Legnano Knights perfetti e primi due punti conquistati

Seconda di campionato, con i Knights che “scendono” a Ferrara, squadra battuta nel prestagione, ma che ora ovviamente si presenta con una fisionomia diversa rispetto all’inizio di settembre.
Legnano recupera Allodi (anche se partirà Maiocco in quintetto) e Martini dagli acciacchi settimanali, e Ferrara che si presenta al completo con Henderson, secondo americano assente nella prima sfida annuale avvenuta a Cervia.

La gara parte subito con una fortunosa tripla di tabella di Rush e con un libero di Pacher.
Dopo un paio di minuti di sparatoria a salve, la bomba di Lestini lancia Ferrara sul 7-1
Ferrari dopo soli 3’ chiama timeout, perché è vero che Legnano si passa la palla bene in attacco, ma l’efficacia non è delle migliori e soprattutto in difesa non c’è la giusta aggressività.
L’uscita dal timeout è buona per i Knights con la schiacciata bimane di Pacher, ma Rush risponde con un gioco da tre punti per il 10-3
Lestini segna ancora da più di 9 metri per il 13-5 che demoralizza un po’ i biancorossi.
Palermo con la tripla e Raivio con il tapin, danno respiro alla Europromotion che torna in partita sul 15-10.
Raivio è scatenato (9 punti e 9 rimbalzi già nel primo quarto), ma anche Palermo ha buone percentuali e i Knights continuano la loro rincorsa sul 19-17.
Raivio segna un libero, poi ruba e schiaccia, prima che anche Pacher inchiodi una affondata al ferro per il primo vero vantaggio Legnano sul 19-22.
Navarini (5 punti), appena entrato gestisce l’ultimo pallone del quarto e si guadagna tre liberi, che segna, per il 21-25 dopo 10’.

Raivio continua il suo show con i primi punti del quarto, ma anche Navarini e Allodi si iscrivono alla festa e Legnano allunga sul 23-31.
Morea chiama timeout perché vede i suoi con poca carica, ma Martini infila il +10 e Raivio il +11 dai liberi.
La rottura di Ferrara è prolungata con un’infrazione di 24” e il nuovo canestro di Martini del +13.
La bomba di Frassineti (21 punti, 4 rimbalzi) è il +16 e Legnano ha degli sprazzi di divinità, trascinata dalle intuizioni di Raivio, imprendibile per tutta la corte estense.
Ferrara ci mette inevitabilmente un po’ di agonismo per cercare di rientrare in gara, ma Ferrari chiama timeout per raffreddare le intenzioni dei padroni di casa.
Rush (17 punti, 3 rimbalzi) e Henderson danno la carica, e con il canestro di Ibarra, Ferrara si riavvicina sul 37-42.
Frassineti e Brkic (14 punti, 9 rimbalzi) si scambiano due triple, ma con i liberi di Losi e una sua bomba finale, la Bondi pareggia un primo tempo bellissimo sul 45-45

Frassineti infila il jumper per Legnano a inizio ripresa, mentre Raivio completa un gioco d tre punti che porta subito i Knights al +5.
Frassineti ne infila altri 3 e con un 8-0 aperto, Morea è costretto a fermare la gara con il minuto di sospensione dopo solo 2’30” di gioco.
Ibarra (10 punti, 4 assist) sblocca Ferrara da 3, ma Maiocco risponde dall’arco per la gioia della cinquantina di tifosi legnanesi presenti.
Frassineti e Maiocco (5 punti, 4 rimbalzi e 10 assist) riportano Legnano al +10, poi Pacher si porta a casa ancora il ferro per il +13, con Legnano che allunga le mani su una gara in cui, Ferrara sembra un po’ spaesata in attacco.
Legnano chiude avanti dopo 30’ sul 55-68.

Uno spettacolare canestro di Frassineti apre il quarto, con Legnano che allunga ancora sul +14 con Frassineti e Martini (6 punti, 4 assist) autori dei canestri del nuovo, massimo, vantaggio biancorosso.
Raivio assiste l’ennesima schiacciata di Pacher (14 punti, 9 rimbalzi), e quando l’esterno USA parte verso canestro, nessuno riesce a fermalo.
Bucci trova due punti per il -11, ma il pallino del comando è sempre, strettamente, nella mani di Raivio e compagni.
Ferrara ci prova. Mancano 3’ minuti scarsi alla fine, e Losi (18 punti, 3 assist) infila la bomba del 75-82, infiammando il pubblico, subito raffreddato dal solito Raivio che si guadagna i liberi del +9, prima, e del +11, poi.
Rush inchioda due punti con Ferrara che alza il volume difensivo per cercare di mettere fretta ai Knights che, di contro, giocano con calma olimpica a trovano sempre un buon tiro.
Finale senza sorprese per Legnano che vince meritatamente e con ottima personalità.

Trascinata da Raivio (25 punti, 14 rimbalzi), ma con prove eccellenti anche per Frassineti e Pacher, uniti dalla consistenza di Palermo (8 punti, 2 rimbalzi, 2 assist) e Maiocco, i Knights hanno espresso una bella pallacanestro, esteticamente bellissima a tratti, sempre efficace e di gran ritmo
Settimana prossima altro impegno difficile contro Mantova dell’ex Fabio Di Bella.

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author