L'Erogasmet si appresta ad affrontare in trasferta la Robur Et Fides Varese

Tornata alla vittoria nel sentito scontro interno con la Vivigas Alto Sebino, l’Erogasmet si appresta ad affrontare in trasferta la Robur Et Fides Varese, formazione giovane, come da tradizione della società varesotta, con frequenti innesti dal florido vivaio della prima società cittadina.

Con il netto miglioramento delle condizioni di Manuelli “Pat” Baldiraghi si ritrova l’intero roster a disposizione, in vista di un mese di febbraio che si preannuncia decisamente impegnativo e nel quale l’incontro di sabato sera rappresenta solamente l’antipasto di un ricco menu.

I ragazzi di coach Passera totalizzano 62,5 punti di media a partita, risultando quindi l’attacco meno prolifico del campionato e dovranno necessariamente tenere bassi ritmo e punteggio per impensierire l’Erogasmet.

Il nome più conosciuto della Robur è sicuramente il playmaker Bolzonella, leader della formazione, che vanta una grande esperienza anche in serie A1 ed è il miglior marcatore dei prossimi avversari con oltre 18 punti a match. Santambrogio, giocatore molto estroso, riesce a finalizzare molti schemi di coach Passera, giocando sia in sostituzione che al fianco di Bolzonella, totalizzando oltre otto punti ad allacciata di scarpe.

Terminale offensivo privilegiato è il centro Matteucci, uno dei migliori marcatori storici della serie B, che in questo campionato viaggia a quasi 10 punti a partita di media nonostante la sua stagione sia stata costellata da acciacchi fisici. Il reparto lunghi si compone anche di due giocatori molto fisici, quali Castelletta, dotato anche di una buona tecnica che gli consente di mantenere una buona media di 7.2 punti a partita, e Lenotti, mano meno educata ma molto più dotato di aggressività e presenza nell’area pitturata. Al reparto dà un valido contributo Sabbadini, con oltre sei punti di media a partita. Da non dimenticare sono i giovani del roster, soprattutto perché una società come Varese è sempre stata capace di lanciare ragazzi di qualità. In questo reparto l’attenzione è sempre puntata sulle giocate di Moalli e Pagani.

La Robur sta lottando per un posto nei play-off e venderà sicuramente cara la pelle.

Dal proprio canto l’Erogasmet, in vista di due incontri ad alto tasso di difficoltà come lo scontro diretto per la quarta piazza con l’Urania Milano ed il match casalingo contro la corazzata Udine, non può assolutamente prendere sottogamba l’importanza del match di sabato sera.

Marco Cattaneo

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author