L'Aux Cus Torino si fa rimontare nel finale e perde a Casale sulla sirena

La vince per la Casale Basket una triplissima di Davide Denegri a 3 secondi dalla fine. La perde l’Auxilium CUS, visibilmente penalizzata dalla direzione di gara nel secondo tempo, ma ingenua, precipitosa e in affanno nei possessi decisivi, e capace d disperdere negli ultimi 4 minuti e mezzo un patrimonio di 11 punti costruito con buon senso e fermezza.
La condiziona, la indirizza sarebbe meglio dire, l’operato dei due direttori di gara che a Torino fischiano il giusto ma per larghissimi tratti della ripresa si dimenticano che in campo c’è anche la Casale Basket, consentendo ai monferrini qualunque cosa. La difesa pressante, fatta di esuberanti raddoppi fin dal rimessa da fondo campo, di continuo gioco mani addosso, di contatti, vicino e lontano dal canestro, al limite e spesso ben oltre il limite del consentito dal regolamento, passa incredibilmente inosservata agli occhi degli arbitri, che per 18 lunghissimi minuti, tra il 22’ e la sirena finale, forniscono un sostanzioso (e smaccato) contributo alla partita dei casalesi, tenendoli di fatto in partita nel terzo quarto con 8 minuti di impunità assoluta, e quindi nella ‘rumba’ conclusiva, dimenticandosi per larghi tratti di essere i garanti delle regole del gioco anche verso ‘l’altra squadra’ scesa in campo.
I meriti di Casale, per la seconda volta scesa in campo al completo, sono innegabili: i monferrini ci credono sempre e comunque, fanno il loro gioco e mettono in mostra talento e quantità da primissimi posti.
L’Auxilium CUS nel complesso gioca una gara di validi contenuti tecnici e fisici, nonostante l’infortunio a Chiotti, prende in mano la situazione nel secondo periodo dopo un avvio difficile e sembra riuscire a tenere a bada l’avversario; ma alla lunga poco può a fronte di una totale assenza di equità nel metro di giudizio. Vedasi nel periodo finale, per citare l’esempio più eclatante, i ripetuti interventi in …pressione sul play Russano (ben 7 i falli subito ma almeno altrettanti se non di più quelli ignorati), contrastato ben oltre il lecito a più riprese e senza alcuna tutela nel tentativo di passare la metà campo. Ma nel calderone delle decisioni non prese a favore dei cussini, almeno una decina di infrazioni di passi di partenza e tanti, troppi, contatti con la palla in mano.
Al di là di tutto, ne viene fuori una partita bella, a tratti bellissima, ricca di giocate da applausi, di squadra e individuali, di episodi e di emozioni.
Si parte a gran ritmo, Bianchelli tiene Torino in scia, ma i padroni di casa tirano con percentuali stratosferiche e si portano a condurre con le conclusioni pesanti di Valentini e Denegri. Dopo i 3 del 17-11, Chiotti è costretto ad uscire per un infortunio ad una spalla (non rientrerà più).
Al continuo pressing la Casale Basket abbina un grandissimo movimento in attacco, che la porta spesso e volentieri a tagliere dietro alle linee gialloblu, con ottimi risultati: di Ghezzi, da sotto il 21-14 del 6’. Torino gioca dentro per Marengo, ne trova 3 da Di Matteo in angolo, infine va ancora a segno con Crespi in appoggiata: 23-21. Tripletta di Conti in prossimità della prima sirena: 27-24.
L’impressione che gli ospiti abbiano trovato le giuste misure per aggirare la pressione avversaria si rivela esatta nelle battute iniziali del secondo periodo. L’ingresso di Fantolino dà energia al gioco di gialloblu: il play sigla il pareggio dall’arco, Di Matteo ne aggiunge 3, Stola si butta dentro e realizza il 31-34.
Le cifre di Casale sono in netta discesa: merito di una Torino attenta e presente a rimbalzo e nel taglia-fuori e capace di aiuti puntuali ed efficaci.
Fantolino prende la linea di fondo e segna, poi recupera e serve per il contropiede solitario di Stola, quindi mette una coppia di liberi, Conti ruba ancora e deposita indisturbato il 35-43.
La risposta casalese da Denegri, 3 da posizione difficile, a cui replicano Di Matteo e Russano, allo scadere: 41-49 alla pausa.
Il play gialloblu apre la ripresa con un’altra bomba, Marengo smanaccia un rimbalzo offensivo per Bianchelli pronto sotto ad approfittarne: sul 41-54 del 22’ la partita cambia di colpo. I padroni i casa alzano ancor più il livello difensivo e per i successivi 6 minuti (in totale fanno 8) non si vedono più fischiare nulla. E non che manchino gli episodi per intervenire, anzi, visto che i biancoblu provano a sporcare qualunque linea di passaggio, anche quella lontanissime dal canestro.
Dopo il siluro del 51-61 di Fantolino, Torino inizia a faticare a passare la metà campo, ai monferrini è consentito tutto e la rimonta ne è la diretta conseguenza: Valentini la mette da lontano, Denegri accorcia ancora alla mezzora: 57-62.
Il quarto periodo è la fotocopia della seconda metà del precedente. L’Aux CUS si tiene davanti con il coltello tra i denti: prima con Di Matteo, quindi in un paio di occasioni con Crespi: 58-69.
Nei 4 minuti e mezzo che restano succede di tutto: mischie, contese inesistenti, falli non fischiati ai padroni i casa (ma evidentissimo uno anche sul monferrino Denegri), Casale, naturalmente, può beneficare del bonus con largissimo anticipo rispetto all’avversario. Dopo 8 minuti di passione ad effettuare qualunque cosa per il mani-addosso avversario – ma possibile che sulla ventina di possessi, nell’enfasi della rimonta a tutti i costi, la retroguardia di casa commetta appena 1 fallo ? – Torino si ferma, sprecando in maniera affrettata e anche ingenua le azioni decisive.
Dopo il 65-72 da tre di Di Matteo, in campo c’è solo la Casale Basket, che prima accorcia, quindi pareggia a quota 72 con un 3 su 3 dalla linea di Deros a 40 secondi dal termine dopo un errore da lontano di Valentini e un rimbalzo lungo su cui i cussini devono recitare il mea culpa.
Con 18 secondi da giocare, timido attacco dell’Aux CUS, fuori: sulla rimessa dal fondo Torino abbozza un tiro, suonano i 24 secondi ma i monferrini hanno già recuperato la sfera, veloce ribaltamento per Denegri che la infila dagli 8 metri.
Nei rimanenti 3 secondi l’Aux CUS rimette ancora in attacco ma non trova il canestro.

CASALE BASKET-AUXILIUM CUS TORINO 75-72
Parziali: 27-24, 41-49, 57-62
CASALE: Zorgno, De Ros 9, Raiteri 4, Ielmini, Martinotti 1, Valentini 23, Denegri 17, Ghezzi 8, Yabre 4, Banchero, Tulumello 6, Todeschino 3. All. Fabrizi.
TORINO: Marengo 10, Chiotti 3, Stola 2, Russano 9, Bottiglieri n.e., Ripepi n.e., Di Matteo 16, Fantolino 10, Campanelli, Conti 8, Bianchelli 7, Crespi 7. All. Arioli.

Commenta
(Visited 20 times, 1 visits today)

About The Author