Latina resiste per oltre metà gara, poi cede alla capolista

Nonostante il momento di emergenza dovuto agli infortuni, malgrado l’altissimo livello dell’avversario di turno, la Benacquista Assicurazioni Latina Basket gioca un buon primo tempo della gara con la capolista Givova Scafati riuscendo a restare in partita e a mantenere il punteggio in grande equilibrio (45 pari al riposo lungo). Seppur subendo la grande energia di Scafati in avvio di ripresa, i nerazzurri non hanno mollato e hanno tentato di restare nella scia dei gialloblu (-8 al termine del terzo quarto), che alla lunga hanno però mostrato la loro grande forza conquistando la vittoria sul risultato finale di 83-98. Buona la prova dell’ala Ivan Novacic, che ha esordito al PalaBianchini mettendo a referto 15 punti (tutti nella prima metà di gara, prima che gli avversari gli prendessero le misure) con ottime percentuali dalla lunga distanza (3/3) e dalla lunetta (4/4), catturando 5 rimbalzi e chiudendo la gara con 19 di valutazione. Non sono bastati i 14 punti realizzati da Nicola Mei, né i 12 di Uglietti e Pastore o i 10 del capitano nerazzurro Tavernelli per compiere l’impresa di sconfiggere la prima della classe. Si deve, però,archiviare in fretta lo stop subito per mano della compagine scafatese, perché domenica si torna in campo e la sfida che attende i ragazzi di coach Gramenzi è ancora una volta estremamente ardua. Latina tornerà in terra piemontese per far visita a Casale Monferrato, (sconfitta di misura in questo turno in quel di Rieti) nella terza partita in otto giorni. In casa Benacquista si spera di poter recuperare Francesco Ihedioha, assente sia nella partita a Tortona che in quella casalinga con Scafati, e che la condizione fisica di Mosley possa migliorare; il centro statunitense, infatti, nell’incontro di questa ventiduesima giornata non ha potuto giocare al meglio delle sue possibilità per via dei problemi fisici che ancora lo affliggono.

I tabellini – BENACQUISTA LATINA vs GIVOVA SCAFATI 83-98 (19-23, 45-45, 65-73, 83-98)

BENACQUISTA LATINA:  Guerra n.e., Grande 6, Tavernelli 10, Tagliabue 7, Novacic 15, Uglietti 12, Mei 14, Pastore 12, Di Ianni, Mosley 7. Allenatore Gramenzi.

GIVOVA SCAFATI:  Portannese 18, Crow 7, Spizzichini 1, Rezzano 16, Melillo n.e., Baldassarre 2, Ammannato 1, Mayo 23, Simmons 27, Loschi 3. Allenatore Perdichizzi.

Percentuali: Latina tiri da 2:  45% (13/29); tiri da 3: 48% (13/27) tiri liberi: 86% (18/21); Scafati tiri da 2:  55% (23/42) tiri da 3: 41% (9/22) tiri liberi: 78% (25/32).

Spettatori: 1000

Arbitri: Rudellat Marco di Nuoro, Caforio Angelo di Brindisi, Meneghini Francesco di Thiene (VI).

La partita – I giochi si aprono con Simmons che prova subito a trascinare i suoi, ma la Benacquista trova punti preziosi da Mei e dal nuovo arrivato Novacic, che fa il suo esordio al PalaBianchini mettendo a segno la tripla del primo vantaggio pontino (5-4 al 4’). Scafati tenta di allungare, ma al 5’ sono ancora i nerazzurri a condurre il gioco dopo il canestro dalla lunga distanza di capitan Tavernelli (10-8).  Gli ospiti ristabiliscono la parità con due liberi (10-10) ma Latina replica portandosi sul 15-10 grazie alle buone conclusioni di Tagliabue e Mei. La Givova non molla, riconquista la parità e la gara si accende con belle azioni ambo le parti e si prosegue sul filo dell’equilibrio (17-17 all’8’). Il primo quarto va in archivio con la formazione campana che piazza un mini break che vale il vantaggio di 5 punti: 18-23.

In avvio di secondo periodo è ancora la Givova a tenere il ritmo alto e ad allungare sul +8 (19-27 al 12’). Dopo aver chiamato time-out, coach Gramenzi fa entrare William Mosley, anche se ancora non in perfette condizioni fisiche., che mette a segno subito 2 punti preziosi (21-27 al 13’). I nerazzurri sono sfortunati nelle conclusioni, ne approfittano gli avversari per aumentare il divario (21-30 al 14’) ma è la tripla di Pastore ad accorciare nuovamente le distanze (24-30 al 15’). Ulteriori 4 punti consecutivi realizzati da Uglietti e Novacic portano i padroni di casa sul -2 (28-30 al 16’). La partita è avvincente, le due squadre non si risparmiano e al 17’ il tabellone segna 31-34. Show di triple con Novacic per la Benacquista che realizza punti importanti sia dall’arco, che dalla lunetta (38-40 al 18’). Azioni rapide, canestri preziosi e si va negli spogliatoi con il punteggio in perfetta parità: 45-45.


Al rientro dal riposo lungo Scafati piazza un break di 7-0
, mentre i pontini non riescono a centrare la retina e al 22’ il punteggio è sul 45-52 in favore della compagine campana, con coach Gramenzi che chiama time-out. Al rientro sul parquet, pronta la reazione della Benacquista con la tripla di Uglietti (48-52). Latina si porta sul -2 (52-54) ma Simmons mette a segno la tripla del 52-57, prima che venga fischiatofallo tecnico a coach Gramenzi. Attimi concitati sul parquet del PalaBianchini e al 25’ il tabellone segna 55-60 per gli ospiti. Riduce il divario la tripla di Pastore (58-60 al 26’) ma Mayo e Portannese, chirurgici dalla lunetta riportano la Givova sul +6 (58-64 al 27’). Ancora punti a cronometro fermo, questa volta è Tagliabue a realizzare (60-64 a 2:36” dalla sirena). Un terzo quarto interminabile, caratterizzato da tanti viaggi in lunetta (63-70 al 29’). La frazione si conclude con Scafati in vantaggio di 8 lunghezze: 65-73.

In avvio di ultimo quarto la Givova conquista il primo vantaggio in doppia cifra della partita(65-75 al 31’) ma Nicola Mei replica immediatamente dai 6.75 (68-75). Il fallo fischiato proprio a Nicola Mei, manda in lunetta gli ospiti che mettono a segno tutti e tre i liberi(68-78). Inerzia campana e a 7:29” dal termine del match il punteggio è sul 68-82 in favore della capolista. Il capo allenatore nerazzurro chiama time-out. Si scuote il team locale (71-82 a 6:24”). La Benacquista prova a risollevare le proprie sorti (75-83 al 5:20”) ma Mayo risponde per il nuovo vantaggio in doppia cifra (75-85). Scafati allunga le distanze  (75-88 al 36’). Latina è in difficoltà di fronte all’energia della Givova (77-90 al 38’). I pontini non smettono di giocare e a 1:33” dal termine del match la tripla di Mei fissa il tabellone sull’80-91, ma la capolista è decisamente troppo forte. Il cronometro scorre e la gara termina con Scafati che supera Latina con il punteggio di 83-98 in proprio favore.

 

 

Donatella Schirra

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author