La Renzullo Sarno sbanca a fatica Monte di Procida: finisce 65-73

Ieri sera al Palazzetto dello Sport Pippo Coppola di Monte di Procida la sfida contro la capolista Sarno è stata entusiasmante, e i ragazzi di Coach Niero hanno provato a fare la voce grossa contro “Golia”.

Pronti via, Sarno parte fortissimo, ma la Virtus Monte di Procida non vuole essere l’agnello sacrificale della domenica e prova a far valere la legge del PalaPippo, dove si è subito poco o nulla durante tutto il campionato, 3 sconfitte fino a ieri, ma i sarnesi forti di un roster di altra categoria prendono il largo e terminano il primo quarto con il punteggio di 14-28.

Partenza monstre a inizio secondo quarto per i ragazzi in bianco-blu che ricuciono il distacco grazie all’inossidabile Innocente, e ad una difesa asfissiante che non consente alle bocche di fuoco della Renzullo Sarno di nuocere. Ma coach Parrillo e i suoi rimettono la freccia e tentano lo strappo, che con puntualità viene ricucito dai padroni di casa. Risultato alla sirena dei 20 minuti è 30-39.

Terzo quarto che vede accendersi il pubblico di Monte, e sulle ali dell’entusiasmo i ragazzi della Tech Trade Monte di Procida fanno capire che chiunque sia l’avversario, al PalaPippo bisogna sudare sette camicie per vincere, si arriva a meno 7, con Sarno quasi alle corde, ma Beatrice play/guardia della Renzullo nel momento più nero per la capolista piazza una tripla che spegne un po’ gli entusiasmi dei padroni di casa che ricacciano i padroni di casa sotto di 15. Finisce così il terzo quarto.

Ultimo quarto che vede i viaggianti provare a chiudere la partita, ma Monte, in questa partita butta il cuore oltre l’ostacolo e ricuce di nuovo il gap arrivando a meno 5, a 5 minuti dalla fine. Il palazzetto diventa una vera e propria bolgia, e Monte prova a fare il colpaccio. Caresta, 16 punti per lui a referto, penetra e subisce fallo; la palla danza sopra il ferro ed esce. Due tiri liberi, che il giovane play sbaglia data la stanchezza. Innocente intanto si becca con l’ala grande della Renzullo Marmugi e l’arbitro gli chiama tecnico, che costa a “Super Mario” l’uscita anticipata dal parquet. Sarno gestisce gli ultimi minuti della partita con autorevolezza e porta a casa i due punti.

Finisce tra gli applausi del PalaPippo la gara con la Virtus sconfitta dalla capolista Sarno per 65-73. “Partita importantissima per la nostra crescita e per la consapevolezza che il lavoro in palestra paga, peccato avere avuto Regio infortunato per tutto il corso della gara. Da martedì però per noi inizia il nostro campionato. Ci saranno tre partite che ci diranno dove vuole arrivare il gruppo. Stasera ho visto i miei ragazzi superare ogni aspettativa, ma non voglio cali di concentrazione. Domenica andiamo a Cercola, partita che ci dirà chi siamo realmente. Ci sarà da sudare ancora, ma se scendiamo con la consapevolezza dei nostri mezzi sarà dura per chiunque batterci.” Così coach Niero ha commentato a caldo la partita, e ha fatto capire a tutto l’ambiante virtussino che la strada è ancora in salita, ma che ci sono stati dei segnali importanti.

Tech-Trade Monte di Procida 65

Regio 0; Scaletta 0; Capuano 0; Lucci 7; Lubrano 7; Caresta 16; Innocente 30; Gaeta 2; Testa 3; Staiano 0. Coach Angelo Niero

Renzullo Pallacanestro Sarno 73

Beatrice 10; Moccia 16; Dispinzeri 3; Lentini NE; De Meo 0; Iannicelli 7; Rusciano 2; Diop 9; Chiavazzo 23; Marmugi 3. Coach Adolfo Parillo

Fonte: Tech-Trade Monte di Procida

Commenta
(Visited 181 times, 1 visits today)

About The Author