L’Aquila Palermo ospita Venafro per tornare a volare

L’Aquila ospita Venafro per tornare a volare

Rialzarsi dopo il passo falso e riprendere la corsa, con più fame di prima. In casa Aquila Palermo è stata una settimana di intenso lavoro sul campo, dopo la sconfitta esterna sul parquet della prima in classifica Agropoli. Il 75-70 rimediato domenica scorsa ha lasciato l’amaro in bocca, ma anche tanta voglia di un pronto riscatto.

Avversario dell’undicesima giornata sarà la Dynamic Venafro, 10° in classifica e con sole 3 vittorie sin qui. Un avversario sulla carta agevole, ma già nelle precedenti gare i palermitani hanno assimilato come ogni gara e ogni avversario possa riservare sorprese e insidie.

“Venafro non merita affatto il posto in classifica che occupa attualmente – rivela Federico Vallesi, assistant coach di Aquila Palermo -. Hanno senza dubbio sofferto un inizio balbettante, ma nelle prime gare hanno affrontato alcune grandi del girone rimanendo in partita sino all’ultimo e perdendo anche di uno o due punti. Squadra da prendere con le molle”.

Palermitani che cercheranno, dunque, altri due punti in classifica per restare incollati alle due squadre di testa Agropoli e Bisceglie. Una settimana, quella di preparazione al match di domani, non certo felicissima sotto l’aspetto della condizione fisica del gruppo guidato da Paolo Marletta.

Marcello Cozzoli e Dario Dragna sono tornati ad allenarsi solo ieri col resto della squadra, così come Davide Tagliareni che martedì aveva sofferto un guaio muscolare, poi rientrato. Giocatori e staff biancorossi arrivano allo scontro con i molisani assai affamati, specie dopo la seconda sconfitta in 10 partite.

“Noi lavoriamo per giocare sempre al nostro ritmo in campo – conclude coach Vallesi -, soprattutto in casa dove siamo obbligati a condurre la gara. Abbiamo studiato loro come, sicuramente, loro avranno studiato le nostre caratteristiche e le nostre individualità. Noi siamo pronti a tornare in campo per vincere”.

Palla a due domani alle 18 ancora sul parquet del PalaCus di via Altofonte, con il PalaMangano ancora inagibile e dunque chiuso al pubblico.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author