L’Aquila Palermo chiude il Torneo di Ragusa al terzo posto

Si conclude col sorriso il Torneo di Ragusa per l’Aquila Palermo, che al PalaPadua batte l’Eurobasket Roma, prossima avversaria ai vertici del girone C di Serie B, nella finale 3°/4° posto per 78-67. Grande prova corale dei biancorossi, che dopo la sconfitta di sabato contro il Basket Barcellona di A2 volevano assolutamente rialzarsi, infilando una prova che fosse positiva in primis per il gruppo.

In avvio, a battere cassa sono i romani con Righetti e Dip sugli scudi, mentre i palermitani tentano di rispondere con le scorribande di Stella e la lotta a rimbalzo dei suoi lunghi. Il secondo quarto, apertosi sul 19-27 per l’Eurobasket Roma, segna la grande reazione d’orgoglio proprio dei ragazzi di coach Tucci, capaci di ribaltare il match con un parziale nel quarto di 23-10, grazie alle triple di Antonelli e anche ai quattro falli che segnano di fatto l’intera metà mancante della gara di Righetti tra i romani.

Si lotta sul parquet, quasi fosse già domenica di campionato (al via tra sette giorni), specie sotto le plance dove il centro biancorosso ex Varese e, tra gli avversari, l’ex Agropoli Birindelli spadroneggiano con 8 rimbalzi per parte. Alto il minutaggio della panchina per coach Tucci, anche in virtù dello stop in gara di Di Emidio e dei falli di Azzaro, con Requena che aiuta ovunque i compagni e l’ottimo impatto sulla gara di Ondo Mengue.

L’ultimo quarto si apre sul +10 per i palermitani (51-61) che, però, conducono in porto la gara grazie ad una prova ragionata, votata alle collaborazioni e al rendimento di squadra, chiudendo con 11 punti di scarto rispetto ad un Eurobasket Roma temibile, che ospiterà l’Aquila Palermo il prossimo 24 ottobre nella capitale.

E’ stata una partita difficile dall’inizio – ammette l’allenatore dei siciliani Gianluca Tucci -, perché l’esperienza di Righetti sapevamo essere molto dura da contrastare, e così è stato. Siamo cresciuti tantissimo durante la gara, maturando una difesa e uno spirito di collaborazione verbale e tecnica di alto livello. Ho visto anche una reazione importante ad un paio di momenti difficili della partita, oltre ad un gioco di squadra in attacco alla costante ricerca del compagno più libero. Tutti elementi che fanno riferimento allo spirito di gruppo, un qualcosa che dovrà accompagnarci durante tutta la stagione a cominciare da Scafati”.

Biancorossi ancora segnati dalle assenze, come quella di Cozzoli, impossibilitato a partire con la squadra per Ragusa: “Aspettiamo di recuperarlo, così come puntiamo a raggiungere la nuova piena forma di Di Emidio, sapendo che dovremo giocare in nove almeno per un mese – ha spiegato coach Tucci -. Il precampionato ha avuto carichi fisici e psicologici, di ambientamento e conoscenza reciproca molto importanti, perciò essere arrivati alla partita contro Roma con la forza mentale dimostrata è stato un passo in avanti di un certo rilevo e per nulla scontato. Adesso prepareremo tatticamente la gara di Scafati – conclude l’allenatore biancorosso – sapendo che partire con una trasferta rappresenta un ostacolo che necessita della massima concentrazione per essere superato con successo”.

AQUILA PALERMO-EUROBASKET ROMA 78-67

Parziali: 19-27, 23-10, 19-14, 17-16

Aquila: Stella 18, Azzaro, Antonelli 30, Merletto 11, Ondo Mengue 13, Giardina ne, Requena 5, Bruno ne, Di Emidio 1, Urbani. All. Gianluca Tucci

Eurobasket: Dip 14, Fanti 9, Stanic 7, Righetti 18, Staffieri 3, Gai, Casale, Romeo 3, Tomaselli 2, Birindelli 11. All. Davide Bonora

Arbitri: Michele Capurro, Corrado Triffiletti, Alberto Scrima

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author