Legnano Knights ospita Mantova

Dopo la vittoria nella seconda giornata di campionato in anticipo TV con Trieste, Mantova ha superato ieri sera (mercoledì 14) la Fortitudo Bologna nel recupero della prima giornata di campionato.

La squadra di Alberto Martelossi, coach navigato ed esperto di queste categorie, è uno dei team favoriti per la vittoria finale, visto la campagna acquisti estiva, infarcita di ottimi giocatori.

Il più “temuto” da Legnano è sicuramente Fabio Di Bella, ex Knights e pedina fondamentale per la salvezza dello scorso anno. Presentare un giocatore così è sicuramente superfluo. Il suo palmares e la conoscenza diretta dello scorso anno non possono far altro che aumentare la stima per l’uomo e il giocatore.
Vicino a lui, però, ci sono altri giocatori molto temibili.
Al posto, o con Di Bella, può giocare Lorenzo Gergati; figlio e fratello di ex giocatori dei Knights in diverse epoche (papà Pierangelo stella anni ’70 e il fratello Tommaso Knights negli anni ’90) è cresciuto nelle giovanili della Pallacanestro Varese. Dal 2004 al 2006 milita due anni nella massima serie con Biella mentre nella stagione 2006/07 è a Pavia dove ad inizio stagione è allenato da coach Martelossi e perde la finale playoff per la promozione in Serie A.
Nella stagione 2008/09 torna a vestire i colori di Varese in Legadue, dove conquista la prima posizione in campionato e la promozione in Serie A; in quella successiva viene confermato nella sua città natale dove disputa il massimo campionato italiano.
Le successive due stagioni (dal 2010 al 2012) passa alla Leonessa Brescia; nel primo campionato vince i playoff promozione della Serie A Dilettanti e nel successivo disputa il campionato di Legadue.
Terminata l’esperienza bresciana inizia quella torinese che dura ben tre anni e si conclude con la promozione in Serie A.

Come guardia si alternano Justin Hurtt e Riccardo Moraschini
Hurtt ha chiuso i quattro anni all’ University of Tulsa con una media di 13.0 punti, 2.94 rimbalzi e 1.45 assist in 27.3 minuti di media.
Nel primo anno da rookie sbarca in Europa, proprio in Serie A in Italia, con la divisa di Varese dove disputa 17 incontri con 7.3 punti, 2.6 rimbalzi e 0.5 assist in 20.8 minuti. Chiude la stagione 2011/12 nella massima serie belga con la maglia del Mons-Hainaut.
La stagione 2012/13 disputa con gli Iowa Energy la NBA Development League dove gioca 43 partite ed in 26.3 minuti mette a referto 12.3 punti, 2.6 rimbalzi e 1.3 assist.
Il campionato 2013/14 lo vede di nuovo protagonista in Europa, questa volta nella Serie A greca con la maglia del AGO Rethymno.
L’ultima stagione vede Justin ancora in Europa, questa volta nel massimo campionato della Lettonia dove è il secondo miglior marcatore del campionato.
Moraschini, vanta una buona esperienza nel massimo campionato italiano in cui ha già fatto registrare 116 presenze.
Cresciuto nelle giovanili della Virtus Bologna, Moraschini fa il suo esordio in Serie A nel 2005/06 con la formazione bolognese. Nei successivi tre anni si divide tra prima squadra e giovanili e nella stagione 2009/10 entra in pianta stabile nella prima squadra emiliana, dove gioca 10.7 minuti di media e facendo vedere buone cose.
La stagione successiva inizia a Bologna per poi venire girato in prestito sempre in Serie A a Biella, chiudendo la stagione con 2.4 punti a partita in 11.0 minuti di utilizzo medio. Al termine del campionato, viene convocato agli Europei Under 20 in Spagna dove conquista la medaglia d’argento.
Nel 2011/12 passa in prestito a Sant’Antimo, in Legadue, dove riesce a giocare con più continuità e mette in mostra buoni numeri.
Nel campionato 2013-2014 torna in Serie A, con la maglia della Virtus Roma, dove colleziona 34 presenze e realizza 2.4 punti in 10.8 minuti di media sul parquet.
Nell’estate 2014 Moraschini si unisce alla Pallacanestro Mantovana.

