L'Amatori aspetta la capolista Montegranaro

Pescara continua a respirare un’atmosfera più da playoff che da stagione regolare. Per la terza volta consecutiva, infatti, il palazzetto adriatico ospiterà un big match decisivo per le sorti della classifica. Domenica infatti arriva al Palaelettra la XL Extralight Montegranaro, capolista del girone D del terzo campionato nazionale.

Per l’Amatori non può essere una partita come le altre. Il primo motivo è ben noto: proprio contro i veregrensi, Pescara ha vissuto le pagine più importanti della storia recente del basket cittadino, spingendosi a un passo da un’incredibile final four e soprattutto trascinando un grande pubblico. Il sogno di una promozione non si è avverato, alla fine, neanche per Montegranaro e questo big match, così, si ripete anche in questa stagione sportiva.

Il secondo motivo è ben più attuale e l’ha spiegato molto bene ieri Simone Pepe ai nostri microfoni (potete trovare la sua intervista sulla pagina Facebook dell’Amatori): se i biancorossi vogliono rimediare a qualche passo falso esterno, non possono che cercare di rubare due punti alla capolista del campionato che, fino ad ora, con diciannove vittorie e due sole sconfitte, ha lasciato praticamente le briciole alle rivali. Vincere questa partita, dunque, significherebbe ottenere punti molto pesanti per la classifica. Pescara, nonostante qualche acciacco fisico, fino ad ora ha mantenuto inviolato il proprio palazzetto e nell’ultimo mese, in casa, ha vinto contro le concorrenti San Severo e Bisceglie.

Se la società del presidente Carlo Di Fabio ha sostanzialmente mantenuto l’ossatura che ha vissuto le serate caldissime dello scorso giugno, Montegranaro ha letteralmente rivoluzionato la squadra, confermando soltanto Broglia e Diomede e costruendo un roster molto profondo per ottenere l’obiettivo del salto di categoria.

La lunghezza delle rotazioni del nuovo coach Gabriele Ceccarelli è apprezzabile già dando una sbirciata alle statistiche: nessun giocatore ha collezionato più di 29 minuti di media per ogni allacciata di scarpe e solo Marcelo Dip, apprezzatissimo ex di turno, ha realizzato più 12 punti di media a partita. Anche veri e propri big della categoria come il play Eugenio Rivali o la guardia Ousmane Gueye si dividono praticamente in parti uguali il minutaggio con i propri compagni, che sono altri giocatori di categoria come Francesco Bedetti, Vincenzo Di Viccaro o il già citato Diomede. Sotto canestro figurano anche i due metri di Alessandro Paesano, che gli appassionati abruzzesi ricorderanno con la canotta della Proger Chieti e che ha collezionato varie presenze nelle nazionali giovanili.

La società del presidente Bigioni, comunque, ha rilanciato le proprie aspirazioni anche durante il mercato invernale, aggiungendo un giocatore di assoluto valore come Nelson Rizzitiello, che può giocare sia nello spot di tre che di quattro e che assieme a Marcelo Dip l’anno scorso ha vinto il campionato di Serie B con l’Eurobasket Roma proprio ai danni di Montegranaro.

Appuntamento dunque per Domenica 26 febbraio al Palaelettra di Pescara, con palla a due alle 18:00 e l’invito è quello di godersi di nuovo dal vivo questo clima da scontro diretto.

Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author