La Virtus è un Ghepard

NPC VIRTUS SPES VIS 96

GHEPARD BOLOGNA 63

Imola: Sassi 8, Poluzzi 7, Brusa, Grillini 10, Morara 20, Di Placido 2, Corcelli, Guglielmo 4, Francesconi n.e., Chiappelli 26, Porcellini 9, Filippini 10. All.: Bettazzi.

Bologna: Maldini, Millina 8, Tapia 6, Aldieri 1, Beccaletto 17, Dalla, Fantuzzi 13, Failoni n.e., Gonzales n.e., Ghedini 18. All.: Damaschi.

Parziali: 22-21, 45-37, 63-49.

Arbitri: Sidoli e Monni.

È difficile trovare le giuste motivazioni dopo una partita come quella di giovedì contro i Tigers: grande avversario, grande sfida, grande vittoria. Così, squadre sulla carta abbordabili come i Ghepard, rischiano di diventare la classica buccia di banana su cui scivolare. Così non è stato. La Virtus è riuscita ad archiviare correttamente la grande abbuffata contro Forlì e presentarsi pronta all’appuntamento con la vittoria. Intendiamoci, è stato meno facile del previsto. Bologna si è dimostrato un avversario coriaceo, specie in alcuni suoi elementi (Ghedini e Beccaletto su tutti) ma, alla lunga, il maggior tasso tecnico dei ragazzi di Bettazzi è emesso in maniera lampante. Così, se nei primi due quarti a prendersi la scena è stato principalmente il duo Chiappelli-Filippini (20 punti per il primo, 8 per il secondo), nella ripresa è stata tutta la squadra a “girare” alla grande, spingendo piano piano i Ghepard fuori dal match. Eppure Bologna, specie nel primo quarto, è stata in partita alla grande, rimontando l’iniziale assalto giallonero (16-7 Imola dopo quattro minuti) fino al -21 della prima sirena. E anche nel secondo quarto, c’è voluta tutta la grinta di Chiappelli e Filippini, senza dimenticare un ottimo Poluzzi, per iniziare ad incrinare le certezze dei bolognesi. Certezze che sono crollate definitivamente nella ripresa, quando Guglielmo e compagni hanno dato una sonora accelerata. La partita è finita sostanzialmente lì e Imola ha dilagato. Con tando di standing ovation finale.

Ora l’attenzione è tutta sulla prossima, fondamentale sfida. Domenica 29, infatti, la Virtus è attesa a Scandiano per la sfida contro il Basket 2000 Reggio Emilia, giustiziere nell’ultimo turno di Piacenza.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author