L'Aquila Palermo piega anche Catanzaro e mette nel mirino Roma

Un’Aquila Palermo incerottata, ma ancora carica di motivazioni e fame di vittoria, centra il secondo successo consecutivo battendo in terra calabrese la Mastria Vending Catanzaro per 54-60. Al PalaGiovino i siciliani mettono in scena una prova di forza e cinismo, tenendosi sotto media, ma riuscendo prima a ricucire un iniziale svantaggio e poi a mantenere la gara ben salda tra le mani.

Catanzaro parte forte, soprattutto dal perimetro, ritrovandosi avanti di nove punti già a metà quarto, con i palermitani ancora freddi al tiro. Solo i liberi permettono all’Aquila Palermo di non perdere ulteriormente contatto, ma non di chiudere il primo quarto sotto 22-13.

Il secondo periodo suona tutta un’altra musica, decisamente più intonata sui biancorossi: il parziale di 0-8 con il quale si aprono i secondi 10′ ricuce lo strappo, con gli ospiti allenati da coach Tucci che trovano confidenza con il canestro. Di otto punti il massimpo vantaggio dei siciliani in questa fase, con gli appena dieci punti concessi ai calabresi prima che si rientri negli spogliatoi per l’intervallo lungo (32-34).

Il secondo tempo nella sua fase iniziale viaggia sul binario dell’equilibrio, dove sono soprattutto gli errori al tiro a farla da padrone. Aquila prende il largo giusto negli ultimi due giri di lancette del terzo quarto: Cozzoli piazza due triple di fila, mentre Antonelli e Merletto si confermano implacabili dalla lunetta, così come tutta la squadra (18-20 alla sirena).

Il vantaggio dei biancorossi sfiora la doppia cifra in apertura di ultimo quarto, con Sereni e Abassi che provano a non far scappare i palermitani sul tabellone. Merletto piazza la bomba che ricaccia indietro gli avversari, mentre Urbani e Ondo Mengue segnano punti importanti dalla panchina. Nel finale, Catanzaro non riesce a trovare il miracolo dalle conclusioni veloci, con Aquila che ammazza il match ancora grazie alla grinta e all’orgoglio.

Finisce 54-60 con gli ultimi due liberi segnati da Merletto praticamente a tempo scaduto. Secondo successo consecutivo per i biancorossi, che dimezzano le distanze dal secondo posto di Napoli (sconfitta a Scafati) portandolo a due sole lunghezze, in un turno nel quale cade anche la capolista Eurobasket Roma ad una settimana dallo scontro diretto, in programma domenica alle 18 al PalaMangano di Palermo.

Serie B (gir. C) – 19° giornata

PLANET CATANZARO-AQUILA PALERMO 54-60

Parziali: 22-13, 10-21, 9-15, 13-11

Catanzaro: Carpanzano 7, Naso 8, Abassi 12, Di Dio 12, Sereni 14, Fratto, Calabretta 1, Latella, Infelise, Cossari. All. Cattani

Aquila: Requena, Cozzoli 11, Antonelli 14, Merletto 18, Di Emidio 4, Giardina ne, Azzaro, Bruno ne, Urbani 7, Ondo Mengue 6. All. Tucci

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author