Lions Bisceglie, Gianni Cantagalli resta in nerazzurro

Sempre fondamentale, spesso e volentieri decisivo, talvolta inarrestabile. Gianni Cantagalli ha appena chiuso la sua migliore stagione regolare in termini statistici per punti segnati (17.5), rendimento nel tiro da due (52%), dalla lunetta (91%), cui ha aggiunto un eccellente 38% dal perimetro, 3.9 rimbalzi e 2.3 assists. Il forte esterno livornese ha rinnovato il legame coi Lions Basket Bisceglie, squadra con la quale ha conquistato un brillante quinto posto nel girone C della regular season del torneo di Serie B Old Wild West.
«Sono molto contento perché dopo l’annata vissuta in nerazzurro ero deciso a restare a Bisceglie: l’ho ritenuto una priorità fin dal momento in cui ho accettato di giocare per i Lions la scorsa estate e quest’intenzione si è rafforzata nel corso della stagione» ha spiegato Cantagalli.
«Ho espresso alla società il desiderio di continuare a far parte della squadra già il giorno seguente alla conclusione dei nostri playoff, dando seguito a ciò che mi ero detto col direttore sportivo Sergio Di Nardo in precedenza» ha aggiunto il cestista toscano. «Non nascondo di aver ricevuto altre offerte ma andare avanti con Bisceglie era ciò che speravo. La convinzione con cui la dirigenza mi ha proposto un accordo biennale è un grande segno di riconoscimento e attenzione nei miei confronti. Sono pronto a ripagare la fiducia dei Lions» ha sottolineato la guardia 31enne.
«Ho stabilito un bellissimo rapporto con coach Gigi Marinelli e il gruppo. Il fatto che diversi componenti del roster possano essere riconfermati è positivo perché al tempo stesso dimostra la bontà del percorso già compiuto e ci permette di riprendere da dove avevamo lasciato» ha evidenziato. «Sono fiducioso e credo che col duro lavoro si possa fare ancora meglio del già eccellente campionato che ci siamo appena messi alle spalle, in un ambiente sereno che mette davvero il giocatore a suo agio».
Gianni Cantagalli ha le idee chiare anche sull’importanza dell’apporto dei sostenitori nerazzurri alle sorti della squadra: «È stato un crescendo di presenze sugli spalti e di partecipazione. Partita dopo partita abbiamo avvertito un’attenzione e un calore sempre più forti verso la squadra. Spero che questo trend al rialzo prosegua anche nel campionato 2019-2020 e personalmente farò di tutto affinché ciò accada. Il pubblico del PalaDolmen ci ha aiutato e spinto soprattutto nel girone di ritorno e nei playoff: tanta gente al nostro fianco dà grandi stimoli ed esorta a far meglio. Ci tengo tantissimo, che siano grandi o i piccoli del minibasket: insieme continueremo a toglierci soddisfazioni, ne sono sicuro».
Commenta
(Visited 14 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.
Per Info