L'Acqua Vitasnella affronta Reggio Emilia nel posticipo

Nuova sfida di alto livello per l’Acqua Vitasnella che affronterà domani alla Mapooro Arena, nel posticipo televisivo delle ore 20.45, la Grissin Bon Reggio Emilia (diretta su Rai Sport 1 HD).

 

GLI AVVERSARI

 

Gli emiliani di coach Massimiliano Menetti, dopo aver raggiunto la finale scudetto nella scorsa stagione, si stanno confermando ai vertici del campionato italiano e occupano al momento il secondo posto in classifica a quota 24 punti, insieme alla Vanoli Cremona e alla Giorgio Tesi Group Pistoia, alle spalle solamente dell’EA7 Emporio Armani Milano.

I bianco- rossi sono reduci però dalla sconfitta di sabato scorso ad Avellino, dove sono stati battuti dalla Sidigas per 75 a 67 nonostante i 12 punti di Darjus Lavrinovic chiudendo una serie di tre affermazioni consecutive.

La Grissin Bon sta ben figurando anche in Eurocup visto che si trova al secondo posto nel gruppo K delle Last 32, dietro la Dolomiti Energia Trento, con due successi e due sconfitte, in piena corsa per il passaggio agli ottavi di finale. Reggio ha conquistato mercoledì una vittoria fondamentale in casa contro il Trabzonspor Medical Park per 89 a 76 grazie ai 18 punti di Amedeo Della Valle e ai 16 di Vladimir Veremeenko, ribaltando anche la differenza canestri della gara di andata.

 

Il quintetto

 

Gli emiliani hanno modificato il loro roster aggiungendo il solido lungo serbo Vladimir Golubovic al posto del giovane Adam Pechacek, ma dovranno sicuramente fare a meno nella sfida di domani del lituano Rimantas Kaukenas, fermo per un problema alla spalla destra.

Playmaker titolare dei bianco- rossi è l’ex canturino Stefano Gentile, che sta giocando una

 

 

 

 

 

 

stagione positiva con 8,3 punti e 2,3 assist di media a match. Al suo fianco, vista l’assenza di Kaukenas, giocano l’azzurro Pietro Aradori, che è il miglior marcatore della formazione di coach Menetti con 11,5 punti di media a partita, e il lettone Ojars Silins, cresciuto nel vivaio reggiano.

Sotto le plance la Grissin Bon schiera l’altro nazionale Achille Polonara, autore di 9,8 punti a gara a cui aggiunge 5,9 rimbalzi di media a gara, e il roccioso centro bielorusso Vladimir Veremeenko, miglior tiratore da due della Serie A con il 64% e reduce dalla grande prestazione contro il Trabzonspor chiusa con 16 punti e 10 rimbalzi.

 

La panchina

 

Gli emiliani dispongono di una panchina di notevole qualità. Playmaker di riserva è il trevigiano Andrea De Nicolao, che garantisce ritmo e intensità in difesa. L’azzurro Amedeo Della Valle, prezioso con i suoi 10,8 punti di media a match, e il giovane prospetto lettone Arturs Strautins, classe 1998, sostituiscono gli esterni.

Le rotazioni dei lunghi sono assicurate dall’espertissimo lituano Darjus Lavrinovic, secondo miglior marcatore dei bianco- rossi con 11,1 punti di media a sfida, e dal serbo Vladimir Golubovic, arrivato a Reggio a metà del mese di gennaio e subito positivo con 8 punti e 4,5 rimbalzi di media a partita.

 

LA SITUAZIONE DELL’ACQUA VITASNELLA

 

Non si segnalano particolari problemi fisici nelle fila dell’Acqua Vitasnella. Coach Bazarevich potrà dunque contare sul roster al completo.

Domani i giocatori dell’Acqua Vitasnella scenderanno in campo per la presentazione ufficiale accompagnati dai figli degli sponsor bianco- blu.

 

I PRECEDENTI

 

Sono 43 i precedenti tra Pallacanestro Cantù e Pallacanestro Reggiana con un bilancio favorevole all’Acqua Vitasnella che si è imposta in 24 occasioni contro le 19 della Grissin Bon.

 

 

 

 

 

 

 

Il trend è decisamente rafforzato se consideriamo unicamente le gare giocate a Cucciago dove i bianco- blu hanno vinto 18 volte contro le sole 3 degli emiliani.

Il punteggio massimo tra le due formazioni è stato raggiunto nella stagione 89/ 90 quando l’allora Vismara ha sconfitto in casa le Cantine Riunite per 100 a 91.

Lo scarto maggiore per Cantù è stato fatto registrare nell’annata 12/ 13 con i bianco- blu che hanno battuto in casa Reggio Emilia per 86 a 64 grazie ai 19 punti di Manuchar Markoishvili.

Decisamente più antico il massimo divario per la Pallacanestro Reggiana che risale alla stagione 95/96. Nella Coppa Italia di quell’anno gli emiliani si erano imposti sull’allora Polti per 87 a 59.

La Grissin Bon ha vinto la gara di andata, giocata al PalaBigi lo scorso 17 ottobre, per 97 a 92 al termine di una grande rimonta. Miglior marcatore della sfida era stato però il canturino Brady Heslip che aveva messo a segno ben 30 punti.

 

GLI EX

 

Sono due gli ex che scenderanno in campo domani nel posticipo tra Acqua Vitasnella Cantù e Grissin Bon Reggio Emilia.

Stefano Gentile ha vestito la maglia bianco- blu nelle ultime due stagioni facendo registrare  9,9 punti e 1,7 assist di media a gara nella prima annata e 8,4 punti e 2,1 assist a partita nella seconda, raggiungendo in entrambe le occasioni i quarti di finale dei playoff.

Anche Pietro Aradori è rimasto per due anni a Cantù, dal 2012 al 2014, avendo come compagno nel 2013- 2014 proprio Stefano Gentile. Aradori ha segnato 13,8 punti di media a match nella prima stagione, conclusasi con la conquista della semifinale playoff, migliorando le proprie cifre nell’annata successiva in cui ha realizzato ben 15,1 punti di media a gara.

Nelle due squadre ci sono altri due ex che però, per problemi di infortunio, non prenderanno parte alla sfida di domenica sera.

Rimantas Kaukenas ha giocato infatti con i bianco- blu nel 2004- 05. Il lituano, allora all’esordio in Italia, è stato uno dei pilastri della Vertical Vision e ha contribuito, con 15,9 punti di media a partita, a raggiungere il traguardo dei playoff.

 

 

 

 

 

 

 

Un giovanissimo Marco Laganà è invece rimasto per un biennio nel vivaio della Pallacanestro Reggiana, tra il 2008 e il 2010, prima di trasferirsi all’Angelico Biella.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author