La Virtus si ferma a Scandiano

BASKET 2000 REGGIO EMILIA 74

NPC VIRTUS SPES VIS 67

Reggio Emilia: Malagutti 13, Bertolini 11, Bartoccetti, 13, Farioli 9, Germani 12, Ferrari n.e., Spaggialri n.e., Astolfi 7, Levinskis 3, Pugi 6. All. Spaggiari.

Imola: Sassi n.e, Poluzzi 17, Brusa n.e., Grillini 14, Morara 2, Di Placido n.e., Corcelli 6, Guglielmo, Francesconi, Chiappelli 10, Porcellini 8, Filippini 10. All.: Bettazzi.

Parziali: 14-21, 37-40, 55-51.

Si ferma a tre la striscia di vittorie consecutive della Virtus Spes Vis. È il Basket 2000 Reggio Emilia a interrompere il cammino dei ragazzi di Bettazzi, sconfitti 74-67 dopo 40 minuti decisamente combattuti e intensi, in cui il rush finale di Bartoccetti e compagni si è rivelato decisivo per le sorti dell’incontro. «Nel terzo e nel quarto quarto il nostro attacco ha girato male – analizza Alberto Alfieri a fine partita -. Nonostante questo eravamo riusciti a raddrizzarla a due minuti dalla fine con un parziale di 6-0 a firma Poluzzi e Filippini. Sul 66-66 però abbiamo subìto canestro da Germani dall’angolo. Lì è cambiata l’inerzia della partita e non abbiamo più avuto la forza di riprenderci».

Peccato, perché nei primi due quarti era stata la Virtus ad avere in mano l’inerzia del match, ma dopo l’intervallo, in qualche modo, Imola si è bloccata. «Nei prossimi giorni, a mente fredda, analizzeremo cosa ci è mancato. Era una partita molto importante, quindi un po’ di rammarico c’è. Era l’occasione buona per scrollarceli di dosso e invece siamo ancora tutti lì, appassionatamente. Prendiamo per buone le prove di Poluzzi e Filippini, bravi a crederci fino alla fine, oltre al solito positivo Grillini».

Servirà resettare, ripartire e prepararsi al meglio per la prossima trasferta, in programma venerdì sera a San Lazzaro, «una squadra agguerrita, che ha perso solo di quattro contro San Marino, tra le formazioni più in forma in questo momento. Non dobbiamo sottovalutarla».

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author