La Sovrana Siena, parola a coach Ricci

VIGILIA DI VIRTUS-FUCECCHIO: PAROLA A COACH RICCI

Domani pomeriggio alle ore 18 al Palaperucatti la Sovrana Pulizie Virtus Siena farà il proprio esordio nel campionato nazionale di Serie C. Alla vigilia del match, coach Daniele Ricci ci racconta le sue sensazioni e ci parla degli obiettivi della squadra.

Daniele, siamo all’inizio di una nuova avventura dopo la bella promozione dello scorso anno. Quali sono ambizioni e aspettative?
«Le ambizioni sono quelle di fare un campionato al massimo delle nostre possibilità sapendo di essere una neo promossa e di doverci confrontare con squadre più esperte di noi. Le aspettative quelle di creare un gruppo sempre più compatto e fornire alla società le basi per la costruzione del futuro».
Il precampionato è stato in crescendo, adesso c’è l’esordio contro Fucecchio. Come arriva la squadra all’appuntamento?
«Arriva dopo un periodo intenso, fatto di sudore e sacrificio, con la consapevolezza di dover far bene sopratutto fra le mura amiche di via Vivaldi e quindi concentrati a vincere la prima partita disponibile».
Il roster è cambiato pochissimo ma perdendo Severini (ieri 7 punti in prima squadra con Pistoia ndr) avrà meno peso sotto canestro. Come pensi di sopperire?
«Con più difesa ed aiuto da parte di tutti, con l’arrivo di Ferdinando Nasello e con l’inserimento del giovanissimo Cessel. Per Zeneli sarà il campo a parlare e tutto il gruppo è pronto a fargli i complimenti quando saremo certi che se li sarà meritati. Franz ha una grande possibilità per poter dimostrare il suo valore, sta anche a lui crederci ed impegnarsi per sfruttarla».
Vedendo i vari roster sembra un campionato equilibrato con 2-3 squadre sopra la media. La tua Virtus che ruolo giocherà?
«Mi sarebbe piaciuto dire che la salvezza sarebbe stata la vittoria del nostro campionato, ma la formula non prevede retrocessioni quindi, giornata dopo giornata, dovremo costruirci il nostro obiettivo».
Nell’ambiente virtussino è tornato l’entusiasmo dei bei tempi. Dovrà essere un fattore trainante, soprattutto in casa?
«Purtroppo a livello personale non ho conosciuto i bei tempi della Virtus, ma posso immaginare. Per quanto mi riguarda tutte le volte che sono stato alla Virtus ho sempre vissuto bei tempi sia in palestra che per altri motivi, quindi spero che si mantenga entusiasmo e voglia di fare. Per quanto riguarda le partite casalinghe spero che aumenti la presenza di pubblico sopratutto fra i più giovani».
Qual è l’obiettivo dell’annata di Daniele Ricci e della Virtus?
«Non riesco a scindere i miei obiettivi da quelli della squadra, spero che lavoreremo insieme come abbiamo fatto fino ad oggi, anzi colgo l’occasione per ringraziare la società che mi ha confermato, i ragazzi che c’erano lo scorso anno ed hanno aderito a questo progetto con entusiasmo e fatto capire di essersi trovati bene, tutti i dirigenti che mi supportano e sopportano e sopratutto Edoardo Ceccarelli ed il neo arrivato Maurizio Tozzi che mi stanno dando un grande contributo tecnico ed umano».

Ufficio Stampa Virtus Siena

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author