Le Pagelle Ignoranti della Coppa America

Dal film di Aldo, Giovanni e Giacomo “Chiedimi se sono felice”, ecco a voi le pagelle ignoranti della più epica e spettacolare partita di basket che il cinema ricordi: LA COPPA AMERICA!

Per chi se la fosse persa, ecco come rimediare: https://www.youtube.com/watch?v=p0npskZf01o

ALDO 7: alza due palla a 2 più dritte di quelle di qualsiasi arbitro dalla C Silver in giù. Mentre lui e Giovanni umiliano Giacomo nel 2 contro 1, esibisce una serie di piedi perni degni di un 4 tattico di promozione e fa 2 passaggi da dietro la schiena che lo fanno diventare il Jason Williams di Palermo Sud. Sente l’adrenalina più di tutti nella partitella 3 contro 3, lo dimostrano le “tabellate” nei primi 2 tiri che per poco non staccano la testa intera alla statua. Imprendibile per la difesa avversaria, agisce da lungo tattico, ma comunque con più visione di gioco di un play nano. Trasmette carica e carisma ai compagni. UOMO SQUADRA

GIOVANNI 6.5: vince con facilità la palla a 2 con Giacomo, per poi con un gesto di generosità lasciar saltare quest’ultimo nella palla a 2 con l’agente Brioschi. Si diverte con Aldo a sbeffeggiare Giacomo, è il più tutelato dagli arbitri, tanto che viene mandato in lunetta per un fallo che se fatto nel CSI è considerato un segno di stima e rispetto. Grazie ai suoi litigi con Giacomo fa scaldare gli animi di tutti. Ai tiri liberi ha comunque una tecnica migliore di 3/4 del mondo minors. In un qualsiasi campionato di prima divisione però, se esulti dopo aver segnato un tiro libero, finisci la partita senza un arto. BAFFO RIVEDIBILE

GIACOMO 6: bulleggiato da Giovanni sulla palla a 2, bulleggiato da Giovanni ed Aldo nel 2 vs 1, bulleggiato dall’agente sulla seconda palla a 2, stroncato da Daniela in serata. Sfoga la sua rabbia e il suo dolore commettendo un fallo terminale su Giovanni e accennando ad una mini rissa. Decide di migliorare la sua valutazione di Lega stoppando Giovanni su un tiro libero e rischiando un fallo tecnico. Si rifà dominando il 3 vs 3, con passaggi brevi e rapidi, tagli dietro l’uomo e tantissimo movimento senza palla. Per caratteristiche tecnico/tattiche è un po’ il giocatore che manca ad ogni squadra minors, tanto che dopo aver girato il film ha avuto numerose richieste da squadre locali di Serie D per fare il sesto uomo alla Manu Ginobili. FRIENDZONATO

AGENTE 1 (Antonio Catania) 7: era da 8 sere di fila che si presentava in piazza con la speranza di trovare qualcuno disponibile per un playground. Finge un’aria seria per incutere timore agli avversari, anche se in realtà sta pensando alla birreria migliore in cui andare finita la partita. Col suo ricco bagaglio tecnico mette in difficoltà la difesa aggressiva del trio, anche se alla lunga sente la fatica e la voglia di bocconcini di pollo. Immarcabile spalle a canestro. SIGNORE DEL PARQUET(e della porchetta)

AGENTI BRIOSCHI e REZZOLI 6.5: interrompono l’arresto di un serial killer solo per potere andare in piazza a dettare legge in quello che è l’evento sportivo più importante della loro vita. Cercano di fermare le mezze ruote russe e il gioco fatto di passaggi veloci del trio con giocate di posizione, triangoli per smarcare l’uomo in post basso, anche se il loro punto forte sono i tramezzini al prosciutto cotto. Azzardano tiri dalla lunga distanza per provare a fare il break decisivo, ma l’avere dei ferri da stiro al posto dei polpastrelli non li aiuta e alla povera statua viene distrutto il naso. DR JEKILL&MR. HAMBURGER

STATUA 6.5: resiste al lancio di mattoni per più di un’ora, ma poi deve arrendersi di fronte all’ennesimo missile sul naso, che però permette alle partitelle future una migliore fuoriuscita della palla quando si segna. SACRIFICATA

Commenta
(Visited 214 times, 1 visits today)

About The Author