La Sandretto Falconara inizia il girone di ritorno a Bisceglie

Corre in fretta il tassametro del campionato di Serie B. Archiviato in fretta il girone di andata ecco a distanza di tre giorni la prima di ritorno che coincide con il turno infrasettimanale disputato nel giorno dell’Epifania. Per la Sandretto trasferta in Puglia in casa dell’Ambrosia Bisceglie con l’obbiettivo unico dei due punti per tenere il passo delle prime in classifica.

La vittoria dei bianconeri contro Taranto ha riportato il sereno in casa falconarese con la classifica che è tornata a muoversi dopo lo stop di San Severo del 27 dicembre. Ora la trasferta a Bisceglie contro una squadra che affronta la seconda partita in casa di seguito dopo la vittoria ottenuta domenica scorsa contro Vasto. I pugliesi sono stati battuti dalla Sandretto all’esordio in campionato ma da quel 27 settembre le cose in casa nerazzurra sono cambiate. Le cinque sconfitte arrivate nelle prime sei giornate di campionato sono costate caro al debuttante coach Valerio Corvino, esonerato a inizio novembre dopo la sconfitta di misura subita a Giulianova. Al posto dell’ex playmaker foggiano l’Ambrosia ha messo in panchina Alessandro Fantozzi ex azzurro e reduce dalle esperienze di Cecina, Cestistica Gioiese, Viola Reggio Calabria, Martina e Monsummano. L’inversione di tendenza con il nuovo timoniere si è vista subito. Vittoria contro Senigallia, successo a Valmontone e nuovo successo in casa contro P.S.Elpidio, il tutto partendo da una difesa forte e intensa che è diventata il biglietto da visita dell’Ambrosia. Con il tris in tasca è arrivata poi anche la novità in campo. Da fine novembre il roster di Fantozzi dispone anche di Matteo Cercolani, 21enne play cresciuto nelle giovanili della VL Pesaro l’anno scorso in B a Rimini. A Montegranaro l’inevitabile k.o contro la capolista a cui è seguito il nuovo successo in casa contro Monteroni. Quattro vittorie in cinque partite, un ciclo che lasciava pensare alla rinascita dell’Ambrosia che però ha subito infilato un tris negativo con gli stop di Martina all’overtime, in casa contro San Severo e a Taranto. Specialmente nelle sconfitte contro la Dueesse e gli jonici sono arrivati preoccupanti segnali di allarme. I due punti conquistati contro Vasto hanno ridato ossigeno ai pugliesi che hanno chiuso l’andata con 12 punti a sole due lunghezze dalla zona playoff. Il leader della squadra di Fantozzi è sempre il capitano Mauro Torresi, marchigiano di Fermo, che viaggia a una media di 15 punti a partita. Era assente nella gara dell’andata ad Ancona ma da quando è rientrato l’apporto di Mathias Drigo si è fatto più che sentire (13.5 punti, 4.5 rimbalzi). Il piano partita della Sandretto dovrà anche temere le insidie dei lunghi Cecchetti e Zanotti e dell’esterno Gambarota.

Match da prendere con le dovute precauzioni per la Sandretto che al PalaDolmen dovrà fare a meno di Simone Pozzetti. Il lungo anconetano è uscito a inizio del secondo quarto nell’ultima gara contro Taranto riportando una lieve distorsione al ginocchio destro. Riposo e terapie per lui che potrà verosimilmente tornare a disposizione di Reggiani nella partita in casa contro Campli del 17 gennaio cioè subito dopo la sosta che il campionato osserverà per permettere lo svolgimento dell’All Star Game LNP a Livorno.

Intanto l’appuntamento al PalaDolmen di Bisceglie è per mercoledì 6 gennaio ore 18.00. Arbitreranno l’incontro i napoletani Borrelli ed Esposito.

 

Alessandro Elia

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author