L'Amatori Pescara non trema: vinto il derby con Giulianova

Il primo derby casalingo stagionale vede l’Amatori Pescara trionfare per 71-61 ai danni dell’Etomilu Giulianova, con i biancorossi di coach Salvemini che salgono quota 8 punti in classifica allungando a quota tre la serie di vittorie consecutive di fronte al pubblico amico del PalaElettra.
I due organici si presentano alla sfida con importanti defezioni: al sodalizio del presidente Di Fabio manca Giangiacomo De Vincenzo, infortunatosi durante la settimana di allenamento (nei prossimi giorni si avranno notizie più precise sulle sue condizioni), mentre i giallorossi di coach Francani devono fare a meno di Bartoli e Marco De Angelis, con Simone De Angelis schierato per la prima volta dopo l’infortunio che lo ha tenuto fuori nelle prime sei partite.
Coach Salvemini inizia la sfida con l’ormai collaudato starting five: Di Donato e Polonara sotto le plance, Pepe e Marco Timperi esterni con capitan Rajola in cabina di regia. Dall’altra parte, l’Etomilu complice la situazione di emergenza schiera a sorpresa il baby Magazzeni assieme a Sacripante, Gallerini, Diener e Bartolozzi. L’avvio è piuttosto equilibrato, con Pescara poco precisa al tiro ma più intensa sotto le plance (8 rimbalzi d’attacco catturati nei primi dieci minuti): la partenza-sprint di un Marco Timperi alla miglior prova stagionale porta i locali avanti sul 12-8, ma Giulianova rallentando i ritmi e sfruttando il buon impatto di Bartolozzi resta vicina chiudendo sotto di tre lunghezze (18-15) il primo parziale.
Ad inizio secondo quarto Rajola e compagni piazzano il primo break dell’incontro, un 7-0 finalizzato da una poderosa schiacciata di Di Donato. Giulianova non ci sta e si riporta a -1 con un positivo Diener (ex della sfida) in evidenza, mentre l’attacco di Pescara attraversa un momento di calo, pur producendo tiri aperti contro la difesa a zona match-up proposta da coach Francani. Con i soliti Timperi e Di Donato l’Amatori allarga nuovamente la forbice ma non riesce a scappare davvero nel punteggio, ed una tripla di Sacripante regala agli ospiti il 36-31 di metà gara.
Rientrati dall’intervallo, è Simone Pepe a salire in cattedra: otto punti in due minuti e mezzo per la 22enne guardia pescarese, che per la quinta volta in stagione chiuderà oltre i 20 realizzati. L’attacco giallorosso rimane a secco per tre minuti e mezzo ed un canestro di Polonara vale il +10, ma due triple di Simone De Angelis e Bartolozzi ridanno fiducia all’Etomilu, che torna fino al -5 con l’ex lungo di Verona prima di incassare un altro 7-0 (ispirato dal trio Pepe-Timperi-Di Donato, capace di produrre il 72% del fatturato pescarese in termini realizzativi) che consente a Pescara di accumulare il massimo vantaggio della sfida in prossimità della penultima sirena, con il 58-46 di fine terzo quarto.
Giulianova nonostante il duro colpo non molla, affidando le sue chanches di rimonta (con un Gallerini limitato alla perfezione dai locali, ed autore di 8 soli punti con il 25% dal campo) soprattutto ad un tonico Riccardo Bartolozzi: cinque punti in fila per riportare gli ospiti in singola cifra di svantaggio sul 60-51, con il tecnico rosetano che tira fuori dalla panchina anche il positivo baby Di Diomede (un canestro e due liberi per il -7). L’Amatori attraversa una fase difficile dal punto di vista offensivo, ed è il solito Bartolozzi a riportare i suoi a due possessi di margine (66-60) costringendo la panchina locale al time-out. Una tripla dall’angolo di Marco Timperi con poco più di due minuti sul cronometro segna di fatto la resa per Sacripante e compagni, che restano a secco  negli ultimi 120 secondi di partita: Pescara chiude così sul 71-61, portandosi a casa l’importante posta in palio.
Positiva soprattutto la prova difensiva dei biancorossi, che hanno tenuto a quota 61 la formazione avversaria impedendo ai suoi terminali principi (Gallerini in primis) di trovare ritmo. Fondamentale era inoltre conquistare i due punti per riprendere la marcia dopo il KO di Senigallia, pur con un attacco che (complice l’assenza di De Vincenzo) si è espresso su livelli inferiori ad altre uscite. L’obiettivo in casa Amatori è adesso quello di ritrovare il sorriso anche lontano da casa: nella difficile trasferta di Monteroni in programma domenica prossima, Di Donato e compagni cercheranno di ritrovare un successo esterno che manca dalla seconda giornata contro Valmontone.
A seguire i tabellini e le interviste post-partita.
AMATORI PESCARA-ETOMILU GLOBO GIULIANOVA 71-61 (18-15; 36-31; 58-46)
PESCARA: Pepe 21, Rajola 5, Di Fonzo, Di Donato 16, Bini 2, Tabbi 4, Polonara 9, Mar.Timperi 14, Tagliamonte ne, Mat.Timperi ne. Coach: Salvemini.
GIULIANOVA: S.De Angelis 5, Cianella 5, Sacripante 6, Diener 12, Di Diomede 4, Bartolozzi 21, Scarpetti, M.De Angelis ne, Gallerini 8, Magazzeni. Coach: Francani.
Tiri da 2: Pescara 19/42 (45%), Giulianova 18/34 (53%).
Tiri da 3: Pescara 8/25 (32%), Giulianova 6/23 (26%).
Tiri liberi: Pescara 9/10 (90%), Giulianova 7/10 (70%).
Rimbalzi: Pescara 26+16 (Di Donato 11, Polonara 10), Giulianova 24+9 (Diener 9, Sacripante 7)
Assist: Pescara 16 (Rajola 9), Giulianova 17 (Sacripante 6).
LE VOCI DEL DOPO-PARTITA
Giorgio Salvemini, coach Amatori Pescara: “Innanzitutto voglio fare i complimenti ai ragazzi: non è stata una settimana semplice, dopo la sconfitta di Senigallia e l’infortunio a De Vincenzo che ha rappresentato una tegola pesante anche a livello mentale. Hanno applicato il piano-partita alla perfezione, soprattutto in difesa dove volevamo togliere i loro punti di riferimento principali: entrambe le squadre presentavano delle defezioni, ma soprattutto in un derby spesso sono protagonisti meno attesi a tirare fuori prestazioni importanti. In settimana avevo chiesto ai miei giocatori di alzare il senso di responsabilità nelle cose che facciamo ed oggi penso che ci siamo riusciti, anche se in una partita dominata a rimbalzo e dove abbiamo tirato 10 volte in più tirare con il 40% non ci ha permesso di fare meglio. Nonostante questo, la nostra ottima prestazione difensiva ci ha consentito di comandare sempre nel punteggio, e siamo contenti di aver portato a casa il primo derby di questo campionato”.
Ernesto Francani, coach Etomilu Giulianova: “Abbiamo dato il massimo nonostante le condizioni difficili, e sono soddisfatto del nostro atteggiamento e della voglia di lavorare ed impegnarsi che il gruppo dimostra. Bartolozzi ha certamente disputato una buona partita, in netto progresso rispetto ad altre uscite di questo avvio: speriamo di avere tutti a disposizione il prima possibile, a cominciare dalla fondamentale partita di sabato prossimo contro Taranto”.

 

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author