LEGNANO: VITTORIA MERITATA CON SCAFATI, ANCHE SE IL FINALE E' DA BRIVIDI

Il 2015 casalingo di Legnano si apre con la gara della seconda di ritorno contro Scafati che, nel passare dei mesi, ha cambiato molti giocatori e per ultimo l’allenatore, con Alex Finelli che è diventato head coach proprio nell’ultima settimana.

Simmons (15 punti, 9 rimbalzi) segna il primo canestro, ma Legnano mette subito la testa avanti con un buon parziale di 8-0 fermato dalla tripla di Udrih e dell’appoggio, ancora di Simmons, che riequilibra la gara.
Merchant (5 punti, 5 rimbalzi) va per il 11-7, ma Spinelli alza le marce, tenendo Scafati in scia e poi portandola al pareggio sul 11-11.
Ferrari vede comunque qualcosa che non va, e chiama un timeout, che produce il canestro di Frassineti (14 punti, 2 rimbalzi, 2 assist), è quello di Di Bella per il +4 Legnano.
La Givova risponde però colpo su colpo e torna in scia, tanto da chiudere il quarto sul 21-20

Legnano apre il secondo parziale con la gran schiacciata di Krubally su assist di Frassineti, e con un gioco da tre del miglior giocatore di Silver nel mese di dicembre.
Frassineti si lancia in contropiede per il +8 Europromotion, che diventa anche +10 diverse volte, con Scafati che prova a entrare in partita con la tripla di Ruggiero (16 punti, 7 rimbalzi).
Petrucci segna il +11 facendo esplodere il PalaEuroImmobiliare, come sempre gremito di 1500 tifosi, ma Simons schiaccia il -9 e, dai liberi, il -8.
Udrih mette la tripla del -5, ma la rincorsa dei giallo-blu viene interrotta da Petrucci (10 punti) con l’immediato +8 Legnano.
La distanze tra le due squadre sembra non mutare sensibilmente, fino al break biancorosso ad opera di Frassineti, Krubally e Di Bella che portano a +12 i Knights.
Scafati accorcia con un paio di canestri di Bisconti, anche se Merchant è Frassineti portano dalla lunetta i Knights al nuovo +11, sul 48-37 che chiude il secondo quarto.

All’intervallo gara di tiro con in palio il premio offerto dalla DAS, e vinto da un giovane tifoso dei Knights

Spinelli (17 punti, 5 rimbalzi) firma l’inizio del quarto scafatese, ma Di Bella, Krubally e la tripla di Maiocco (4 punti, 5 rimbalzi) aprono e chiudono, il 8-0 di parziale che porta i Knights sul 60-45.
Finelli chiama minuto e la sua squadra risponde con il 0-8 perentorio, interrotto dal doppio appoggio da sotto di Krubally che riporta il +11 sul tabellone.
Legnano non si ferma e la spinta costante tiene avanti la Europromotion che si affida a Krubally, ma anche al collettivo, per arrivare sul 64-53 del 30′.

Scafati riparte fortissimo e lo sforzo campano porta il punteggio sul 64-59, con Ferrari che chiama subito un concitato minuto.
Al rientro la tripla di Frassineti, viene smorzata dai liberi di Ghiacci, ma Krubally inizia a macinare punti e rimbalzi, che mantengono i Knights a un buon margine di sicurezza.
La tripla di Ghiacci vale però il -3 per gli ospiti, allungato a -5 da Krubally.
Il contropiede di Petrucci potrebbe far scappare i Knights, visto anche l’antisportivo fischiato alla Givova, ma Legnano non concretizza al di là dei due punti e la gara non si chiude del tutto.
Legnano si assesta sui 5 punti di margine fino a 1’20” dalla fine, quando Simmons appoggia il -3 scafatese.
Maiocco mette 1/2 del +4 Legnano, ma Udrih (11 punti, 5 rimbalzi) mette il gioco da tre punti che riporta a -1 Scafati e che fa rischiare l’infarto a mezzo palazzetto.
Krubally lotta e segna da sotto, ma 45″ sono ancora lunghi da giocare.
sul lato opposto del campo è però ancora Krubally a fare la giocata della partita: stoppata in difesa su Udrih e palla recuperata che permette a Di Bella i liberi del +5 Legnano.
Ruggiero mette i liberi del -3, ma Ferrari, per la differenza canestri, chiama timeout per organizzare gli ultimi 11″.
Il fallo immediato di Scafati, manda in lunetta Krubally che infila 1/2.
Ruggiero butta la palla fuori e con 4″ da giocare, è Di Bella (14 punti, 4 rimbalzi, 6 assist) a chiudere la gara dalla lunetta sigillando la vittoria legnanese e il ribaltamento della differenza canestri.

Attorno alla monumentale gara di Krubally (35 punti, 15 rimbalzi, 2 recuperi, 6 falli subiti 46 di valutazione), tutti i Knights hanno messo il classico mattoncino. Bello l’esordio casalingo di Frassineti, non ancora al 100%, ma già ben amalgamato con la squadra e ottima regia di Di Bella che ha messo in ritmo se stesso e gli altri nei vari momenti della partita.
Nemmeno il tempo di riprendere le forze e ancora in campo per la prossima partita, infrasettimanale, giovedì contro Ravenna.

Massimiliano Giudici
Uff. Stampa – Legnano Basket
Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author