La Sba debutta nel campionato giovanile d'Eccellenza

La Scuola Basket Arezzo debutta nel campionato d’Eccellenza. Il compito di difendere i colori della pallacanestro aretina nel più importante torneo giovanile italiano spetta ai ragazzi dell’Under 16 Rosini che domenica 11 ottobre vivranno il loro esordio ufficiale sul campo del Prato. La partecipazione a questa competizione rappresenta per la Sba un traguardo di fondamentale valore perché, dopo numerose stagioni d’assenza, il ritorno nell’Eccellenza è un attestato di qualità che certifica la crescita dell’intero movimento cestistico cittadino. Nel corso della stagione, dunque, gli aretini avranno l’opportunità di sfidare le più blasonate società toscane (dalla Mens Sana alla Don Bosco Livorno, dal Pistoia al Sancat Firenze) e di mettersi alla prova contro alcuni dei migliori atleti del panorama nazionale, dunque per non farsi cogliere impreparata la società ha affidato la guida dell’Under 16 Rosini direttamente al proprio tecnico di punta Umberto Vezzosi. «L’Eccellenza è la massima espressione del basket giovanile tricolore – spiega Vezzosi, – dunque questo campionato permetterà ad Arezzo di entrare di diritto tra le migliori squadre della Toscana e dell’Italia».

Vezzosi potrà fare affidamento sulla conferma di un gruppo di ragazzi del 2000 che lo scorso anno ha mostrato le proprie potenzialità arrivando secondo al campionato toscano Under15 con Lorenzo Bichi, Jacopo Shyam Bidini, Mohamed Cabdulqaadir, Michele Martinelli e Simone Romagnolo. A rinforzare la squadra sono arrivati cinque cestisti di talento come Alessio Izzo dal Lido di Roma, Matteo Mordini dalla Virtus Siena, Tommaso Sturli dal Galli di San Giovanni Valdarno, Marco Palombi e Tommaso Vitellozzi dal Poppi, mentre nel corso della stagione troverà spazio anche Matteo Tersillo, un ragazzo del 2001 che è tra le maggiori promesse del vivaio della Sba. Essendo al primo anno nel campionato d’Eccellenza, per il momento l’obiettivo dell’Under 16 Rosini sarà di disputare un’annata di media classifica in cui riuscire a regalarsi qualche vittoria contro le squadre più blasonate e candidate ad arrivare alle finali nazionali. «Il gruppo esprime un buon valore tecnico – aggiunge Vezzosi, – ma ci affacciamo per la prima volta all’Eccellenza e siamo dunque obbligati a rimanere con i piedi per terra. Nelle ultime settimane i miei ragazzi hanno lavorato tanto e bene, perciò già dall’esordio a Prato dovranno scendere in campo con la consapevolezza di non essere inferiori a nessuna delle nostre avversarie».

Commenta
(Visited 36 times, 1 visits today)

About The Author