L'Erogasmet esce sconfitta dal parquet di Bergamo

L’Erogasmet esce sconfitta dal parquet di Bergamo senza praticamente lottare. Con Tardito e Cisse’ in precarie condizioni fisiche, gli uomini di Baldiraghi hanno debuttato nel match incassando ben 32 punti nel primo quarto e pregiudicando l’esito dell’incontro.

Lo zero su tre al tiro della prima azione fa già presagire un pomeriggio difficile Per i numerosi tifosi cremaschi giunti all’Italcementi. Chiarello punisce mediatamente i leoni biancorossi alla prima occasione. Bergamo è micidiale in attacco e l’ingresso del neoacquisto Ghersetti da’ la spinta in più che coach Ciocca attendeva. Un’imperiosa schiacciata e la successiva tripla dell’italo-argentino scavano un solco che indirizza la gara dalla parte degli orobici. Il 32-16 della prima frazione rende perfettamente l’idea delle difficoltà incontrate dall’Erogasmet, imprecisa in attacco ed incapace di arginare il gioco avversario vicino al proprio canestro.

Una tripla di Liberati in avvio di secondo quarto illude gli ospiti, colpiti poi da sette punti consecutivi di Pullazi e Ghersetti (seconda tripla). Sul 39 a 19 la furia dei gialloneri di casa si placa e la Co.Mark non trova il canestro per cinque minuti consecutivi. L’Erogasmet segna nove punti consecutivi che la rimettono in carreggiata, ma una tripla di Panni benedetta dal ferro spezza l’incantesimo. Si va al riposo lungo con Bergamo avanti 44 a 31 ed i leoni biancorossi ancora in partita dopo aver rischiato il tracollo.

Un ottimo Montanari mette in difficoltà la difesa della Co.Mark ed arriva anche a realizzare sette punti consecutivi, ma lo svantaggio dei biancorossi cremaschi non diminuisce, nonostante la tenacia degli sforzi e qualche buona giocata, come una tripla dei un Cisse’ dolorante alla mano ma stoicamente in campo.

In avvio di ultimo quarto due canestri consecutivi di Chiarello e Milani riportano a 20 punti il vantaggio della Co.Mark e l’incontro sostanzialmente si chiude.

Ultimi otto minuti di puro garbate time, con L’Erogasmet impegnata a restare sotto i trenta di svantaggio che lascia spazio in campo a Tagliaferri, rientrato da poche settimane e bisognoso di minuti in campo, ed al giovane Fontana.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author