L'Aibi lotta, ma il derby isontino è dell'ABF

Dieci punti di scarto all’andata, altrettanti al ritorno. Il derby Abf-Aibi è stato un remake di quello giocato all’andata, con vittoria monfalconese propiziata da un primo quarto taglia gambe: 24-4 un girone fa, 23-9 sabato sera alla Verde.

All’Aibi, stavolta come allora, va dato atto di non essere affondata, e di essersi giocata le proprie chance con tenacia sino in fondo, andando vicina a riaprire la partita sull’inviolato parquet dell’Abf.

La partenza a razzo delle locali è firmato dalla coppia Furlan-Croce (15 punti in due nei primi 10’), dall’altra parte Benigni con 6 punti tiene a galla Fogliano. Altra musica nel secondo quarto, la difesa Aibi concede appena 6 punti e lo svantaggio viene ridotto grazie a una striscia di 7 punti di Paladino.

Dopo il riposo l’Abf piazza un 8-0 micidiale per il 37-20 del 24’, l’Aibi non si arrende e in 5’ torna a -10 (42-32 di Bonanno) e spera. Dura poco, perché Monfalcone chiude nuovamente i giochi con un break di 9-0 a cavallo della terza sirena, Croce e Buiatti (una delle tante ex) realizzano i canestri che proiettano le ragazze di casa sul 51-32 al 32’.

Ultimi 8’ con Fogliano ancora generosamente protesa alla rimonta, si porta a -10 con Paladino, Cerigioni e Trevisani, poi Degrassi chiude definitivamente il derby.

 

L’allenatrice dell’Aibi Piera Mazzoli rilegge così il match: «L’inizio del derby con l’Abf si conferma difficile per noi, non riusciamo ad avere l’impatto giusto sulla partita. Abbiamo creato buone azioni, ma le percentuali al tiro sono state scadenti. Peccato, perché per tre quarti di gara abbiamo difeso alla morte, subendo 38 punti in 30 minuti dopo averne presi 23 nei primi 10. Il problema è che non riusciamo a concretizzare le fatiche difensive facendo canestro e ciò lascia l’amaro in bocca, perché senza la continuità realizzativa necessaria non vediamo premiato il grande lavoro che facciamo in palestra».

 

L’Aibi non corre rischi di retrocessione diretta, ma ormai è condannata a giocarsi la salvezza ai playout. Alla fine della regular season mancano quattro turni, domenica prossima altra sfida a una big del torneo. L’Aibi ospiterà la Fanola San Martino di Lupari, con palla a due alle 18 al palasport di Fogliano Redipuglia.

 

ABF MONFALCONE-AIBI FOGLIANO 61-51 (23-9, 29-20; 47-32)

ABF MONFALCONE: Degrassi 8, Rosso 10, Furlan 12, Quargnal 3, Cossaro ne, Sustersich 2, Buiatti 3, Battistel 7, Rosati 4, Leone ne, Tossut ne, Croce 12. Coach: Banello.

AIBI FOGLIANO: Bergamo, Morresi 9, Monorchio 2, Paladino 9, Bonanno 4, Vecchiet 6, Benigni 8, Cerigioni 7, Masiello ne, Colucci 2, Trevisani 4. Coach: Mazzoli.

 

 

Ufficio stampa Asd Aibi Fogliano – Giuseppe Pisano

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author