"Lions Bisceglie, il capitano Chiriatti commenta la vittoria di Isernia"


L’affermazione di Isernia è valsa ai Lions il primato in classifica a punteggio pieno dopo le prime due giornate nel girone D del campionato di Serie B, in coabitazione con Campli, Rimini e  Porto Sant’Elpidio.
«Non è stata una partita facile perché i nostri avversari, giocando in casa, l’hanno messa sul piano fisico, cercando di alzare i ritmi e mettendoci le mani addosso. Paradossalmente è stato più “semplice” confrontarsi con Montegranaro. L’importante è comunque aver conquistato i due punti e vissuto una nuova esperienza: abbiamo subito compreso che sarà questo ciò che accadrà su tutti i campi» ha commentato il capitano Andrea Chiriatti ospite della trasmissione sportiva “Terzo Tempo” su Bisceglie in diretta.


Più volte a un passo dal chiudere definitivamente i conti per non correre alcun rischio, i nerazzurri hanno un po’ sofferto l’arrembaggio degli avversari: «Il coach non è stato contento dei nostri due passaggi a vuoto sul +14. Essendo una squadra più talentuosa di quella molisana, detto col massimo rispetto, avremmo potuto allungare e gestire con più tranquillità i minuti conclusivi del match. Dobbiamo lavorare tantissimo. Questa volta ci è andata bene ma certe gare bisogna chiuderle anzitempo evitando di portarle quasi punto a punto» ha ammesso l’ala dei Lions.

 

Fra i protagonisti nei concitati minuti finali Di Emidio in difesa, Cucco e Bruno in attacco: «Con questa organizzazione di gioco ciascuno ha i suoi spazi. Edoardo, uscendo dalla panchina, ci ha dato una grossa mano realizzando un canestro importante. Sono contento del fatto che nei momenti di difficoltà Marco  e Tato abbiano segnato canestri da veri fuoriclasse» ha affermato l’esterno barlettano.

 

Il successo in Molise segue l’esaltante vittoria interna con Montegranaro: «Avevamo lavorato duro per preparare la sfida col team marchigiano perché era fondamentale partire col piede giusto in casa. È stato emozionante giocare una partita di quel livello con un pubblico così numeroso. Siamo stati comunque bravi a tenere i piedi per terra dopo» ha sottolineato il 23enne, aggiungendo: «Mi piace essere a disposizione del coach e dei compagni, partendo dalla difesa. Sono uno che si sacrifica, che magari rinuncia a un tiro per servire un compagno».

 

Chiriatti è alla sesta stagione a Bisceglie, è il giocatore che più di tutti rappresenta, in campo, la storia del club: «Sono orgoglioso di essere il capitano di questa squadra. Siamo tutti bravissimi ragazzi, ottimi giocatori e professionisti».

 

16 squadre a 7 regioni differenti. Il gruppo D è un piccolo melting-pot cestistico: «Prepareremo al meglio ogni partita. Giocare su campi sconosciuti sarà bellissimo e sarà indispensabile studiare e conoscere gli avversari che incontreremo. Matera e Montegranaro sono a mio parere le due formazioni meglio attrezzate ma il campionato è appena iniziato e non mancheranno sorprese».
Martedì collettivo nerazzurro a rapporto dallo staff tecnico per la consueta ripresa degli allenamenti in preparazione al confronto di domenica 16 ottobre col Cus Jonico Taranto, per il quale la società ha confermato l’iniziativa di consentire l’accesso gratuito al PalaDolmen entro le ore 17:30. «Giocheremo in casa e cercheremo di dettare i ritmi, confidando in un apporto sostanzioso del pubblico, magari anche superiore a quello che abbiamo già avuto per la partita con Montegranaro. Vogliamo far appassionare quanta più gente possibile e creare entusiasmo: è uno degli obiettivi del gruppo» ha concluso Andrea Chiriatti.

Commenta
(Visited 18 times, 1 visits today)

About The Author