Libertas Livorno: le parole di Enrico Rinaldi, nuovo preparatore atletico

Enrico alla Libertas, cosa ti ha convinto ad accettare l’offerta della società?

Innanzitutto mi preme salutare i tanti tifosi Libertas di Livorno e non solo. Venendo alla domanda dopo quattro anni ricchi di soddisfazioni (una promozione e due playoff) al Meloria volevo testarmi a livelli più alti e lavorare con ragazzi che hanno differenti aspettative. La Libertas me ne ha offerto la possibilità e sono stato felice di accettare.  La Libertas poi ha una storia importante nel panorama cestistico nazionale e quindi grande credibilità e visibilità nei confronti degli addetti ai lavori.

Che idea ti sei fatto della società?

L’impressione che ho avuto fin dai primi colloqui è stata più che positiva; ci sono ambizioni importanti con tanta voglia di far bene pur senza strafare, il che è assai importante per evitare il rischio di passare come una meteora nel panorama cestistico.

Tu lavorerai a stretto contatto con lo staff tecnico, quanto ti stimola questo ?

Tantissimo, ritengo che sia indispensabile se si hanno ambizioni lavorare a stretto contatto con lo staff tecnico scambiando opinioni e fornendo impressioni costanti sulle condizioni della squadra e degli atleti; ho la possibilità di lavorare con giocatori che hanno calcato e che calcheranno parquet di un certo prestigio e magari ritornare, anche se in un altro sport rispetto a quello con cui sono partito (ho lavorato per più di venti anni nel rugby, fino alla serie A), a livelli semi-professionistici.

Ti sei già fatto un’idea della squadra con la quale andrai a lavorare ?

Si tratta di una squadra giovane, piena di entusiasmo e voglia di emergere, l’ideale per svolgere un bel lavoro.

Tu sei molto amico anche di Cristiano Forti, nuovo coordinatore tecnico gialloblù

Vero, anche il fatto che Cristiano, con il quale condivido anche una certa visione dello sport ed il modo di lavorare sui giovani, sia entrato a far parte della famiglia Libertas ha pesato sulla mia scelta.

Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author