LA SACES MAPEI GIVOVA LOTTA MA DEVE ARRENDERSI IN EUROCUP

E’ la partita che assegna il primato del gruppo G della Eurocup quella che si disputa nella cornice di un PalaVesuvio pieno di colori ed entusiasmo: avversario è la squadra ungherese dell’Aluinvent Miskolc che come la Dike ha collezionato due successi nelle partite precedenti. Il quintetto di partenza di Ricchini vede la rinuncia a Petronyte per dare spazio alle invenzioni di Quinn, Ivezic e Bocchetti. Burdick insieme ad Achonwa coprono perfettamente il pitturato e così l’inizio della Dike è spettacolare con Bocchetti che è protagonista di tutti i massimi vantaggi: 4-0, 17-7, 22-10. La Saces Mapei Givova controlla senza affanni tutto il quarto che si chiude sul 24-12 e con l’inerzia decisamente dalla propria parte. Il secondo parziale vede l’ingresso in campo di Petronyte e Minichino che servono a Ricchini per aumentare le rotazioni ed a mantenere alto il ritmo: ma la maledizione sui playmaker di casa Dike quest’anno mette anche il giovane numero quattro napoletano fuori partita per un infortunio al ginocchio. Nel frattempo l’Aluinvent rosicchia un po’ alla volta tutto il vantaggio della squadra di casa ed il canestro di Balint da tre punti segna addirittura il sorpasso (27-29 al quarto minuto). La gara sembra aver cambiato il proprio padrone perché Szecsi, Horvath ed una scatenata Rasheed (15 pt. per lei all’intervallo) fanno volare le ungheresi sul 29-40 che chiude il primo tempo della partita. Recuperare lo svantaggio è compito particolarmente difficile per la Saces Mapei Givova anche perché neanche Fassina riesce a scendere in campo: il terzo quarto (45-53 il finale) scorre lento ma le buone iniziative di Ivezic e la vittoria del parziale del tempo (16-13) serve a rimandare agli ultimi dieci minuti la parola conclusiva sull’esito della contesa. Servono solo tre minuti per scaldare il palazzetto; il break di 7-0 con cui Burdick ed Achonwa aprono il quarto rimettono tutto in discussione: 52-53 e partita definitivamente riaperta. Coach Alonso decide di affidarsi alla difesa a zona e l’ottima Czank mette in fila la bomba del 52-56 e poi la rubata con contropiede del nuovo meno otto Dike (52-60). La partita in pratica finisce qui perché negli tre minuti non si segna più ed il finale è 53-60 per l’Aluinvent Miskolc. Coach Ricchini è sconsolato al termine della gara: ‘Avevamo preparato la partita sapendo che Rasheed è molto pericolosa da fuori e purtroppo non siamo stati efficaci. Venendo a mancare anche Fassina stasera le rotazioni sono ridotte al lumicino . Devo dire che in trent’anni di carriera non mi era mai capitata una catena di infortuni così importante, specie nel delicatissimo ruolo dei playmaker.’ Sara Bocchetti invece riesce a vedere positivo: ‘Nel primo quarto abbiamo giocato secondo il marchio di fabbrica su cui stiamo lavorando. Dobbiamo essere fiduciose perché se recupereremo qualche infortunio riusciremo a toglierci le soddisfazioni che meritiamo. Sabato con Ragusa sarà durissima ma se riusciremo a mantenere alta l’intensità difensiva ce la giocheremo alla pari.’

Questi i tabellini. Per la Saces Mapei Givova Napoli: Minichino 0, Fassina ne, Achonwa 6, Pappalardo ne, Bocchetti 12, Ceccarelli 0, Pastore ne, Ivezic 14, Burdick 11, Petronyte 3, Narviciute ne, Quinn 7. Aluinvent Miskolc: Strange ne, Horti 1, Likhtarovich 0, Horvath 3, Szabo ne, Czank 11, Balint 7, Jovanovic 10, Rasheed 17, Szecsi 6, Brewer 5.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author