Legnano Basket smarrisce la via contro Bologna

Il titolo della canzone di un bolognese DOC (Cesare Cremonini ndr), può esemplificare quello successo a Bologna, anche se la gara dei Knights è stata a due facce
Sfida del Legnano alla Fortitudo in posticipo serale, al PalaDozza, dove Legnano ha già giocato in campionato e Coppa Italia durante i campionati in serie B.
Per la Fortitudo è la prima partita casalinga nel suo impianto, visto la squalifica che ha penalizzato la società per le prime gara di questa stagione.

Il primo possesso è per Legnano, ma è Pacher che al secondo pallone giocabile, mette i primi punti della gara.
Flowers infila la tripla, ma Raivio segna il jumper di una gara che inizia subito frizzante e con buone percentuali.
Palermo centra la tripla per il 3-7, ma due fiammate Daniels e Italiano, riportano vicino le squadre sul 6-7.
Il piazzato di Daniels da il primo vantaggio alla Fortitudo, ma la notizia peggiore sono i 3, prematuri, falli di Palermo dopo solo 4’20” di gioco.
Il pressing di Bologna mette in grande difficoltà Legnano che perde diversi palloni che diventano facili appoggi biancoblu.
Sul 12-7, Ferrari chiama timeout e cerca di strigliare i Knights, che rispondono con il jumper di Frassineti e due buone difese che portano, ancora Frassineti, alla bomba dall’angolo del pareggio sul 12-12.
Un bell’assist di Maiocco per la schiacciata di Pacher vale il nuovo -2, dopo i canestri di Carraretto, ma è la bomba di Navarini a ridare il vantaggio, seppur minimo, alla Europromotion.
Il finale del quarto è sul 20-18 con il canestro di Montano che riporta avanti la Eternedile.

L’inizio del secondo periodo è di marca legnanese con il pareggio in entrata di Martini e il vantaggio sul 20-23, con il gioco da 3 punti di Raivio.
Dopo il vantaggio, però, Bologna diventa più aggressiva e scava un mini parziale con Flowers e Carraretto, fino al 29-25, che induce Ferrari al timeout, esattamente a metà del quarto.
All’uscita dalla sospensione un bell’assist di Martini per Pacher e una contesa forzata dalla difesa biancorossa, danno un bel segnale al buon manipolo di tifosi legnanesi, come sempre presenti.
Martini appoggia ancora il pareggio, con nessuna delle due squadre che riesce a prendere il comando deciso della gara.
Martini è on-fire e mette anche il vantaggio dall’angolo, sottolineato dalla bomba di Frassineti per il 29-34, massimo vantaggio per la Europromotion nella gara.
Iannilli sblocca la Fortitudo con un buon movimento da sotto, e un jumper, proprio quando anche Allodi arriva al suo terzo fallo.
A meno di un minuto dalla fine del primo tempo, l’antisportivo di Flowers su Raivio, viene capitalizzato proprio dalla guardia USA con due liberi e il jumper del 33-38, non dissimile al 36-38 del 20’.

Daniels riapre con l’appoggio del pareggio e Allodi commette il quarto fallo, che lo esclude momentaneamente dalla partita.
I liberi di Carraretto provano a far scappare i felsinei, ma le triple di Palermo e Pacher riportano ancora una volta la gara in pareggio.
Raucci mette il canestro in transizione, mentre Legnano sembra bloccata in attacco, dove non trova la fluidità del primo tempo.
Pacher segna dal mezzo angolo e tiene i Knights in scia, anche se i canestri di Iannilli dal centro area e Flowers dall’arco, danno una netta spallata alla gara.
L’antisportivo su Italiano viene trasformato nel +11 Fortitudo sul 57-46. Raivio prova con i liberi che chiudono il quarto sul 59-48.

Legnano parte malissimo nell’ultimo periodo, incassando la tripla del 62-48 di Italiano che, ancora con 9 minuti dell’ultimo quarto, sembra chiudere la gara.
Raivio mette la tripla del -11, ma ormai la Fortitudo è in fiducia e, nonostante un nuovo centro di Pacher, Flowers e Daniels trovano facilmente la via del canestro, che mantiene la “F” bolognese avanti in doppia cifra di punti.
Carraretto segna il gioco da tre punti della staffa, con Maiocco che commette il quinto fallo, e Legnano che ormai vede palesarsi la sconfitta.
Ferrari chiama timeout, ma il 74-55 non è confortante.
Con 5’33” da giocare, Raivio restituisce il gioco da 3 punti al mittente, ma la difesa legnanese è meno incisa rispetto la primo tempo, dove proprio la difesa dava spinta anche all’attacco.
Raivio non si arrende, ma il gap rimane di circa 14 punti, che si ampliano solo nei minuti finali, fino alla sirena.

Gara dai due volti: primo tempo ottimo dei Knights, secondo perfetto per la Fortitudo.
Un risultato largo, ma che lascia buone impressioni al clan biancorosso, per quello visto nel primo tempo. Sicuramente c’è da lavorare per potere il grado di intensità costante per tutto l’arco dei 40′.
Prossimo appuntamento, l’anticipo di venerdì sere alle 20.30 contro Recanati.

Eternedile Bologna – Europromotion Legnano 93-71 (20-18, 16-20, 23-10, 34-23)

Eternedile Bologna: Leonardo Candi 8 (0/1, 2/2), Riccardo Lucchetta 1), Andrea Iannilli 7 (3/5 da due), Luca Maria Campogrande, Matteo Montano 2 (1/3, 0/2), Gennaro Sorrentino, Davide Raucci 10 (3/3, 0/1), Marco Carraretto 16 (3/5, 2/3), Jermaine Jonte Flowers 20 (3/4, 4/7), Nazzareno Italiano 11 (1/3, 2/2) N.E.: Francesco Quaglia
Tiri Liberi: 21/27 – Rimbalzi: 37 28+9 (Andrea Iannilli 9) – Assist: 22 (Nazzareno Italiano 5)

Europromotion Legnano: Alberto Navarini 5 (1/3 da tre), Giovanni Allodi, Alessandro Guidi, Federico Maiocco, Matteo Frassineti 12 (2/5, 2/6), Matteo Palermo 10 (0/1, 3/3), Matteo Martini 8 (4/5, 0/2), Michael Sacchettini, Andrew Joseph Pacher 14 (5/9, 1/3), Nicholas Thomas Raivio 22 (5/10, 2/2) N.E.: Stefano Toia
Tiri Liberi: 12/18 – Rimbalzi: 20 15+5 (Nicholas Thomas Raivio 8) – Assist: 15 (Federico Maiocco, Nicholas Thomas Raivio 4) – Cinque Falli: Federico Maiocco

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author