Le prime parole di Lee Roberts da giocatore della Virtus Roma

Nato a Seattle il 10 febbraio 1987, Lee Roberts è il nuovo centro della Virtus Roma. Approda nella Capitale dopo essersi fatto apprezzare in diversi campionati (Germania, Danimarca, Giappone, Australia, Argentina, Venezuela, Israele) per la propria duttilità, l’energia e la capacità di essere protagonista in team vincenti. Roberts ha infatti conquistato nel 2009 il campionato di Division II NCAA con la University of Findlay, la TNA argentina nel 2013 con l’Estudiantes Concordia e pochi mesi fa la Israel National League con il Nes Ziona.

Queste le sue prime parole da virtussino.

Quali sono i principali motivi che ti hanno spinto ad accettare l’offerta della Virtus Roma?

«Non è stata una scelta difficile, credo che qualsiasi giocatore sia entusiasta all’idea di giocare in una città come Roma, così importante e famosa. Oltretutto la Virtus è un club con grande tradizione che può vantare una storia gloriosa di alto livello, per cui è stato facile scegliere la Virtus per me».

Hai giocato in diversi campionati nel corso della tua carriera. Hai trovato delle differenze nello stile di gioco da un paese all’altro?

«Sicuramente ho trovato molte differenze tra i diversi campionati nei quali ho giocato, sia per quel che riguarda le regole, sia riguardo lo stile di gioco. A mio avviso il fattore più variabile tra un campionato e l’altro è sicuramente la fisicità: ci sono delle leghe molto più “soft” rispetto ad altre».

Hai vinto tre campionati tra college e professionismo. Cosa pensi di poter portare alla Virtus Roma in campo e fuori?

«Assolutamente la voglia di vincere. Credo sia questo a contraddistinguere il mio essere come giocatore di pallacanestro: amo vincere e sono pronto a tutto per ottenere la vittoria. Per la Virtus Roma non voglio nient’altro che non sia vincere, e quindi in campo metterò tutta la passione e l’energia possibile per raggiungere i nostri obiettivi».

Sei un giocatore molto apprezzato per la tua versatilità e la tua energia. Raccontaci che tipo di giocatore sei e cosa ti piace fare di più in campo.

«Sì, sono esattamente questo tipo di giocatore: versatile ed energico. Sono un lungo ma ho piedi veloci che mi permettono di difendere su molti giocatori in diversi ruoli; posso segnare sotto canestro ma anche aprire l’area con il mio tiro da fuori, e soprattutto amo andare a rimbalzo!».

Un saluto ai nostri tifosi.

«Ai tifosi della Virtus Roma voglio dire che sono davvero entusiasta e non vedo l’ora di iniziare la prossima stagione. Io e mia moglie siamo felici di poter essere a Roma, e penso proprio che quest’anno vivremo un’annata entusiasmante!».

Fonte: Uff. stampa Vitus Roma

Commenta
(Visited 97 times, 1 visits today)

About The Author