La Reyer perde in casa dopo un supplementare contro l'Aek Atene, la Betaland scivola contro lo Chalon

Nella 2° giornata di Basketball Champions League la Reyer si arrende dopo un’overtime tra le mura amiche contro i greci dell’Aek Atene , mentre la Betaland cade nuovamente in trasferta contro i francesi dello Chalon, dopo la gara persa contro il Gaziantep.

Venezia – Aek Atene 101-103

Il primo tempo – La Reyer approccia bene la partita, riuscendo ad andare avanti senza però prendere in modo netto il largo. Il primo quarto si chude sul +6 per la squadra campione d’Italia, dopo la realizzazione dalla lunga distanza di Bramos. Nel secondo periodo nessuna delle due riesce ad attrarre l’inerzia a proprio favore ed infatti al 25′ il punteggio dice +1 per la squadra della laguna. Si va all’intervallo lungo sul 38-34 per Venezia con il 2/2 di Orelik dalla linea della carità.

Il secondo tempo – Nella terza frazione la Reyer riesce a tenere la testa della partita senza però riuscire a dare la spallata decisiva, al 10′ dal termine infatti il punteggio dice +4 per la squadra di De Raffaele. Nell’ultimo periodo la Reyer allunga sul +7 con il layup di Peric, ma i greci non mollano e nel finale firmano il sorpasso con il 2/2 di Green dalla lunetta, provando a fare un bello scherzetto ai veneziani, ma non basta perchè i padroni di casa impattano sul 85-85 e quindi si va all’overtime. Nel supplementare i greci ritornano avanti, ma l’Umana non ci sta ed impatta ancora una volta sul 99-99 con la tripla di Johnson. Il finale però è 101-103 per gli ospiti con il canestro decisivo di James. Alla Reyer non bastano i 25 di Orelik e i 20 di Johnson. Per l’Aek il migliore è l’ex di giornata Mike Green con 23 punti.

Parziali : (21-15,38-34, 64-60, 85-85)

 

Chalon – Capo d’Orlando 67-55

Il primo tempo – I padroni di casa pronti via siglano un 5-0 di parziale con Gillet e Smith, ma la Betaland si scuote e trova il primo vantaggio sul 6-5 con l’1/2 di Delas. La gara però non si accende, si segna poco e a dominare in primis è l’equilibrio. Al 10′ infatti, è perfetta parità sul 13 pari dopo il canestro di Wojciechowski  Nella prima parte della seconda frazione la situazione non cambia, lo Chalon però decide di aumentare l’intensità in attacco e chiude il primo tempo avanti  sul 36-28 con Camara.

Il secondo tempo- In avvio di ripresa la Betaland  accorcia sul meno quattro con Atsur, ma i francesi non si sfaldano e allungano sulla doppia cifra di vantaggio con Smith, chiudendo al 30′ avanti di quattordici lunghezze, dopo il canestro da due di Gillet. La squadra di coach Di Carlo però grazie ad una grande reazione d’orgoglio riapre il match, accorciando sul meno quattro con Delas, che realizza da due, ma nuovamente i transalpini riescono a scappare sul 58-48 con la “bomba” di Joseph. Lo Chalon nel finale gestisce il vantaggio senza difficoltà, ottenendo la prima vittoria europea dopo la sconfitta contro il Neptunas. Il match termina 67-55 con il 2/2 di Smith a cronometro fermo , il quale chiude con 25 punti. Ai siciliani non bastano i 12 di Alibegovic.

Parziali (13-13,36-29,48-34)

 

 

 

 

Commenta
(Visited 51 times, 1 visits today)

About The Author

Lorenzo Lubrano Nato il 22-08-1996 a Legnano (Mi), ho conseguito il diploma di liceo linguistico, frequento il primo anno di Linguaggi Dei Media (Università Cattolica Milano), ho giocato a basket per 8 anni, collaboro con la web radio milanese RadioBlaBla dove conduco una trasmissione dedicata al basket.