L'Olimpia fa dieci su dieci, battuta Trento 92-74

Con una buona prestazione offensiva e con tanta voglia di passarsi la palla l’Olimpia è corsara anche a Trento, 92-74. I biancorossi mandano ben cinque uomini in doppia cifra (Milan Macvan nelle ultime due ha realizzato 13/16 da due). In un clima rovente l’Olimpia soffre i rimbalzi d’attacco, specialità della squadra di casa, ma conquista comunque la sua decima vittoria in campionato senza troppi patemi. Decisivo l’allungo nel secondo periodo poi nella ripresa ha risposto ad ogni tentativo di rimonta di Trento.

IL PRIMO TEMPO – Avvio rocambolesco nei primi tre minuti e poi subito Dolomiti Energia Trento con un 5-0, cinque punti di fila per Filo Baldi Rossi, risponde Milan Macvan da due sotto canestro. Il primo fallo di Rakim Sanders permette a Lighty di segnare il 6-2.  Al rientro dal time-out chiamato da Repesa, l’Olimpia è ancora molle e Hogue segna ancora due punti, successivamente risponde Dragic e ancora Hogue. Sale in cattedra Macvan con 4 punti consecutivi e l’Olimpia arriva a ridosso con un 12-10, una tripla di Rakim Sanders permette il sorpasso. Houge contro sorpassa con un tiro da due punti e segna un libero. Un canestro di Kalnietis permette di pareggiare. Poi una super schiacciata di Jamel Mclean consente a Milano di chiudere il primo quarto in vantaggio 17-16. L’Olimpia nel secondo quarto è più compatta e concentrata: un tiro realizzato da McLean, due punti di Kalnietis, un grande attacco Olimpia con una tripla di Cinciarini e ancora due punti per Macvan dilatano il vantaggio a 10 punti. Buscaglia chiama il time-out ma il rientro in gara è un po’ confuso. Ci pensa sempre il solito Macvan a portare l’Olimpia sul 17-27. Qui la pressione di Trento diminuisce e l’Olimpia esce con Hickman e Krunoslav Simon, fino ad un 6-0 Trento che costringe Repesa a chiamare un nuovo timeout a poco più di un minuto alla fine del primo tempo. Il rientro dalla mini pausa è gestito bene, all’intervallo l’Olimpia è avanti di 13, 44-31

IL SECONDO TEMPO – L’Olimpia riparte con lo stesso quintetto del primo tempo. Trento prova la carta della zona per fermare l’attacco di Milano, Flaccadori risponde subito a Zoran Dragic. Hogue ancora lui segna un 2/2 dalla lunetta che porta Trento a -10, successivamente il capitano Forray scalda il PalaTrento e costringe Coach Repesa a fermare la partita. Al rientro del time-out ancora Trento, Krunoslav Simon realizza quattro punti consecutivi, poi ruba palla a metà campo: superschiacciata di McLean e l’Olimpia riprende la partita in mano. Buscaglia è costretto a chiamare il time-out. Al rientro una serie di triple di Lighty, Sanders, Gomes e Kalnietis portano il risultato sul 47-60. Il terzo quarto che si chiude con una magia da centrocampo di Dragic. Ultimo quarto che inizia sempre con il solito Lighty da due punti, risponde un coast to coast di Kalnietis. Momento confuso della gara che viene risolto da un tap-in vincente di McLean su tiro da tre sul ferro di Sanders. Una palla recuperata di Sanders porta il risultato sul 56-73, di seguito un ottimo contropiede che porta in lunetta McLean, 1/2. Qui l’Olimpia controlla il finale permettendo anche all’idolo locale Davide Pascolo di provare la gioia del canestro. Il finale è 92-74

Commenta
(Visited 26 times, 1 visits today)

About The Author