Legnano si impone su Reggio Calabria e si prende il terzo posto, ora sfida a Roseto

Ultima gara interna dei Knights che ospita la Viola Reggio Calabria in una partita che conta più per Legnano che per Reggio, ormai sicura della sua posizione per i prossimi playout; Legnano invece gioca ancora per determinare se sarà terza o quarta alla partenza dei prossimi playoff.

Raivio apre subito le marcature con un bel jumper dal gomito, ma per diversi minuti il 2-0 rimane fisso sul tabellone della TWS Arena.
Dopo quasi 3’ e mezzo, Fabi infila il floater del pareggio, anche se la partita stenta a decollare.
Mosley fa 1/2 dalla lunetta, poi una fiammata di Caroti e Raivio da 3 portano il punteggio sul 6-4 per i Knights con le panchine che iniziano a ruotare i primi giocatori.
Caroti dalla lunetta fissa il 6-6, ma è ancora Raivio a segnare un difficile canestro in arresto.
Guariglia pareggia, con i meccanismi difensivi di Legnano che non funzionano particolarmente bene, tanto da indurre Ferrari al primo timeout della partita.
Al rientro Raivio mette un 1/2 dalla lunetta, ma la tripla di Voskuil da un piccolo vantaggio alla Viola, annullato ancora da Raivio dalla lunetta.
Dopo il 11-11, Martini segna dalla lunetta per una gara che non vede molti canestri dal campo e un ritmo non esaltante.
Fabi marca il pareggio su una ingenuità di Berra, ma ancora Martini dalla lunetta riporta a 2 il vantaggio dei Knights, che rimane tale fino alla prima sirena del 15-13.

Sacchettini e Powell segnano da sotto, ma le percentuali sono sempre molto basse, con Raivio che prova ancora con il jumper a dare un vantaggio più consistente a Legnano.
Dopo il timeout di Bolignano, Powell segna da 3, per il 19-18 ma l’irruenza di Martini, gli permette di guadagnare i liberi del 21-18.
Palermo segna la tripla del +6, che diventa subito +4 con i liberi di Marulli; tuttavia Palermo non perde il ritmo e ne mette ancora una da lontano, poi alza per Mosley che schiaccia il 29-20, con il break legnanese che si amplia con l’appoggio da sotto di Martini del +11.
Caroti blocca l’ondata biancorossa con la tripla, addolcita dal semigancio di Maiocco che mantiene in doppia cifra il vantaggio dei Knights sul 33-23.
Ihedioha arriva al capolinea per una partita che inizia a prendere corpo, con Marulli che scappa in contropiede per Reggio che non vuole uscire definitivamente dalla gara.
Palermo segna ancora da 3 con Reggio che chiude con la palla in mano, ma non segna lasciando il punteggio sul 38-25 dopo 20’.

Al rientro dalla pausa lunga, Mosley appoggia da vicino, ma Caroti infila la tripla che però gli viene restituita da Ihedioha, per una TWS che rimane avanti di 15 punti sul 43-28, smussato sul 43-30 con i liberi di Powell.
Ihedioha schiaccia il nuovo +15, ma Reggio continua a lottare con Taflaj e ancora Powell che mette 5 punti in fila per il break nero-arancio del 45-37.
Raivio ci mette una pezza per il nuovo +10, ora però Reggio è in gas e con Fabi arriva al 51-44 che consiglia a Ferrari di parlarci un po’ sopra.
Al rientro Mosley segna subito, e Martini scappa in contropiede dopo il libero di Caroti; Powell segna ancora da 3 punti, ma Raivio inventa un gioco da 3 punti impossibile, per il 58-48, con il quarto che si chiude con un po’ di confusione e un tecnico a Voskuil convertito da Raivio con il libero del 59-48

Martini apre l’ultimo quarto con l’appoggio, ma l’ennesima tripla di Powell lascia qualche residua speranza ai reggini, sotto di 8, dopo il centro di Marulli.
Martini arriva ancora fino in fondo, poi Raivio serve al bacio Mosley per la schiacciata che allunga l’elastico sul 65-53, quando mancano ancora 6’42” da giocare.
Mosley schiaccia ancora in mezzo all’area sguarnita, poi Maiocco segna dall’angolo e Legnano torna ancora al +16 che di fatto chiude la gara.
Negli ultimi minuti di gioco Fabi e Voskuil segnano da 3 per il nuovo -10, che diventa immediatamente -12 per via dell’appoggio facile da sotto di Ihedioha.
Caroti segna da 2, ma il canestro di Martini, tiene Legnano avanti sul 73-61, lo stesso Martini che recupera un antisportivo convertito con un 1/2 dalla lunetta del 74-61.
Palermo infila la tripla del +16, con Legnano che chiude con in campo tutti i giovani

Risultato storico e del tutto insperato ad inizio stagione, ma diventato reale domenica dopo domenica, fino al terzo posto in classifica e all’accesso playoff che allunga la stagione dei Knights.
Ora Legnano incontrerà al meglio delle 5 gare Roseto degli ex Casagrande e Fattori, a sua volta, rivelazione del girone Est.
Alla fine della gara giocatori e pubblico in campo hanno festeggiato questo risultato, con la ciliegina sulla torta della riconferma di Martini per i prossimi 2 anni, confermata direttamente da Marco Tajana in conferenza stampa.

T.W.S. LEGNANO – VIOLA REGGIO CALABRIA 77-65 (15-13, 23-12, 21-23, 18-17)
T.W.S. Legnano: Nikolas Thomas Raivio 20 (6/9, 1/2), Matteo Martini 17 (5/11, 0/3), Matteo Palermo 14 (1/3, 4/7), William Ralph Jr. Mosley 11 (5/7, 0/0), Francesco Ihedioha 9 (3/4, 1/3), Federico Maiocco 4 (2/3, 0/3), Michael Sacchettini 2 (1/2, 0/1), Luca Battilana 0 (0/1, 0/2), Gabriele Berra 0 (0/1, 0/1), Edoardo Roveda 0 (0/0, 0/0), Filippo Secco 0 (0/1, 0/0), Francesco Gastoldi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 19 – Rimbalzi: 40 13 + 27 (William Ralph Jr. Mosley 14) – Assist: 17 (Nikolas Thomas Raivio, Matteo Palermo 4)

Viola Reggio Calabria: Marshawn Powell 19 (2/7, 4/6), Agustin Fabi 15 (3/7, 3/4), Lorenzo Caroti 13 (2/5, 2/4), Roberto Marulli 8 (3/5, 0/4), Alan Voskuil 6 (0/1, 2/8), Celis Taflaj 2 (1/4, 0/2), Tommaso Guariglia 2 (1/4, 0/0), Levan Babilodze 0 (0/2, 0/0), Simone Ciccarello 0 (0/0, 0/0), Riccardo Rossato 0 (0/0, 0/0), Rocco Marino 0 (0/0, 0/0), Angelo Guaccio 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 8 / 12 – Rimbalzi: 27 8 + 19 (Agustin Fabi 7) – Assist: 12 (Lorenzo Caroti 5)

 

Massimiliano Giudici
Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author