La Virtus Roma non è ancora salva, Trapani espugna il PalaTiziano 82-83

Parziali: 26-21 / 42-47 (16-26) / 65-66 (23-19) / 17-17

Virtus Roma: Olasewere 19, Meini 14, Maresca 5, Leonzio 5, Callahan 10, Flamini n.e., Benetti 2, Voskuil 25, Casagrande n.e., Bonfiglio 2. Coach: Caja.

Pallacanestro Trapani: Mays 24, Renzi 18, Gloria n.e., Okoye 5, Chessa 4, Molteni, Ganeto 14, Costadura n.e., Viglianisi 8, Filloy 10. Coach: Ducarello.

Neanche questa volta la squadra capitolina è riuscita a prevalere negli ultimi secondi giocati punto a punto. La mancanza di lucidità nelle giocate essenziali degli ultimi minuti, ha vanificato nuovamente tutto ciò che di buono i ragazzi di coach Caja avevano costruito durante l’incontro. Una sfida giocata alla pari dalle due squadre che, per tutto l’arco della gara, si sono sempre trovate appaiate, senza che nessuna delle due abbia mai prevalso sull’altra. Ormai sta diventando una costante in questa stagione: la squadra romana ogni volta che si è trovata in situazioni di tensione negli ultimi secondi, ha quasi sempre avuto la peggio, segno che c’è ancora da lavorare sul piano mentale. Mvp dell’incontro per l’Acea è Alan Voskuil autore di 25 punti (5/12 dall’arco) mentre per gli ospiti da segnalare la grande gara di Mays (24 punti, 4/6 da tre). A tre giornate dal termine della Regular Season i blu-giallo-rossi devono assolutamente mettere al sicuro la salvezza, evitando l’incubo PlayOut distante 4 punti, mentre Trapani, grazie a questa vittoria, rimane saldo in zona PlayOff. Il prossimo turno sarà decisivo per le sorti di Roma, che deve disputare il derby contro Latina in un tesissimo scontro salvezza.

Luca Ludovici

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author