L’Ambrosia Bisceglie cede sul parquet di Ortona

Ortona-Ambrosia Bisceglie 68-54

Ortona: Gialloreto 11 (1-3, 3-9), Musso 6 (1-4, 1-5), Di Carmine 11 (3-9, 1-1), Brown 12 (4-4, 1-2), Leo 26 (11-15, 1-1), Martelli 2 (1-1, 0-1), Comignani, Martone (0-2), Agostinone (0-1). N.e.: Crognale. Allenatore: Domenico Sorgentone.

Ambrosia Bisceglie: Stella 9 (1-4, 1-4), Torresi 13 (2-3, 3-5), Gambarota 8 (4-6, 0-2), Drigo 14 (6-11, 0-5), Cecchetti 8 (4-7), Chiriatti (0-2, 0-3), Cercolani 2 (0-1 da tre), Leggio (0-4, 0-3). N.e.: Totagiancaspro, Ricchiuti. Allenatore: Alessandro Fantozzi.

Arbitri: Cirinei di San Vincenzo (Livorno), Fabbri di Cecina (Livorno).

Parziali: 22-13; 39-30; 52-38.

Note: uscito per cinque falli Gambarota. Tiri da due: Ortona 21-39, Ambrosia Bisceglie 17.37. Tiri da tre: Ortona 7-19, Ambrosia Bisceglie 4-23. Tiri liberi: Ortona 5-9, Ambrosia Bisceglie 8-12. Rimbalzi: Ortona 33 (27+6, Leo e Di Carmine 9), Ambrosia Bisceglie 32 (24+8, Drigo e Stella 7). Assists: Ortona 18 (Di Carmine 5), Ambrosia Bisceglie 7 (Stella 3).


Polveri bagnate (solo il 35% dal campo) e sconfitta in terra abruzzese per l’Ambrosia Bisceglie, che non ha ripetuto il blitz di Campli arrendendosi sul parquet di Ortona nella seconda gara consecutiva lontano dalle mura amiche del PalaDolmen. La formazione allenata da
Alessandro Fantozzi ha pagato dazio nel primo e nel terzo quarto, pareggiando la seconda e la quarta frazione: troppo poco per avere ragione del team di Mimmo Sorgentone, trascinato dall’eccellente prestazione di Lillo Leo, inarrestabile sotto canestro.

Inizio incoraggiante dei nerazzurri (6-11 con una tripla di Stella e un canestro di Gambarota), che si sono però smarriti nello scorcio conclusivo del primo periodo, incassando un perentorio 16-2. La rottura prolungata della compagine pugliese è proseguita nel secondo quarto, durante il quale Ortona ha raggiunto il massimo vantaggio sul +19 (37-18 con un canestro di Gialloreto). Reazione d’orgoglio dell’Ambrosia, capace di rimontare dieci lunghezze e chiudere sul -9 all’intervallo lungo (parziale di 12-2).

Bisceglie si è ripresentata sul rettangolo di gioco più motivata e decisa a risalire la china: confortante l’avvio di terza frazione, con Drigo, Cecchetti e Gambarota a segno fino al -4 (42-38). Nel momento migliore della loro gara i nerazzurri hanno accusato un nuovo blackout offensivo, restando a secco per ben cinque minuti e prestando il fianco ai padroni di casa.


Ortona non ha più corso pericoli, toccando anche il +20 con un’azione da tre punti dell’mvp Leo (61-41). Gli ospiti, pur non dispiacendo in difesa (68 punti subiti) non sono riusciti a trovare le risorse per tentare di riaprire una partita compromessa con due lunghi passaggi a vuoto in attacco.


Vito Troilo

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author