Le Farine si regalano il bis grazie ad una grande Cupido

Le Farine continuano ad essere “magiche” anche Brindisi. Le ragazze di coach Ferazzoli non brillano, si complicano la vita, palesano dei limiti sotto le plance, confermano le basse percentuali al tiro, ma riescono a spuntarla grazie alla buona intensità difensiva ed alla maggiore lucidità nelle fasi decisive del match. Dopo Ancona, la firma sulla vittoria è ancora di Rosa Cupido (21 punti) che migliora il proprio bottino dell’esordio, ma soprattutto mette a segno i canestri più pesanti del match. Non da meno Celmina, diesel per tre quarti di gara e poi turbo nei primi cinque minuti dell’ultima frazione. Suoi gli otto punti consecutivi di un match che ha visto le padrone di casa sempre alle costole delle irpine, ma mai in vantaggio (40-40 al 27’). Buono l’esordio di Perez per Brindisi schierata in deroga nonostante il mancato arrivo del transfer. A farle posto l’altra lunga Boccadamo, che nella prima giornata aveva goduto dello stesso beneficio per la mancanza dei requisiti dei quattro anni di formazione. Brindisi ha tirato meglio dal campo e preso più rimbalzi (46 a 35), ma ha pagato il saldo perse-recuperate (ben 13 palloni persi solo nel primo quarto per le pugliesi) e le percentuali ai liberi (17/32).

LA GARA –  Parte meglio Ariano: una tripla di Vargiu sembra far da preludio ad un allungo immediato che però non si concretizza. Brindisi si affida alla neo-arrivata Perez che si fa trovare pronta in attacco. Sotto le plance Brindisi tiene e resta in scia. Ariano si affida alle penetrazioni di Cupido per scardinare la difesa di casa (6-11 al 7’). Vargiu regala alle irpine una fiammata improvvisa con cui si chiude il primo quarto: cinque punti consecutivi del play sardo (3/3 dal campo nei primi 10’) illuminano l’attacco arianese (9-16 al 10’) La replica di Brindisi è immediata e porta la firma delle esterne di casa: Miccoli e soprattutto Siccardi (15-18 all’11). Ariano incassa due falli in un amen di Eleonora Zanetti, ma anche i primi due canestri dal campo di Cupido. Miccoli firma la prima tripla delle padrone di casa (18-22 al 14’). La gara si fa intensa. Ariano, come in gara-1, paga le percentuali non entusiasmanti dalla media. Una giocata da tre punti di Siccardi vale il -1 (23-24 al 16’) il sorpasso non si concretizza. Brindisi è fredda dalla lunetta (1/8 nel secondo quarto). E’ Maggi a togliere le castagne dal fuoco a coach Ferazzoli. Quattro punti consecutivi ridanno ossigeno prima dell’intervallo lungo (25-30 al 20’). La doppia cifra raggiunta da Siccardi in apertura di ripresa è un biglietto da visita eloquente di una gara che si accende improvvisamente: Vargiu e Miccoli si sfidano a suon di triple, ma è Cupido a dare il là ad un break importante: i primi punti di Santabarbara valgono il +9 (30-39 al 24’). Non basta. Brindisi non molla: una tripla di Toscano fa da preludio alle gite in lunetta delle lunghe di casa che continuano a dominare. Brindisi non va oltre il preggio che si concretizza al 27’ (40-40) grazie ad una tripla di Siccardi ed all’1/2 dalla lunetta di Toscano. Nel momento di massima difficoltà viene fuori Cupido che mantiene ancora in vantaggio le ospiti con quattro punti consecutivi (41-44 al 30’). Ma ecco la protagonista tanto attesa: Ance Celmina piazza 8 punti in apertura di ultima frazione mentre le rossoblù si ridestano a rimbalzo (44-52 al 33’). Ariano gioca d’esperienza: congela il match: si segna praticamente solo dalla lunetta con Cupido e Maggi che blindano il successo.

GUARNIERI INTREPIDA – LE FARINE MAGICHE ARIANO IRP: 53-62

Brindisi: Toscano 8, Falcone 2, Niccoli n.e., Fersino, Perez 10, Lauria 7, Miccoli 9, Siccardi 17, Gismondi n.e., Tolardo. Coach: Ermito

Ariano Irpino: De Luca, Valerio, Falanga M., Santabarbara 2, Vargiu 11, Albanese 1, Maggi 12, Cupido 21, Celmina 13, Zanetti L., Zanetti E., De Michele 2. Coach: Ferazzoli.

Parziali: (9-16; 25-30; 41-44)

Arbitri: Leggiero di Lecce, Valzani di Martina Franca (TA)

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author