La Virtus Arechi Salerno supera la corazzata Palestrina e chiude alla grande la regular season

La Renzullo Lars Virtus Arechi Salerno fa fino in fondo il proprio dovere e in un PalaSilvestri “caldo” e gremito come nelle migliori occasioni infligge alla Citysightseeing Palestrina la seconda sconfitta consecutiva (82-80 il punteggio finale) dopo quella rimediata la settimana scorsa con Catanzaro. Lo stop rimediato in terra campana nella gara valida per l’ultima giornata della regular season costa il primo posto ai laziali, scavalcati in extremis dal Basket Barcellona di 2 sole lunghezze. Il team caro al presidente Nello Renzullo, come dicevamo, sebbene fosse già certo del quarto posto nel girone D e dunque di non poter né migliorare né peggiorare la propria posizione di partenza nella griglia play off, ha onorato l’impegno fino alla fine, regalando ai proprio tifosi un’altra vittoria di prestigio e conquistando la 22esima vittoria stagionale (la quinta nella sei partite della gestione Menduto). Dalla prossima settimana il roster allestito dal diesse Pino Corvo sarà impegnato nella serie al meglio delle tre partite con la Goldengas Pallacanestro Senigallia che ha chiuso al quinto posto nel girone C con 34 punti all’attivo. Capitan Cucco e compagni, che di punti ne hanno portati a casa 44 in stagione, potranno tentare di far valere il fattore campo sia in gara 1 (in programma domenica 29) sia nell’eventuale “bella” (in calendario domenica 6 maggio), qualora non riuscissero a chiudere i conti già in gara 2 in terra marchigiana (giovedì 3 maggio).

Tornando alla partita con Palestrina, la Renzullo Lars Salerno ha un ottimo approccio e si porta sul 10 trascinata da un Leggio (5 punti in avvio) super a rimbalzo in attacco, con 2 liberi di Sanna e con una bomba di Di Prampero. Da questo momento in avanti entra in partita anche il quintetto di coach Lulli. Palestrina macina gioco e inizia a difendere con grande intensità. La fisicità di Paesano e Gatti complica i piani difensivi dei salernitani. Capitan Alessandri rimette ordine. Poi ci pensa Barsanti con due conclusioni da distanza siderale (intervallate da una schiacciata di Paesano) a riaprire i giochi. Dopo 10 minuti i padroni di casa sono comunque avanti 22-20.

Nel secondo periodo i viaggianti cambiano strategia e con una grande aggressività in difesa recuperano palloni su palloni. Le conclusioni in campo aperto di Rossi scavano un solco favorevole ai laziali . I blaugrana segnano solo dalla lunetta per diversi minuti. Coach Menduto deve rimettere in campo Paci, sebbene gravato di 3 falli, ed è proprio il lungo piemontese a segnare il primo canestro dal campo per il team salernitano nel secondo quarto. Palestrina scappa e va negli spogliatoi avanti di 9 (32-41).

In avvio di ripresa i viaggianti raggiungono il massimo vantaggio sul +11 ed è a questo punto che la Virtus Arechi Salerno è bravissima a non disunirsi e, anzi, a costruire mattoncino dopo mattoncino la propria rimonta. Paci si fa valere nel pitturato. Sanna piazza una “bomba”. Leggio continua a segnare e a lottare sotto le plance (chiuderà con 21 punti, 12 rimbalzi e 36 complessivo di valutazione). Sul nuovo +10 ospite anche Petrazzuoli segna da fuori. Poi Sorrentino segna 5 punti in fila. I salernitani sono in rimonta e il team laziale si innervosisce. Ma ad uscire per primo dalla partita è Paci, che rimedia il secondo fallo tecnico e va anzitempo negli spogliatoi. Anche senza il suo lungo più “fisico” la squadra di coach Menduto non si perde d’animo. Capitan Cucco capitalizza i liberi concessi alla Renzullo Lars per due sanzioni disciplinari comminate agli ospiti. Anche Mennella non sbaglia dalla lunetta. Alla mezzora la Virtus Arechi Salerno è avanti di un punto (61-60).

Nel quarto periodo anche Barsanti va incontro al secondo fallo tecnico e deve lasciare il campo per Palestrina. La gara è equilibratissima. Si arriva all’ultimo minuto con Sorrentino che ruba palla e lancia in campo aperto Leggio per il 75-70. Mennella in penetrazione regala un altro +5 ai padroni di casa dopo che Paesano aveva accorciato le distanze dalla lunetta. Palestrina segna 4 punti in fila con Paesano e due liberi di Rossi. Sanna e Leggio dalla lunetta portano i blaugrana sul punteggio di 82-78 a 39 secondi dalla fine. Partita finita? Tutt’altro. C’è spazio per un finale thrilling che, comunque, non cambia la sostanza delle cose. Leggio conquista il rimbalzo decisivo e regala la vittoria alla Renzullo Lars Salerno di 2 sole lunghezze (82-80), per la felicità dei tanti appassionati presenti sugli spalti del PalaSilvestri.

Ora la squadra del presidente Nello Renzullo può concentrarsi sulla post season. Da domenica sarà tempo di play off e al PalaSilvestri sarà di scena Senigallia. La Virtus Arechi Salerno avrà bisogno del sostegno caloroso e incondizionato di tutti gli sportivi salernitani.

 

RENZULLO LARS VIRTUS ARECHI SALERNO – CITYSIGHTSEEING PALESTRINA 82-80

PARZIALI: 22-20, 10-21, 29-19, 21-20

Virtus Arechi Salerno: Gianmarco Leggio 21 (6/8, 0/2), Paolo Paci 16 (8/11, 0/0), Gennaro Sorrentino 10 (2/2, 1/3), Marco Cucco 8 (0/2, 1/4), Massimiliano Sanna 7 (0/1, 1/3), Onorio Petrazzuoli 7 (0/0, 2/3), Marco Mennella 7 (1/3, 0/2), Federico Di prampero 6 (1/3, 1/3), Daniel Datuowei 0 (0/2, 0/1), Stefano Saletti 0 (0/0, 0/0).

Tiri liberi: 28 / 34 – Rimbalzi: 35 9 + 26 (Gianmarco Leggio 12) – Assist: 18 (Marco Cucco 7).

Citysightseeing Palestrina: Filippo Alessandri 18 (4/5, 1/3), Alessandro Paesano 18 (5/7, 0/1), Gianmarco Rossi 18 (3/7, 3/9), Andrea Barsanti 10 (2/2, 2/4), Daniele Fiorucci 6 (3/3, 0/0), Simone Gatti 4 (2/3, 0/4), Dario Molinari 4 (0/1, 1/1), Bruno Duranti 2 (1/5, 0/3), Enrico Gobbato 0 (0/0, 0/0), Gianmarco Mattei 0 (0/0, 0/0).

Tiri liberi: 19 / 27 – Rimbalzi: 24 8 + 16 (Alessandro Paesano 6) – Assist: 8 (Filippo Alessandri 3).

 

Ufficio Stampa Virtus Arechi Salerno

Commenta
(Visited 53 times, 1 visits today)

About The Author