La Treofan Battipaglia si aggiudica lo scontro salvezza

Riga “Tutte decisive”

Rieccola, bella come poche. Ma soprattutto importante, che tiene: “Ancora vive le speranze per la salvezza diretta” dirà poi a fine partita coach Riga.

Ma quanta fatica all’inizio per la Treofan Battipaglia nello scontro salvezza con il Carispezia La Spezia (out Benic), quanta paura più probabilmente. Tempo 1′:30″ dalla palla a due e le ligure sono incredibilmente già sullo 0-7, altri due minuti ed il distacco aumenta fino al 2-11. Lo Zauli, però, si fa sentire ed insieme al time-out chiamato da Riga aiuta le lady alla risalita. Che inizia con il primo canestro dal campo realizzato da una combattente Sotiriou al 4′, poi Porcu segna la tripla del -6 (11-17) ed Andrè riparte esattamente da dove si era fermata sette giorni prima con Lucca. I suoi punti e la sua difesa nel pitturato rimettono tutto in discussione, mentre la “bomba” allo scadere di Sotiriou vale il 18 pari. È il momento giusto, quello nel quale colpire con decisione. In avvio di secondo periodo i liberi di Williams valgono il primo vantaggio e la partita è ufficialmente ribaltata (positiva in questa fase Verona in attacco e Vella in difesa), più volte però viene sciupata l’occasione per toccare la doppia cifra di vantaggio. E così la tripla di Bacchini dall’angolo, anche questa allo scadere del tempo, ridà fiducia a La Spezia (33-27).

Ed infatti in avvio di ripresa ecco un break di 0-6 che riporta tutto nuovamente sulla parità, ad Hamilton-Carter il compito di stoppare il tentativo di fuga delle ospiti. Ma i falli iniziano a rappresentare più di un problema per le biancoarancio, quelli del centro svedese e di Sotiriou obbligano Riga a rimescolare più volte le carte. I canestri di Brezinova, invece, tengono sempre tutto in bilico. E così sarà fino alla fine, anche perché a meno di centoventi secondi dalla sirena conclusiva i 5 punti di De Pretto ammutoliscono lo Zauli quando sembrava ormai quasi fatta (60-60). Poi il 2/2 dalla lunetta di Striulli a 8” e l’errore allo scadere della Treofan rimanda qualsiasi decisione all’overtime. Dove accade semplicemente un po’ di tutto, dove l’emozione prende letteralmente il sopravvento. Verona prima e Brezinova dopo lasciano ancora una volta tutto in discussione fino allo scadere. Decisivi i tiri liberi ed i rimbalzi difensivi di una sontuosa Andrè (6 punti, 15 rimbalzi, 2 stoppate e 12 di valutazione): “Un risultato che fa morale in un momento difficile, un risultato voluto ad ogni costo da una squadra che ero, sono e sarò onorato di allenareil pensiero del capoallenatore della Treofan -. Tutte hanno dato il loro contributo, c’è stato sacrificio e disponibilità dal primo all’ultimo istante di gara. Ovvio che la giovane età di molte di loro può farsi sentire nei momenti chiave, ecco perché bisogna essere bravi a capirlo e ancor di più a saperle sostenere”.

TREOFAN BATTIPAGLIA-CARISPEZIA LA SPEZIA 69-67 dts (18-18, 33-27, 48-47, 62-62)

Treofan: Orazzo, Chicchisiola ne, Porcu 3, Verona 12, Trimboli, Policari ne, Williams 27, Trucco 2, Vella, Hamilton-Carter 4, Andrè 6, Sotiriou 15. Coach: Riga

Carispezia: Striulli 8, Nori 4, Aldrighetti ne, Corradino 2, Premasunac 8, De Pretto 22, Brezinova 20, Bacchini 3, Linguaglossa, Carrara ne. Coach: Barbiero

Battipaglia, 12-03-2017

Responsabile Comunicazione

Enrico Vitolo

Commenta
(Visited 26 times, 1 visits today)

About The Author