Legnano Knights, che impresa a Verona!

Altra tappa importante per i Knights che scendono in campo a Verona, in casa della Scaligera, società storica del basket italiano, che nel suo palmares ha una Coppa Italia, una Coppa Italia di A2, una Supercoppa Italiana e soprattutto una Coppa Korac.

La gara, dopo un paio di minuti di studio, inizia ad essere spettacolare con le squadre che vanno a canestro a ripetizione.
Da una parte Cortese e Spanghero aprono le marcature, ma dalla sponda legnanese, Frassineti e, soprattutto, Raivio (14 punti, 7 rimbalzi, 2 recuperi, 3 assist), tengono i Knights avanti di 1 sul 8-9 del 5’.
Cortese (12 punti, 3 rimbalzi e 2 recuperi) punisce con 5 punti in fila le distrazioni dei biancorossi, che vengono subito redarguiti nel timeout da coach Ferrari.
Al rientro Pacher riavvicina la Europromotion sul 13-11, anche se Verona si affida a Da Ros per riallungare sul +4.
Le squadre tirano con ottime percentuali e la chiusura del quarto è un difficilissimo e spettacolare canestro di Frassineti per il 20-20 dei primi 10’.

Al rientro, le squadre non mantengono lo stesso ritmo della prima frazione e solo qualche tiro libero muove la retina, fino all’appoggio del 26-22 di Chikoko (4 punti, 4 rimbalzi).
Da Ros (12 punti, 8 rimbalzi, 3 assist) tiene aperto il parziale dei padroni di casa, con i Knights in rottura prolungata.
E’ Frassineti ad infilare il canestro del ventiquattresimo punto legnanese, mentre Verona, non sfrutta alcuni possessi che potevano indirizzare la gara anzitempo.
La partita si imbruttisce e le percentuali calano drasticamente, ma la rubata e canestro solitario di Palermo, da fiducia a Legnano con il 34-29 della fine del primo tempo.

Da Ros e Frassineti aprono subito la ripresa con due centri per parte.
Da Ros prova a scavare ulteriormente il solco, ma il gioco da tre punti di Pacher, porta i Knights a -4 sul 40-36.
Frassineti segna dall’angolo e i Knights sono ancora a -3, anche se non riescono a riagganciare del tutto i veronesi, sempre forti a rimbalzo in attacco e in difesa.
Sulla schiacciata di Pacher, che annulla l’appoggio di Michelori (6 punti, 5 rimbalzi), Crespi chiama timeout e sul rientro in campo, Da Ros appoggia da sotto, anche se una bellissima azione corale dei Knights porta Pacher alla schiacciate del 46-43.
Fino a qui una gara aperta; ma gli ultimi due minuti, Verona piazza un buon parziale di 6-0 che sembra essere decisivo, chiuso dall’ultimo tiro di Palermo (11 punti, 4 rimbalzi, 3 assist, 3 recuperi) a segno da 3 per il 54-48 del 30’.

Frassineti mette subito 1/2 dalla lunetta e Maiocco (2 punti, 3 rimbalzi, 2 recuperi 1 stoppata) appoggia da sotto, ma Spanghero (14 punti, 2 rimbalzi, 2 assist) ha il jumper che mantiene le distanze.
Pacher porta ancora Legnano a -3 e, dopo un canestro di Rice (10 punti, 4 rimbalzi), anche al -2, minimo svantaggio della gara per i Knights dopo le prime battute.
Una stoppata siderale di Maiocco, gasa i Knights che trovano, poi con Raivio, il pareggio che fa esplodere i tifosi dell’Europromotion.
Verona segna un libero e, poi, con Cortese, arriva al ferro per il +3 a solo 3’31” dalla fine della gara.
Ferrari chiama il timeout che serve per portare Frassineti all’appoggio solitario in area per il -1.
Poi, ancora Frassineti, assisteggia per la schiacciata di Pacher (21 punti, 7 rimbalzi), per il primo vantaggio dei Knights dopo una vita.
Saccaggi (6 Punti), freddissimo, infila la tripla nel 63-61, e poi, due liberi dubbi, di Cortese riportano Verona staccata di 4 punti, con Ferrari che ricorre ancora al timeout, quando mancano solo 1’18” alla fine della gara e tutto ormai sembra compromesso.
Al rientro la tripla di Pacher rimanda ogni verdetto, e poi il grande assist di Frassineti per l’ennesima schiacciata del secondo tempo di Pacher, manda i Knights al +1 che, a 31” secondi dalla fine, sono un vantaggio psicologico importante.
Dopo il timeout obbligato di Crespi, Verona butta via, letteralmente, la palla e il contropiede legnanese vede Frassineti appoggiare dolcemente il +3.
Nuovo timeout veronese, che porta Da Ros al tiro da tre che esce e diventa un rimbalzo per Frassineti (23 punti, 4 rimbalzi, 3 assist) che subisce fallo e mette i liberi della staffa per una vittoria sofferta, ma meritata.
Gli ultimi viaggi in lunetta delle due squadre arrotondano il punteggio, ma non la sostanza: i Knights strappano il foglio rosa e 2 punti importantissimi su un campo difficile.

Le sbavature difensive, sempre punite con puntualità da Verona nel primo tempo, si sono trasformate in azioni difensive efficaci con il passare dei minuti. Su questo i Knights hanno fondato la vittoria che, negli ultimi istanti di gara, è diventata realtà.
Una vittoria meritata ed importante che da grande fiducia, in vista di un’altra partita da cardiopalmo, quella di domenica prossima a Bologna contro la Fortitudo.

Tezenis Verona – Europromotion Legnano 67-72 (20-20, 14-9, 20-19, 13-24)

Tezenis Verona: Andrea Bernardi 1), Lorenzo Saccaggi 6 (2/4 da tre), Giampaolo Ricci, Alessandro Petronio 2 (1/1 da due), Riccardo Cortese 12 (2/3, 2/8), Andrea Michelori 6 (3/4 da due), Matteo Da Ros 12 (6/10, 0/3), Vitalis Chikoko 4 (2/6 da due), Rayvonte Rice 10 (3/9, 0/4), Marco Spanghero 14 (2/3, 2/6) N.E.: Amada Elhadji Ba
Tiri Liberi: 11/15 – Rimbalzi: 32 24+8 (Matteo Da Ros 8) – Assist: 10 (Lorenzo Saccaggi, Matteo Da Ros 3) – Cinque Falli: Andrea Michelori

Europromotion Legnano: Alberto Navarini, Giovanni Allodi, Federico Maiocco 2 (1/3 da due), Matteo Frassineti 23 (8/10, 1/6), Matteo Palermo 11 (2/3, 2/2), Matteo Martini 1), Michael Sacchettini, Andrew Joseph Pacher 21 (8/9, 1/3), Nicholas Thomas Raivio 14 (4/8, 0/2) N.E.: Francesco Gastoldi, Luca Battilana
Tiri Liberi: 14/22 – Rimbalzi: 31 30+1 (Andrew Joseph Pacher, Nicholas Thomas Raivio 7) – Assist: 9 (Matteo Frassineti, Matteo Palermo, Nicholas Thomas Raivio 3)

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author