L'Erogasmet Crema non sfata il tabù Lecco

È arrivata anche la terza sconfitta consecutiva nella settimana di passione dell’Erogasmet Crema, che non è riuscita a sfatare il tabù Lecco, mai battuto a Crema.

I biancazzurri di Meneguzzo sono apparsi più tonici rispetto ai leoni biancorossi, traditi dal nervosismo e dalla scarsa precisione al tiro, con un eloquente 4/23 nel tiro da tre punti. Sarebbe probabilmente bastato far meglio del 18/30 ai liberi per portare a casa due punti importantissimi, ma i cremaschi affidati alla coppia Dognini-Consoli hanno puntualmente sprecato i viaggi in lunetta.

L’Erogasmet parte bene, ma Piunti nel pitturato fa male ed impedisce ai biancorossi di prendere il largo.

Lo spauracchio Mascherpa è ben controllato, ma il suo naturale sostituto Todeschini colpisce con regolarità, risultando alla fine il migliore dei suoi.

Il quarto finisce con gli ospiti avanti 22 a 26.

Per i primi 4 minuti del secondo quarto segna solo Zanella: otto punti consecutivi che permettono all’Erogasmet di rimettere la testa avanti per l’ultima volta.

Il tiro da tre degli ospiti non è efficacemente contrastato dalla difesa dell’Erogasmet, e Zanella e compagni faticano in attacco a trovare buoni tiri.

Il consueto ardore agonistico riporta i leoni biancorossi a stretto contatto con gli avversari, ma L’Erogasmet spreca il possesso del possibile riaggancio e l’incontro termina con la Gimar vincitrice per 75 a 70.

Ora L’Erogasmet sarà lontana dal proprio pubblico per un mese, a causa di due trasferte consecutive intervallate dalla sosta per la Coppa Italia.

La trasferta di Pavia, contro una formazione che attraversa un brutto momento ed è affamata di punti, deve rappresentare il punto di svolta per chiudere un periodo poco felice nell’ambito di una stagione che resta straordinaria.

Marco Cattaneo

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author