LA VIRTUS A SCUOLA PER IL CALENDARIO ANT

Oltre 1600 studenti hanno prestato il proprio volto, insieme ai giocatori della Virtus Pallacanestro Bologna, per il calendario “Le scuole di Bologna per la solidarietà”, il cui ricavato andrà a sostenere il progetto Bimbi in ANT, il servizio di assistenza medico-sanitaria domiciliare gratuita che Fondazione ANT riserva ai piccoli Malati oncologici.

 

Nato con l’idea di testimoniare lo stretto legame tra scuola, sport e solidarietà, il calendario ha visto la partecipazione di 13 scuole bolognesi e 80 classi di ogni ordine e grado. Accanto agli studenti, ad accompagnare i dodici mesi dell’anno, anche i giocatori bianconeri Simone Fontecchio, Abdul Gaddy, Gabriele Benetti, Matteo Imbrò, Jeremy Hazell, Gino Cuccarolo, Augustus Gilchrist, Marco Portannese e Allan Ray.

 

Il calendario, nelle due versioni bordeaux e verde, può essere richiesto alla sede di Fondazione ANT in via Jacopo di Paolo, 36 a Bologna – tel. 051 7190111. Offerta minima 10 euro.

 

Le foto sono firmate da Domenico Paolicelli dello Studio di Fotografia Andrea Bonaga, la realizzazione è a cura di Lia Pedrini, la grafica è stata donata da Mara Gruppioni.
Si ringrazia la Virtus Pallacanestro e il suo presidente Renato Villalta. Si ringrazia inoltre Daniela Cantelli Signoretti. 
Con il sostegno di: Studio di Fotografia Andrea Bonaga, Unipol Banca, Euroricambi, Cotabo, Cantelli Rotoweb, Concessionaria Ford Stracciari, Consorzio Cooperative Costruzioni.

Profilo Fondazione ANT

La Fondazione ANT Italia Onlus opera in nome dell’Eubiosia (vita in dignità). Dal 1985 ad oggi ANT ha assistito, in modo completamente gratuito, oltre 100.000 Sofferenti oncologici (dato aggiornato al giugno 2014). In 9 diverse regioni italiane, oltre 4.250 malati vengono assistiti ogni giorno a domicilio da 20 équipes di operatori sanitari ANT che assicurano, al Malato ed alla sua Famiglia, tutte le necessarie cure di tipo ospedaliero e socio-assistenziale. Sono complessivamente circa 400 i professionisti che lavorano per la Fondazione (medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, farmacisti, operatori socio-sanitari e funzionari) cui si affiancano circa 1.800 Volontari, iscritti nel registro ANT. Il supporto affronta ogni genere di problema nell’ottica del “benessere globale” del Malato. La Fondazione ANT è inoltre fortemente impegnata nella prevenzione oncologica, con progetti di diagnosi precoce del melanoma, delle neoplasie tiroidee, ginecologiche e mammarie. Dall’avvio dei progetti nel 2004 sono stati visitati gratuitamente oltre 96.000 pazienti in 68 diverse province italiane (dato aggiornato al giugno 2014). Le campagne di prevenzione si attuano sia presso strutture sanitarie offerte gratuitamente ad ANT, sia negli ambulatori ANT, sia all’interno dell’ambulatorio mobile – BUS della Prevenzione. Il mezzo, dotato di strumentazione diagnostica all’avanguardia (mammografo digitale, ecografo e videodermatoscopio) consente di realizzare sul territorio visite di prevenzione nell’ambito dei vari progetti ANT. La Fondazione ANT opera in Italia attraverso 120 Delegazioni, dove la presenza di Volontari è molto attiva. Alle Delegazioni competono, a livello locale, le iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi e la predisposizione della logistica necessaria all’assistenza sanitaria domiciliare. Prendendo come riferimento il 2013, ANT finanzia la maggior parte delle proprie attività grazie alle erogazioni di privati cittadini e alle manifestazioni di raccolta fondi organizzate (56%) al contributo del 5×1000 (11%) a lasciti e donazioni (7%). Solo il 18% di quanto ANT raccoglie deriva da fondi pubblici. ANT è la 10^ Onlus nella graduatoria nazionale su oltre 35.000 aventi diritto nel medesimo ambito.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author