Libertas Alcamo, primo big match contro Gravina dopo una settimana difficile

Non è stata certamente la migliore settimana di allenamento, quella appena conclusasi in vista del big-match di Gravina dove si affronteranno due delle quattro squadre rimaste a punteggio pieno dopo un paio di giornate di campionato. Come capita nelle famiglie, infatti, è bastato un solo giocatore a beccarsi le febbre e subito ne sono rimasti coinvolti altri. Coach Torriero, con la sua pacatezza e la sua esperienza, ha fatto di necessità virtù ed è riuscito ugualmente ad apportare i nevessari adeguamenti al gioco del quintetto di coach Marchesano.

Campo difficile, quello detneo, con pavimentazione in linoleum (quindi plastificato) e squadra capace di esaltasri nei momenti migliori, proprio come in questo: vittoria in casa contro una delle “grandi”, Basket School Messina, e successo netto in casa dell’Orlandina Lab. I due nuovi acquisti, Florio e Arena, si sono subito integrati e già fanno la differenza assieme ai riconfermati Santonocito, lungo atipico e già autore di grosse prestazioni, e Spina, play particolarmente veloce ma che sa anche dare i tempi alla squadra.

Anche la Libertas proviene da due successi di fila e l’ultimo ha evidenziato, ancor di più del primo, un’evidente capacità di ricerca del compagno libero in attacco e di aiutare in difesa ove necessario. Contro Gela, come detto a fine gara anche da coach Bernardo, Alcamo ha già dimostrato un’incisiva fluidtà nella circolazione del pallone.

Di certo il match di domani, palla a a due alle ore 18.30, non tradirà le attese e servirà anche a delineare meglio potenzialità e amibizioni dei due quintetti. Gravina rappresenta per la Libertas un bivio importante, se non altro in vista di altre tre gare assolutamente difficili, forsanco più di quella in terra etnea. Per la quarta giornata arriverà in fatti al PalaTreSanti l’ambiziosissima Ragusa, poi turno infrasettimanale ad Adrano e quindi ancora trasferta a Barcellona, contro un’altra squadra attualemnte a punteggio pieno e che punta molto in alto.

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.