Legnano vince e torna a convincere, battuta Latina 77-66

La TWS Legnano arriva alla sfida casalinga con Latina dopo la sconfitta al fotofinish di Agrigento ancora senza Navarini. Al suo posto, parte in quintetto titolare il giovane Roveda. Tutti disponibili gli altri Knights (ad eccezione di Frassineti) per il fresco di rinnovo coach Mattia Ferrari.

Alla TWS Arena è subito il canestro di Uglietti, a spezzare l’equilibrio, a cui fa seguito però la tripla del giovane Roveda che sostituisce l’indisponibile Navarini. Il playmaker biancorosso soffre l’esperienza di Passera che segna 5 punti in fila ma Legnano è bravissima a reagire e, con i canestri di Mosley, Ihedioha e Raivio, raggiunge per prima la doppia cifra sul 10-7.
Mosley, con il suo incontenibile atletismo, fa il vuoto sotto alle plance, realizzando un paio di schiacciate sopra al ferro che fanno esplodere il pubblico di casa. Entrambi gli attacchi viaggiano per i primi 5 minuti con percentuali pazzesche dal campo e la tripla di Pastore fissa il punteggio sul 17 pari.
Roveda, colpevolmente lasciato libero dalla difesa, realizza la sua seconda bomba di serata a cui, però, risponde subito quella di Deshields. I liberi di Martini e la bomba di Ihedioha sulla sirena chiudono il primo quarto sul 25-20 per Legnano.

La difesa di Legnano lavora bene ma, dall’altro lato del parquet, le conclusioni dei Knights non entrano più con la stessa continuità. In campo ora regna la confusione con tante palle perse da una parte e dall’altra e qualche contatto duro che spezzetta il ritmo.
E’ Matteo Martini a sbloccare la TWS che segna il suo primo canestro dopo quasi 5 minuti di gioco. Alla schiacciata di Mosley risponde la tripla di Poletti, ma il numero 42 di Legnano si prende la sua personalissima rivincita con un’altra bimane da incorniciare.
Palermo, rientrato dalla panchina, timbra subito il cartellino ed il canestro con fallo di Mosley, consente all’americano di essere il primo uomo della partita a raggiungere la doppia cifra (38-30). Il numero 42 è letteralmente indiavolato e la sua stoppata ai danni di Arledge vale il prezzo del biglietto. Sull’errore di Mosley le due squadre vanno al riposo lungo sul 40-32.

Proprio come nel primo tempo è ancora un canestro di Uglietti ad aprire le danze mentre Legnano rientra in campo con le mani fredde e si fa rimontare fino al 40-36 con il canestro di Deshields. A sbloccare l’attacco dei Knights è la tripla di Palermo, seguita dall’ennesima schiacciata con gli effetti speciali di Mosley che ridà ossigeno ai padroni di casa (45-42).
Martini di pura forza mette altri due punti per la TWS con i Knights che non smettono un secondo di lottare su ogni pallone. Palermo riporta avanti Legnano dalla lunetta del tiro libero con i Knights che tornano di nuovo in doppia cifra di vantaggio con l’ennesima magia di Mosley (55-44). Il canestro di Allodi chiude la terza frazione sul punteggio di 55-48.

Il 19esimo punto di Mosley dà il via agli ultimi 10 minuti di gioco ma dall’altra parte è Passera a sbloccare Latina dai 6,75 metri. Deshields segna la sua seconda tripla che riporta pericolosamente gli ospiti sul -5 prima che ci pensi di nuovo Martini a ricacciare indietro i laziali. La TWS sembra stanca, appannata, e coach Mattia Ferrari è costretto a chiamare timeout sul 62-58.
La reazione di Legnano arriva puntuale, ancora con un super Martini che, come al solito, cresce nei momenti decisivi della partita. Complice una brutta palla persa, Latina regala due punti comodi a Legnano che riscava nuovamente un gap di 9 lunghezze sul 71-62. Che diventano addirittura 11, a due minuti dalla fine, ancora con il solito, incontenibile Martini. Latina non ne ha più e alla TWS Arena finisce 77-66 in favore dei Knights che colgono un’importantissima vittoria in chiave playoff.

Legnano si aggiudica un’importantissima sfida in ottica playoff contro una rivale diretta, dando una grandissima prova di forza. La vittoria del Knights arriva al termine di un match, intenso, maschio, combattuto fino alla fine e che ha visto due grandi protagonisti. L’incontenibile William Mosley (19 punti, 10 rimbalzi e 4 stoppate) e Matteo Martini, il miglior realizzatore della sfida con 20 punti.

TWS LEGNANO – BENACQUISTA ASSICURAZIONI LATINA 77-66 (25-20, 15-12, 15-16, 22-18)

TWS Legnano: Matteo Martini 20 (6/10, 2/3), William Ralph Jr. Mosley 19 (8/12, 0/0), Nikolas Thomas Raivio 12 (6/11, 0/2), Francesco Ihedioha 10 (2/7, 2/6), Matteo Palermo 10 (2/6, 1/7), Edoardo Roveda 6 (0/0, 2/3), Federico Maiocco 0 (0/1, 0/1), Gabriele Berra 0 (0/0, 0/0), Michael Sacchettini 0 (0/0, 0/0), Luca Battilana 0 (0/0, 0/0), Edoardo Tognati 0 (0/0, 0/0), Francesco Gastoldi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 8 / 17 – Rimbalzi: 37 9 + 28 (William Ralph Jr. Mosley 10) – Assist: 13 (Nikolas Thomas Raivio 8)

Benacquista Assicurazioni Latina: Marco Passera 16 (4/4, 2/3), Lorenzo Uglietti 14 (5/11, 0/1), Keron Deshields 12 (3/10, 2/8), Mitchell Poletti 10 (2/5, 2/4), Jonathan Arledge 7 (2/10, 0/1), Giovanni Allodi 4 (2/5, 0/0), Andrea Pastore 3 (0/1, 1/7), Semir Mathlouthi 0 (0/0, 0/0), Matteo Ambrosin 0 (0/0, 0/0), Andrea Di Santo 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 13 – Rimbalzi: 40 12 + 28 (Mitchell Poletti 11) – Assist: 10 (Marco Passera 4)

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author