In ala Klaudio Ndoja.
Dopo gli inizi di carriera con le canotte di Desio, Casalpusterlengo, Sant’Antimo e Borgomanero approda nella stagione 2007/08 in Serie A all’Orlandina Basket. Nel campionato successivo è protagonista con la maglia di Scafati, in Legadue, dove raggiunge i playoff.
Nel 2009/10 si trasferisce all’Aurora Basket Jesi (Legadue) mentre nel 2010/11 viene messo sotto contratto dal Basket Club Ferrara, sempre nel secondo campionato nazionale, dove chiude la stagione con la salvezza e 14.7 punti di media.
Nel 2011 approda a Brindisi dove, da capitano della formazione pugliese, conquista la promozione in Serie A ai playoff nella finale contro Pistoia. Nella stessa stagione conquista anche la Coppa Italia di Legadue. Nella stagione 2012/13 è ancora a Brindisi, in Serie A, dove ottiene una comoda salvezza nel primo anno nella massima serie.
Il campionato successivo è ancora in Serie A, con la Vanoli Cremona Basket, dove conquista la salvezza.
Nell’estate del 2012 è stato convocato dalla Nazionale maggiore albanese ed ha partecipato con la maglia dell’Albania alle qualificazioni per l’Europeo di basket del 2013. Ultimamente è anche impegnato nella porzione di un suo libro autobiografico dal titolo “La morte è certa, la vita no. La storia di Klaudio Ndola”
In alternativa ad Ndoja, ma più perimetrale, c’è Alessandro Amici, giocatore già noto ai Knights cn la maglia di Senigallia e Ferrara.
Cresciuto nella Victoria Libertas Pesaro, dove ha svolto tutta la trafila delle giovanili con la maglia dellaScavolini, nel 2007 conquista il titolo nazionale giovanile viene convocato nella Nazionale Under 16.
Nel 2010/11 arriva la prima esperienza in Legadue con l’Andrea Costa Imola mentre nella stagione successiva si consacra definitivamente con la maglia della Pallacanestro Firenze in Divisione Nazionale A dove chiude il campionato con la conquista dei playoff e 14.4 punti di media a partita.
Nel 2012 fa ritorno alla “casa madre” V.L.Pesaro, dove disputa per la prima volta in carriera il campionato di Serie A.
Il campionato 2013/14 lo inizia ancora in Serie A in terra marchigiana ma nel gennaio 2014 si accasa aFerrara in A2 Silver.
Nella stagione 2014/15 è confermato alla Mobyt Ferrara in A2 Silver dove, allenato da coach Martelossi, conquista il secondo posto in classifica e viene eliminato al primo turno playoff dalla Pallacanestro Trieste.

In mezzo all’area troveremo Bryan Davis. Nato a Dallas il 31 dicembre 1986 è un centro di 206 cm., statunitense con cittadinanza neozelandese ed è un vero “giramondo” del basket.
Dopo l’High School a Grand Prairie frequenta il College nella prestigiosa Texas A&M dove, nei quattro anni all’università, è il nono miglior rimbalzista ed il terzo miglior stoppatore di tutti i tempi della squadra.
Davis chiude il quadriennio con 7.9 punti, 5.6 rimbalzi, 1.1 assist e 1.1 stoppate a partita; nell’ultima stagione nei Texas A&M Aggies mette a referto 9.6 punti, 8.2 rimbalzi, 1.5 assist e 1.7 stoppate.
Nel 2010/11, nella prima stagione tra i “pro”, è nella massima serie della Polonia al Czarni Słupsk dove realizza a partita 8.5 punti, 4.4 rimbalzi e 1 stoppata in 18.1 minuti di media sul parquet e partecipa all’All Star Game.
La stagione 2011/12 è nel massimo campionato ucraino con la maglia del Kryvbas dove mette a segno 14.6 punti, 7.6 rimbalzi, 1.6 assist e 1.5 stoppate in 24.4 minuti di media a partita, partecipando anche qui all’All Star Game del campionato.
Successivamente prende parte ai campionati cinese e coreano con le maglie di Hebei Springs Benma, Seul S. Thunders, Busan Sonicboom e Jiang Xi.
Dal novembre 2013 gioca nella NBA Development League con i Reno Bighorns dove disputa 50 partite ed in 20.1 minuti di utilizzo mette a referto 9.5 punti e 6.1 rimbalzi.
Nel 2014 disputa 8 gare con i neozelandesi dei Wellington Saints; successivamente torna a girare il mondo giocando in Corea del Sud, Bahrein e Taiwan.
Dal 2015 si accasa in Porto Rico con i Capitanes de Arecibo dove realizza 6.7 punti, 4.6 rimbalzi, 0.9 assist e 0.9 stoppate in 15.2 minuti di media.

A loro si uniscono dei giovani che trovano comunque abbastanza spazio in campo, nonostante il calibro dei “senior” presenti; tra loro: Davide AlvitiAndrea Natali entrambi ali grandi del ’96, Carlo FumagalliVincenzo MajorinoMichael Masenellie il centro di riserva Luca Gandini

Palla a due come sempre alle 18.00 di domenica al PalaEuroImmobiliare, dove la gara sarà diretta da BARTOLI ENRICO di TRIESTE (TS), WASSERMANN STEFANO di TRIESTE (TS) e DEL GRECO STEFANO di VERONA (VR).

Live twitting sul nostro profilo e aggiornamento sui nostri social, diretta radio su Radio Punto e dallo streaming audio del nostro sito (menù MULTIMEDIA e bottone RADIO) e differita in tv, martedì sera alle 22.30 su Rete55 (lcn_16)

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author