L’Irtet Casapulla fa il bis. Olivetti e Dunklin travolgono Piscinola

IRTET CASAPULLA

Di Lorenzo 7, Bonsignore, D’Orta 9, Olivetti 22, Delle Cave 2, Dunklin 22, Damiano 7, Rossacco, Nacca 11, Avella 2, Lillo G., D’Aiello. All. Monteforte

 

C&M PISCINOLA

Barometro 2, Domenicone 13, Zaccaro, Esposito 5, Bianco ne, Fiore 11, Savarese 22, Scaravella 2, Notari, Cullia 12. All. Cimminiello

 

ARBITRI: De Stefano e Correale di Avellino.

PARZIALI: 19-27, 31-39, 59-54.

 

L’Irtet Casapulla coglie il secondo successo interno stagionale, sbrigando nella ripresa la pratica Piscinola grazie ad una superba seconda metà di gara.

Nella splendida cornice del PalaNatale, oramai sempre stracolmo, i casapullesi partono a rilento e dopo 1’30” sono già 0-5, per mano di Cullia, che in vernice si fa sentire, e Savarese, che dà il la al suo show balistico dal perimetro. Di Lorenzo risponde subito dai 6,75 e servono 4 punti di Nacca per arginare i napoletani che a suon di penetrazioni restano avanti. I bianconeri allargano tanto il campo in attacco e Savarese trascina i suoi con una serie di piazzati dalla media che fanno volare gli ospiti sul 9-17, costringendo coach Monteforte al timeout a -4’35”. La sveglia dell’Irtet tarda a suonare ed una tripla di Domenicone fa sfiorare ai virtussini la doppia cifra di vantaggio (11-20 al 7’). La difesa ruvida dei viaggianti limita il Casapulla, che ci mette maggiore aggressività con l’ingresso di D’Orta e Damiano. Dunklin ed Olivetti finalmente si iscrivono a referto griffando il -3, ma nell’ultimo giro di lancette un nuovo break del Piscinola, aperto da una bomba di Fiore e nato soprattutto dalle seconde chance generate dai rimbalzi offensivi, vale il 19-27 al primo pit stop. Nel secondo periodo la truppa del patron Renzo Lillo aumenta la pressione; Dunklin e D’Orta riportano a contatto l’Irtet ed Olivetti sigla la parità a quota 29 al 15’. L’inerzia sembra nelle mani dei locali, ma lo ‘small ball’ studiato dal pino gialloviola non funziona: un nuovo calo in difesa dei casertani e qualche concessione di troppo sul perimetro, valgono un nuovo parziale dei rivali. Che trascinati dai canestri pesanti di Savarese e Fiore chiudono metà gara avanti 31-39, con ben 5 centri dall’arco.

Nella ripresa Damiano si fa valere e Dunklin si carica sulle spalle i suoi, sfruttando la sua potenza atletica. 5 punti in fila di Esposito mantengono avanti i ragazzi di Cimminiello, ma il pressing dei casapullesi è efficace. Damiano infila il siluro del pari, imitato poco dopo da Olivetti (49-46, -3’47”). Il Casapulla mette così la freccia e non si volterà più indietro, trascinata proprio dall’ala aversana, che chiuderà con 22 punti e 9 rimbalzi. Il Piscinola rallenta fisicamente ed in attacco fa fatica a centrare il bersaglio. Un paio di fiammate dalla lunga distanza di Savarese riportano in discussione il risultato (53-52 al 28’), vanificando la produzione di un Dunklin inarrestabile. Ci pensano così Avella e Nacca a far andare l’Irtet in testa all’ultimo mini-riposo sul 59-54. Ancora Nacca da fuori prova ad assestare il colpo del ko, Olivetti porta in doppia unità il divario (65-55), mentre la Virtus è immobile, non trovando alternative offensive a Domenicone. Nacca sgancia il missile del +11 e D’Orta mette il punto esclamativo sulla sua ottima gara prima con un’and one’ e poi innescando al meglio Olivetti ed un concretissimo Dunklin, il quale aggiunge 4 assist, 6 rimbalzi ed altrettanti recuperi ai 22 punti e chiude con 30 di valutazione. L’esterno a stelle e strisce regala emozioni ai presenti, inchiodando in contropiede la bimane del massimo vantaggio (80-61 al 39’) e solo a fil di sirena la C&M si riavvicina a -15, sull’82-67 finale.

 

Michele Falco

Ufficio stampa Basket Casapulla

Commenta
(Visited 53 times, 1 visits today)

About The Author