La Virtus Arechi Salerno ospita la corazzata Palestrina nell'ultima sfida di regular season

La Renzullo Lars Virtus Arechi Salerno è pronta per affrontare l’ultimo impegno casalingo della regular season. Domenica (palla a due alle ore 18, ingresso gratuito) la squadra del presidente Nello Renzullo riceverà al PalaSilvestri del rione Matierno la visita della Citysightseeing Palestrina nella gara valida per la 30^ giornata del campionato di Serie B Old Wild West. Il roster allestito dal diesse Pino Corvo si confronterà col team laziale che, dopo l’inatteso scivolone casalingo della scorsa settimana con Catanzaro, condivide nuovamente la vetta della classifica del girone D con il Basket Barcellona, che ha battuto proprio la compagine salernitana domenica scorsa (89-83 il punteggio in favore dei siciliani). Nell’ultima partita del girone di ritorno, dunque, Visnjic e soci andranno a caccia di un successo per blindare il primo posto nel raggruppamento, che regala un vantaggio innegabile in ottica play off. Mentre Barcellona sarà impegnata nel derby con il Patti Basket. Il quintetto di coach Orlando Menduto, già certo del quarto posto al termine della stagione regolare, sarà dunque giudice della corsa per il primato. Quello con la capolista Palestrina sarà, inoltre, un test estremamente probante per capitan Marco Cucco e soci in vista dell’inizio dei play off. In attesa di conoscere il nome della squadra (una tra Senigallia e Pescara) con cui dovrà fare i conti negli spareggi promozione (che scatteranno il 29 aprile, gara 1 si giocherà ancora al PalaSilvestri), la Renzullo Lars Virtus Arechi Salerno cercherà di regalare una vittoria prestigiosa ai tanti tifosi che di sicuro affolleranno gli spalti della struttura di Matierno. Col pieno recupero di Gennaro Sorrentino, costretto a saltare la trasferta in terra siciliana dopo aver ricevuto una botta al ginocchio in allenamento, il tecnico del team salernitano avrà abbondanza di scelte per la sfida con la prima della classe. All’andata il team laziale guidato da Gianluca Lulli si impose per 86-72 trascinato da Paesano, Visnjic, Rossi, Barsanti e Alessandrì. Alla Virtus non bastarono i 17 punti di Paci e le buone prove di Cucco e Leggio.

«Domenica affronteremo una squadra molto forte sia come individualità che come gruppo – ha affermato alla vigilia coach Orlando Menduto –. Una squadra che dei giocatori con grandissimo talento offensivo e di esperienza. Palestrina sembrava tranquillamente indirizzata verso il primato nel girone, salvo andare incontro all’inattesa battuta d’arresto con Catanzaro a causa della quale ora dovranno giocare per vincere altrimenti rischia di arrivare seconda. Questo significa che, oltre alle loro qualità, avranno anche una motivazione aggiuntiva per cercare di non vanificare l’ottimo campionato disputato fin qui. Noi siamo consapevoli di tutti questi aspetti ma faremo la nostra gara, perchè è giusto che sia così. E’ lo sport. E soprattutto siamo all’interno di un nostro processo di crescita, ad una settimana dall’inizio dei play off che inevitabilmente rapprestano un momento fondamentale della stagione. Veniamo da una sconfitta, quella di Barcellona, che ha messo in evidenza tante cose buone ma anche alcuni aspetti su cui lavorare per migliorare. Ho visto una squadra viva, che ha fatto tante cose buone in attacco. Sono contento della capacità di riconoscere i vantaggi acquisiti e del fatto che la palla non è mai stata ferma. Dovremo affrontare Palestrina con grandissima concentrazione, prima di tutto difensiva, perchè è una squadra con tanti punti nelle mani. Tenteremo di limitare i loro punti di forza per imporre nell’altra metà campo il nostro ritmo. Veniamo da una gara in cui ogni volta che ci siamo distratti siamo stati puniti, per merito dei nostri avversari, ma noi dobbiamo migliorare questo  aspetto. Quella con Palestrina è una partita che già profuma di play off, mi piacerebbe vedere il Palazzetto con tante persone pronte a sostenere questi ragazzi che stanno lavorando da agosto, che non hanno mai fatto un passo indietro e che rappresentano uno spot positivo per tutta la città. In settimana – ha concluso il tecnico della Renzullo Lars Salerno – siamo stati ospiti di Ciro Salvini da Oro, Incenso e Birra a Salerno e sono rimasto molto colpito dall’affetto di tante persone nei nostri confronti. Questo significa che c’è fame di sport in città e che questa squadra, pur nuova, è riuscita a far breccia nel cuore degli sportivi salernitani. Per questo non vediamo l’ora che comincino i play off».

 

Ufficio Stampa Virtus Arechi Salerno

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author