sul perimetro così come nelle situazioni di isolamento – sia nella metà campo offensiva, complice una circolazione di palla macchinosa (i giallo-neri segneranno appena due canestri dal campo nella frazione d’apertura). Trinità ha chiaramente il comando delle operazioni (massimo vantaggio sul 31-9 ad inizio secondo periodo), ma alza troppo presto le mani dal manubrio. Questo calo d’intensità giova al Basket Team Stabia, che poco a poco entra in partita grazie alla rimarchevole prestazione in attacco di Marco Starace (28 punti totali) e di Alessandro Amendola (19 per l’ala piccola classe 1991), peraltro consolidata da una difesa a tutto campo che mette in difficoltà i salernitani. Nel finale di quarto, infatti, i partenopei infliggono alla formazione salese un break di 20-8 che vale il -10 all’intervallo lungo (39-29). Ripresa del gioco intensissima: ritmi elevatissimi, tiratori ispirati da una parte (Gianluca De Vita) e dall’altra (Starace ed Amendola). La Pallacanestro Trinità prova a più riprese la fuga, mandando presto in bonus gli avversari, ma gli stabiesi – che hanno riscontri positivi anche dagli uomini del secondo quintetto – rintuzzano il colpo. All’ultimo riposo, il tabellone segna +10 per gli uomini di Durante. Ultimo quarto: una tripla di Starace ed un canestro di Amendola valgono il -5 (60-55). Tocca ai due veterani del gruppo ed al solito Ernesto Baldi (10 punti per la guardia bianco-azzurra) chiudere il discorso. La zona 2-3 – prezioso l’apporto dei fratelli Campaiola in difesa – ed un fisiologico calo degli stabiesi fanno il resto: Trinità passa all’incasso per la seconda volta in stagione (80-70 il finale). Dopo la sosta prevista dal calendario nella prossima fine settimana, il club presieduto da Luigino Mele renderà visita alla Reale Mutua Portici, sconfitta nella partita di cartello della terza giornata dall’imbattuta capolista Polisportiva Folgore Nocera.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author